Provincia-Emilia

Dietro quelle guglie, la fuga del demonio

0

Guglie di arenaria che si inseguono scendendo il fianco della valle, attraversano il torrente e risalgono l’altro fianco, sfiorano le pareti scoscese del monte Cassio per perdersi poco oltre e riaffiorare, forse, chissà dove. Assomigliano alle piastre che costellano il dorso di un enorme drago o quelle fossili di un mostruoso Stegosauro. Eppure quei solchi che si intravedono avvicinandosi sembrano  lacerazioni. E quei pinnacoli  evocano forme femminili pietrificate. Come non pensare a un evento terribile che ha sconvolto la valle, facendo scaturire improvvisamente quelle coste irreali dal ventre della terra?
Un giovane nel fiore degli anni che rinuncia al mondo per ritirarsi in eremitaggio tra le montagne  è una spina nel cuore del demonio. Con solo un ruvido sacco indosso,  Benedetto era giunto da lontano e si era fermato sulla pendice del monte, quella che guarda il Taro, dalla quale non spuntavano ancora le guglie. Trovò rifugio in una cavità della roccia. Pregava, raccoglieva legna, cercava bacche e radici per sfamarsi. La gente di Cassio vedeva il piccolo fuoco risaltare sulla neve. Quando le nubi scendevano basse sul versante, la luce lontana li rassicurava e li richiamava alla preghiera. Ben presto considerarono Benedetto una specie di santo. Non osavano avvicinarglisi, ma lui ogni mattina trovava un dono: pane appena sfornato, castagne, lardo, latte.
Un mattino,  Benedetto scese come sempre al rio per riempire d’acqua la zucca cava. Rannicchiata dietro un masso, tremante, una fanciulla lo fissava, le braccia che circondavano le ginocchia. Benedetto  stupito,   pensò che fosse una giovane del paese. Le si avvicinò, si tolse la schiavina per coprirla e l’aiutò ad alzarsi. L’accompagnò  sul sentiero per il paese, poi tornò a prendere l’acqua e si avviò verso il rifugio. Trovò la ragazza che lo aspettava più avanti,  ancora rannicchiata. Per la prima volta ruppe il voto del silenzio e le disse, burbero, di tornare a casa. Lei sollevò appena il viso, con uno sguardo vuoto.
La trovò più avanti e proseguì oltre. La trovò ancora, sempre muta, davanti al  rifugio. Fece finta di niente e si mise a pregare e a meditare. Col passare del tempo si abituò a quella presenza. Le lasciava una ciotola di latte prima di scendere al ruscello. Sempre più spesso, però,  si ritrovava a pensare ai quei capelli color del grano e a quegli occhi verdi.
Con l’estate cominciò a tagliare lastre di arenaria e a costruire una casa. Si lavava tutte le mattine nel ruscello. Pregava sempre meno e trascorreva le serate a fissare quel volto muto. Quando a settembre la casa fu pronta, Benedetto scese a valle e barattò i suoi pochi averi con una veste da donna. Tornò, la vestì, la prese sotto braccio e la condusse a Cassio: voleva   far benedire al prete la loro unione. Man mano che si avvicinavano al paese la ragazza si agitava  e rallentava il passo.  Benedetto con forza la trascinava verso la chiesa. Lei scrollava la testa e mugolava. Arrivati al sagrato,  si liberò. Allora Benedetto  aprì gli occhi e, spaventato, si fece il segno della croce. Il cielo si oscurò per un improvviso temporale e il vento lo costrinse  a chiudere gli occhi. Fece  in tempo a vedere la fanciulla dissolversi, mentre una massa più scura del cielo spiegava enormi ali nell’aria. Fu una notte tremenda: scoppi di tuoni, saette, terremoti. Il sole si alzò su un paesaggio lunare, segnato da profondi solchi e increspature che avevano sconvolto la terra e richiamato in superficie guglie rocciose incavate da profondi graffi. Il demonio, sconfitto a un passo dalla vittoria, aveva lasciato  imponenti tracce nella sua fuga precipitosa. Oggi la vegetazione ha riconquistato le pendici del monte, lasciando spuntare dentellature spoglie. Sotto la più imponente delle guglie, profondamente segnata, esiste ancora un’antichissima casa in arenaria.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Lega Pro

Oggi Parma-Bassano

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery