10°

18°

Provincia-Emilia

La famiglia sul banco degli imputati

La famiglia sul banco degli imputati
0

 

 

 

di Marco Severo

Sono sette le schede preparate dai ragazzi dell’Istituto comprensivo di Trecasali per l’inchiesta «Bulli di casa nostra». Ciascuna contiene un quesito teso a delineare, fra gli adolescenti di una parte della Bassa, il grado di conoscenza del bullismo.

Per diverse settimane gli alunni della Terza A hanno distribuito i moduli nei bar, negli oratori, nelle altre sezioni della scuola invitando 100 propri coetanei a rispondere alla domande.

Ne è emerso uno spaccato assai attendibile sul livello di conoscenza e consapevolezza dei giovanissimi riguardo alla questione: è più un sondaggio sulla percezione del bullismo, che un’indagine sul fenomeno: «Del resto è proprio dando la parola ai protagonisti - dice Aida Zenato, insegnante di Lettere e coordinatrice del lavoro - che si riesce a comprendere meglio le ragioni di un certo comportamento».

Lo ribadiscono anche Daniele e Filippo, due degli studenti di Terza A, che hanno curato il progetto: «Il bullismo - sottolineano - è parte del nostro mondo. Con questo intendiamo dire che noi ragazzi, che lo vogliamo o meno, ci troviamo ogni giorno a fare i conti con questo problema. Ecco perché ci interessa e ne siamo bene informati».

I quesiti proposti nelle schede della rilevazione sono: «Bullismo o microcriminalità?», «Identikit del bullo: come agisce, dove e quando», «Quali sono gli atti di bullismo più frequenti?», «Siete mai stati vittime, spettatori o bulli voi stessi?», «Perché tanti fanno i bulli?», «Quando i genitori sono responsabili?», «Come deve intervenire la società?».

Oltre alla capacità di discernere fra bullismo e piccolo atto delinquenziale - il 73 per cento degli intervistati sa distinguere fra un gruppo di ragazzi che allaga la scuola e Alessandro che, invece, ogni giorno deve dare dei soldi a Piero se non vuole essere picchiato - a impressionare è forse la serie di risposte che riguardano i luoghi nei quali il bullo preferisce agire.

Il 52 per cento degli interpellati ha infatti risposto «a scuola», il luogo in teoria più sicuro e affidabile.

«Il risultato che fa pensare maggiormente - evidenziano Omar e Pier Giuseppe - è quel 52 per cento che riguarda gli episodi di bullismo a scuola. E’ vero che noi ragazzi passiamo in aula e nei corridoi molto tempo, ma è anche vero che lì ci sono tanti adulti, i quali possono vedere ciò che facciamo. Se i bulli agiscono proprio lì è forse perché sanno che se vengono pescati con le mani nel sacco al massimo dovranno ascoltare una bella ramanzina».

«Questo, secondo noi - dicono i ragazzi della terza A di Trecasali - non solo toglie loro la paura di essere presi, ma anzi accresce la voglia di "sfidare gli adulti"».

Significativi anche i riscontri sulle responsabilità dei genitori: «Il dato che più colpisce - riflettono Federica, Francesca, Arianna e Ramanpreet - è il 67 per cento di preferenze che ha ottenuto l’opzione di risposta "quando non parlano con i propri figli". La maggior parte degli intervistati, quindi, pensa che il fatto di sentirsi trascurati dalla madre e dal padre sia causa di comportamenti sbagliati».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma"

SOCIAL NETWORK

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma" Foto

Presentazione libro (Vanni)

Intervista

"Nessuno può fermarmi": un romanzo ricorda la tragedia dell'Arandora Star Video

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Incidente in autostrada: 5 chilometri di coda fra il bivio A1/A15 e Campegine Tempo reale

Autostrada

Incidente mortale in A1: lunghe code tra Fidenza e Parma, problemi anche in tangenziale

Incidente anche verso Milano: code tra Fidenza e Fiorenzuola

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

tg parma

Amministrative 2017, il centrodestra sceglie Laura Cavandoli Video

Sondaggio

"Il Parma andrà in B? Avete fiducia?": prevale il pessimismo, "no" al 63%

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

17commenti

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

2commenti

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

Ausl

Cup: fila agli sportelli per un’altra settimana

Problemi a causa dell’installazione della nuova anagrafe sanitaria regionale

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

vasto

Uccise l'uomo che investì la moglie: condannato a 30 anni

1commento

napoli

Tredicenne violentato per anni da "branco" di 11 minorenni

2commenti

SOCIETA'

WEEKEND

I cinque eventi imperdibili di sabato e domenica

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Ognuno di noi deve migliorare se stesso, ne gioverà la squadra" Video

LIBRO 

Emozioni del calcio di una volta

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery