-1°

politica

Alfieri si candida a sindaco: "Per una Parma sicura, bella, globale e solidale”

Luigi Alfieri

Luigi Alfieri

Ricevi gratis le news
32

Luigi Alfieri sarà in corsa alle prossime amministrative cittadine: l'ufficialità alla candidature è di pochi minuti fa, durante l'incontro convocato all'Hotel Farnese  con la stampa durante il quale Alfieri ha sciolto le riserve delle settimane scorse.
“Oggi mi presentato qui da solo, ma non sono solo: con me ci sono tutte le persone che in questi anni si sono sentite non ascoltate nelle loro grandi e piccole richieste. In prima linea, naturalmente, tutti coloro che dal febbraio scorso si sono avvicinati al comitato Parma non ha paura, gruppo che ha caldeggiato la mia candidatura”.
La Parma di Alfieri sarà “sicura, bella, globale e solidale”: quattro aggettivi in cui si raccoglie un'idea di città che sarà sviluppata nei prossimi mesi e diventerà il programma elettorale da presentare ai parmigiani.
“Parma deve tornare stupenda e viva com’era: la bellezza garantisce sicurezza, il degrado genera illegalità. Sembrano le parole di un sognatore, invece esistono fior di studi scientifici che lo dimostrano. I sacchetti dell’immondizia devono sparire dalle strade e fare posto alle fioriere; le fontane devono tornare zampillanti. Dobbiamo illuminare i quartieri bui e introdurre la polizia predittiva. Il sindaco, finalmente autorevole, deve avere più voce nel comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza e riorganizzare la polizia municipale. La bellezza arricchisce inoltre il marchio Parma e sostiene il turismo. Il turismo rigenera le attività commerciali e ridà valore agli immobili”.
Le idee per lo sviluppo sono già su carta, a partire dalla connessione con il resto del mondo che può generare flussi turistici importanti e opportunità di lavoro. “Parma deve essere collegata con rapidità agli aeroporti internazionali grazie a nuove corse di alta velocità ferroviaria. Ovunque devono esserci wi-fi e connessioni Internet all’avanguardia, liberi e gratuiti. Un sistema in cui entrano ed escono continui flussi di cultura, per tenere Parma sull’onda: in provincia e non provinciale. Esportare quello che siamo: marketing turistico e produttivo. In una città globale, il viaggiatore con un click deve sentirsi a casa e i parmigiani nel mondo. I giovani saranno i primi ad avvalersi di tutta questa tecnologia, che crea nuove opportunità”.
La linea guida del programma guarda anche al welfare:“la nostra città da sempre è attenta ai più deboli. Fino ad ora tutte le amministrazioni che si sono succedute alla guida di Parma hanno dato ampio spazio nei loro bilanci al sociale. Poi alcuni hanno usato i soldi meglio, altri meno. Ma la solidarietà è un vanto di Parma. Io, inoltre, credo che la spesa in welfare non sia un costo per la società, ma un investimento. Lottando contro la povertà, sostenendo l’istruzione, aiutando i deboli, si creano, a lungo termine, le condizioni di una maggiore sicurezza”.
Accanto ad Alfieri ci saranno in futuro specialisti delle innovazioni di cui la città ha bisogno ma il faro saranno sempre le necessità dei parmigiani: “la mia bussola è il buon senso. Per me chi amministra deve individuare il problema, studiarlo e poi risolverlo con l’aiuto dei cittadini e degli esperti. Senza farsi condizionare dall’ideologia. Nessuno ha la scienza infusa. Chi governa deve studiare e farsi consigliare da chi ha esperienza e conoscenza e da chi vive le situazioni in prima linea, il cittadino appunto”.

Luigi Alfieri è scrittore e giornalista di viaggi. Ha scritto libri di argomento storico dedicati alla città che non ha mai voluto lasciare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ab9pr

    24 Novembre @ 08.24

    alberto_bianco@alice.it

    La mia è un'amara e banale considerazione: a parole sono capaci tutti, sono tutti bravi, tutti onesti e tutti faranno cambiamenti epocali per migliorare il territorio. Sono parole già sentite e stra sentite ma purtroppo questa è la triste realtà. Non rimane che sperare che dalle parole qualcuno passi veramente ai fatti concreti. Chi vive sperando ...

    Rispondi

  • Michele

    23 Novembre @ 20.09

    mandra_sala@libero.it

    Di lavoro ce ne sarebbe.... con tutti i buchi e tutti i debiti che questa amministrazione di Pizzarotti sta lasciando ai cittadini. Occorrerebbe una persona seria e capace.... quelli presunto onesto e dimostratosi incapace lo abbiamo già visto.

    Rispondi

    • federicot

      24 Novembre @ 07.58

      federicot

      MICHELE CANDIDATI !!!!!! SMETTILA DI DELEGARE AD ALTRI E COMINCIA A FARE QUALCOSA TE!!!!!

      Rispondi

  • Guy

    23 Novembre @ 18.54

    Uno che da giornalista ha descritto questa città come il paradiso sulla Terra, per non turbare l'opinione pubblica, dovrebbe avere almeno il buon gusto di starsene zitto e godersi la pensione. Dov'era Alfieri mentre a Parma imperversava la corruzione e il malaffare? Con il sedere al caldo. Mica pensava ai poveracci o ai bisognosi di questa città. Mica pensava a quelli che che non arrivano a fine mese. Adesso che c'è da poggiare le terga su una poltrona si è improvvisamente risvegliato dal torpore. E ieri aveva a fianco nientepopodimeno che Fabio Rainieri. L'accoppiata Alfieri Lega sì che mi fa paura.

    Rispondi

    • Paolo

      23 Novembre @ 19.57

      paolo.regg@email.it

      Parma non è sempre stato com'è oggi. Quando scriveva era una città diversa e, diciamolo, migliore. Quando c'era il malaffare, più che denunciarlo non si poteva fare e forse da lì e da una certa coscienza cittadina si è giunti a toglierlo o almeno a cambiare registro amministrativo. Un cittadino come Lei ed anche Alfieri che cosa può fare contro le cose negative che ci sono, al massimo della beneficenza, sempre comunque insufficiente, purtroppo. Svegliarsi dal torpore. la poltrona, questo si chiama qualunquismo. Chiunque si candidi, nella Sua visione delle cose è un poltronaio addormentato fino ad oggi. Perché comunque avrà la poltrona di Sindaco. Era così anche lo stimato Ferrari, per intendersi. Insieme a Rainieri? E che vuol dire? Deve anche giustificare le sue frequentazioni? Ma stiamo scherzando! Lasciamo i luoghi comuni, i qualunquismi improduttivi alle chiacchiere nei bar ed uniamoci per fare tornare Parma a quel che merita di essere.

      Rispondi

  • Paolo

    23 Novembre @ 14.33

    paolo.regg@email.it

    23/11/2016 h. 12.33 Luigi Alfieri è una garanzia per Parma perché la conosce profondamente e soprattutto la sua storia: elemento indispensabile per una buona amministrazione. Ha una solida cultura derivata anche dalla sua professione di giornalista, che lo ha posto in contatto con la realtà viva della società parmigiana. Una lunga esperienza che ci fa dire: “Ha studiato da Sindaco”. Raramente si sono trovate tante doti condensate in un candidato per riportare Parma al posto che merita in Italia ed oltre.

    Rispondi

    • ab9pr

      24 Novembre @ 09.29

      alberto_bianco@alice.it

      Paolo le considerazioni di elogio andrebbero fatte a posteriori ... il fatto che abbia "studiato da Sindaco" o che sia "una garanzia" purtroppo non è una sicurezza che riesca a concretizzare. Sono parecchi gli esempi di Italiani che hanno studiato e che poi lavorano malissimo, fregandosene degli altri, spesso provocando danni gravissimi per la collettività. Non dico niente di nuovo, e ci andrei con i piedi di piombo prima di garantire a tutti che Luigi Alfieri sia la "panacea di tutti i mali".

      Rispondi

      • Paolo

        24 Novembre @ 12.08

        paolo.regg@email.it

        Questo discorso vale per qualunque candidato. Il dubbio è legittimo, ma non bisogna crogiolarvisi dentro. Il voto elettorale è sempre una cambiale in bianco e questo è un dato di fatto. Però i casi sono due: o si dubita di tutti e non si vota nessuno, oppure si cerca di conoscere un candidato e lo si sceglie. Nessuno ha detto che Alfieri sia la panacea di tutti i mali (perché questa panacea non esiste) è però un professionista di grande cultura ed impegnato ad osservare e testimoniare com'è messa la città e questo è una forte presa di coscienza. Chi segue e studia attentamente i mali che è compito di un Sindaco affrontare lo pone già in una posizione diversa rispetto al normale candidato. Dire che le considerazioni e gli elogi si fanno a posteriori mette in un vicolo cieco in questo momento di scelta "ad anteriori". Vale per chiunque (salvo chi si ripresenta) e di fatto blocca la possibilità di scelta.

        Rispondi

    • Daniela

      23 Novembre @ 16.51

      Una lunga esperienza che ci fa dire: conosce Parma dal punto di vista storico e la ama come città. Quanto meno questo è ciò che si evince da quanto letto nell'articolo. Ci dovrebbero essere anche competenze amministrative o almeno uno staff identificato e identificabile con le competenze necessarie ad amministrare una città. Non sto criticando il candidato ma lo guardo da elettore, dopo la disastrosa esperienza Pizzarotti & C. mi permetta di essere un filino prevenuta.

      Rispondi

      • Paolo

        23 Novembre @ 19.16

        paolo.regg@email.it

        Il dubbio è la forza dell'essere umano a cercare di capire, di imparare, di valutare. Ad esempio Alfieri non è un politico: e questo è un vantaggio non indifferente. Non deve conformarsi a richieste di "segreterie" che nulla c'entrano con Parma. È un uomo di Parma ed è conosciuto. Il voto a Pizzarotti, per quanto sconosciuto, fu la fiducia ad un programma ambizioso, dimenticando che in alcune parti era irrealizzabile (termovalorizzatore), ma visto anche che l'alternativa non meritava fiducia è stato votato (l'avrei fatto anch'io e con convinzione). Ora si è rimasti scottati da un certo "nuovo". Adesso c'è uno conosciuto per indubbie capacità. Basta tenersi informati sulle sue affermazioni programmatiche.

        Rispondi

        • Guy

          23 Novembre @ 19.41

          Indubbie capacità???? Ma che ha fatto Alfieri? "La bellezza salverà Parma"? Acqua nelle fontane? E per quel che riguarda la sicurezza, il suo cavallo di battaglia, facile è fare proclami, ma se lo Stato non ti dà più agenti delle forze dell'ordine, chi ci mandiamo a stanare gli spacciatori, le ronde di pensionati?

          Rispondi

        • Paolo

          23 Novembre @ 21.24

          paolo.regg@email.it

          Se non si conosce una persona, in particolare se si propone per un incarico importante come quello di Sindaco, per prima cosa ci si informa e, visto che chi scrive nei commenti sa usare internet, basta "cliccare" il nome e cognome e si vede quel che c'è. Per Luigi Alfieri c'è. Ci si incomincia a fare un'idea di questa persona. Di certo ha fatto molto di più della maggioranza di chi commenta e senza dubbio molto più di me. Col sarcasmo sulle prime parole che ha detto non si va da nessuna parte; si fa soltanto polemica, di quella sterile. I problemi si affrontano e si analizzano nei loro componenti e si vede come risolverli. Nessuno ha la bacchetta magica, però la sicurezza è stata di certo trascurata; non si è nemmeno provato ad affrontarla anche con il poco che si ha. Se poi si vuol continuare ad ironizzare, fare vuoto chiacchiericcio, frasi ad effetto ... nessuno lo vieta. Vedremo poi con questa semina che cosa si raccoglierà.

          Rispondi

        • Guy

          24 Novembre @ 13.28

          Mi risponda nel merito: quali sarebbero le indubbie capacità di Alfieri che sarebbero una garanzia per l'amministrazione della cosa pubblica? Mi sa che le sue siano frasi ad effetto. E lo ripeto: quando Alfieri faceva il giornalista, non ricordo alcun articolo di denuncia, nemmeno uno. Guardi che lavorava fino a qualche anno fa eh? Mica ai tempi di Mara Colla.

          Rispondi

        • Paolo

          24 Novembre @ 18.01

          paolo.regg@email.it

          Gentile Guy, indubbiamente a Lei Luigi Alfieri non piace. È un Suo diritto. Credo che ce ne faremo una ragione. Spero che avrà le stesse perplessità anche per gli altri candidati che si presenteranno. “Frasi ad effetto” le mie? Questo no. Per una buona amministrazione serve una buona cultura, conoscenza della città ed anche della sua storia, come ho più volte detto, perché è nella storia che stanno le nostre radici. È un necessario complemento per chi governa. E queste conoscenze Luigi Alfieri le ha. Le sue esperienze di giornalista e scrittore gli hanno fornito una certa sensibilità ai fatti quotidiani. Queste sono buone basi di partenza. Fino a pochi anni fa non si poteva denunciare una situazione di disagio che ancora non c’era. È cresciuta in tempi brevi. Adesso la si può denunciare, stigmatizzare e cercarvi una soluzione. Si ascoltano i problemi della gente, le sue osservazioni e se ne tiene conto. Ma questo è un discorso del dopo elezione: adesso può solo dire che lo farà.

          Rispondi

  • federicot

    23 Novembre @ 14.16

    federicot

    se arriva al 3% gli regalo lo sciampagn. INUTIILE

    Rispondi

    • salamandra

      23 Novembre @ 15.54

      Beh rispetto ad altri potenziali contendenti mi sembra già molto meglio.

      Rispondi

    • Silvia

      23 Novembre @ 15.19

      Allora inizia a comprarlo, di quello buono!

      Rispondi

      • federicot

        23 Novembre @ 17.18

        federicot

        ha parlato solo di spese...e a sboccio sono diversi milioni di Euro . Stante il fatto che ci sono ancora debiti e che le entrate sono sempre meno mi spiega come fa ad esempio a garantire più sicurezza quando il personale è inferiore del 20% rispetto a 10 anni fa. la popolazione è aumentata e le assunzione non dipendono dal sindaco ( visto che il patto di stabilità non consente di incrementare gli organici)? Lo compro di quello buono e me lo bevo.

        Rispondi

      • silviococconi

        23 Novembre @ 17.12

        E non sciampagn, ma champagne ... oppure anche del buon Prosecco !? ...

        Rispondi

        • federicot

          23 Novembre @ 18.35

          federicot

          se vabbè... te le devo anche spiegare

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'addio dei "suoi" artisti a Bibi Ballandi Foto

bologna

L'addio dei "suoi" artisti a Bibi Ballandi Foto

Va in vacanza, amici di Fb bisbocciano e rubano in casa, presi

varese

Gli amici vedono da Fb che è in vacanza e bisbocciano e rubano a casa sua

2commenti

Dadaumpa: le serate Dadacita

FESTE PGN

Dadaumpa: le serate Dadacita Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Lealtrenotizie

Parma (inesistente) umiliato ad Empoli 4-0. I crociati crollano all'8° posto

Serie B

Parma umiliato ad Empoli 4-0 crolla all'8° posto. D'Aversa resta Risultati e classifica

D'Aversa: "Tutto gira storto. Dobbiamo stare zitti e lavorare" (Video)Grossi: "Parma disastroso" (Guarda il videocommento)

17commenti

gazzareporter

Polizia in via Cavour: nel mirino le baby gang Foto

4commenti

tg parma

Busseto: cinque ragazzini denunciati per furto e danneggiamenti

1commento

il caso

Forza Nuova in una sala civica, l'Anpi: "A rischio la collaborazione col Comune"

La nota del Comune: "Avremmo violato la normativa"

7commenti

maltempo

Allerta meteo, in arrivo pioggia e neve

incidente

Ciclista cade in una curva a Mulazzano: è grave

DROGA

Cinque spacciatori in manette: erano pronti a smerciare quattro etti di droga in città Video

4commenti

tg parma

Parma capitale della cultura, ecco cosa cambierà

Tutti i progetti della giunta per il 2020

I titolari di Pepèn

«Ci hanno lasciati soli, siamo amareggiati»

26commenti

sport e cucina

Lo chef Oldani celebra (con pasta Barilla) Federer n.1 al mondo Video: la ricetta

gemellaggio

Empoli e Parma, amici dal 1984: partita e spuntino tra tifosi

vigili del fuoco

Incendio a Medesano, in fiamme la mansarda di una palazzina Video

carabinieri

Ai domiciliari perchè perseguitava la ex, maltratta la mamma: arrestato

Mobile

In via Torelli la casa dei pusher dell'Oltretorrente

4commenti

commercio

Controlli in cucine e dispense: un altro locale con irregolarità

Salsomaggiore

Lancia 105 grammi di cocaina nel torrente Ghiara: ventenne arrestato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tutti uniti per il rilancio della città

di Claudio Rinaldi

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Insulti alla fidanzata di Harry, si dimette il leader dell'Ukip

femminicidio

Uccise la bandante e gettò il cadavere nel Po, arrestato

SPORT

Serie A

Il Genoa batte l'Inter che viene sorpassata dalla Roma

GAZZAFUN

Empoli - Parma: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

piazza garibaldi

One Billion Rising: Flash Mob per i diritti delle Donne

il disco

50 anni di 2001: la musica secondo Kubrick

MOTORI

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto