10°

Provincia-Emilia

Fini a Reggio: "I princìpi fondamentali della Costituzione non si toccano"

Fini a Reggio: "I princìpi fondamentali della Costituzione non si toccano"
0

Il presidente della Camera Gianfranco Fini è stato questa mattina in visita a Reggio Emilia, per le celebrazioni del 212esimo anniversario del Tricolore.
Al suo arrivo a Reggio, Fini ha visitato la sede de «La caramella buona», onlus che si batte contro la pedofilia. Subito dopo Fini ha partecipato alle celebrazioni. Prima è stata scoperta una epigrafe in marmo in memoria dei membri del Congresso Cispadano che scelsero il Tricolore. Poi in piazza Prampolini Fini ha passato in rassegna dei reparti armati e ha assistito all’alzabandiera del Tricolore e del vessillo dell’Unione europea. In quel momento un gruppetto di militanti di una formazione di estrema destra ha innalzato per qualche momento uno striscione con la scritta: «Per venire a Reggio Emilia ci vuole il coraggio di condannare gli eccidi dei partigiani». Non ci sono stati comunque disordini.

Si è poi svolta una cerimonia nel Palazzo comunale di Reggio, durante la quale sono state consegnate copie della Costituzione a studenti universitari e liceali. «Si deve essere tutti concordi nel ritenere che in una Costituzione così ampia come la nostra non desti motivo di scandalo pensare a modifiche alla parte relativa al funzionamento delle istituzioni - ha detto Fini nel suo intervento -. Sarebbe invece motivo di perplessità e di giusta opposizione modificare i principi fondamentali. Quelli erano validi quando la Costituzione fu scritta e sono validi oggi». Il Tricolore, ha detto ancora Fini, è il simbolo «più profondo e più caldo, morale e spirituale del senso di appartenenza alla comunità nazionale».

Nei giorni scorsi a Reggio, durante uno dei cortei contro la guerra in Medio Oriente, alcuni stranieri (poi rivelatisi clandestini) avevano dato fuoco alla bandiera di Israele. Un gesto che Gianfranco Fini condanna. «Ci sono diversi modi per volere la distruzione di uno Stato, in questo caso Israele - ha detto -. Scriverlo nello statuto come ha fatto Hamas o dar fuoco alla bandiera israeliana non faccia una grande differenza. Bruciare una bandiera israeliana è intollerabile - dice ancora il presidente della Camera - perché sta a significare la volontà di distruggere quello Stato. Ma attenzione: la volontà di distruggere lo Stato di Israele è scritta nello statuto di Hamas. Questo lo dico a o che spesso in Italia sembrano dimenticarlo. Bruciare una bandiera non solo è un reato, ma anche un atteggiamento che merita ferma ed assoluta condanna perché dà vita a politiche di tipo terroristico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Josè Carrerascompie 70 anni

IL GRANDE TENORE

Josè Carreras compie 70 anni

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

Questa sera dalle 23 sul sito exit poll, spoglio e proiezioni

lega pro

La Reggiana (Pordenone e Venezia) prende il largo

Granata, friulani e veneti: successi importanti

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

4commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

6commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

3commenti

gran bretagna

Gli automobilisti killer al telefonino rischieranno l'ergastolo

WEEKEND

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

Calciomercato

Cinque curiosità su Roberto D'Aversa

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SOCIETA'

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

9commenti