12°

22°

Provincia-Emilia

La discussione in Consiglio - I disservizi costano alle Ferrovie 13 milioni di euro in multe

0

La riunione del Consiglio comunale mattutino vede il consenso di tutte le parti politiche per una difesa a muso duro della Pontremolese. Da sinistra a destra, tutti concordano sul fatto che difendere la ferrovia significa difendere la montagna dallo spopolamento. E sul fatto che con Rfi e Trenitalia si debba parlare chiaro: devono fare la loro parte per una buona gestione di orari, convogli e strutture sul territorio.

È un consenso a 360 gradi: oltre ai gruppi consiliari, nella sala d'attesa della stazione di Borgotaro ci sono amministratori di Provincia e Regione. Partecipano il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il vicepresidente Pier Luigi Ferrari (qui però in veste di consigliere comunale borgotarese), l'assessore alla Mobilità Andrea Fellini, il consigliere provinciale della Lega Nord Giovanni Battista Tombolato. Per la Regione c'erano l'assessore ai Trasporti Alfredo Peri, il vicepresidente dell'Assemblea legislativa Luigi Giuseppe Villani, il consigliere Renato Del Chiappo. In sala anche i sindaci della zona: Ferrando Botti (Albareto), Giuseppe Conti (Bardi), Luigi Lucchi (Berceto), Carlo Berni (Bedonia), oltre al «padrone di casa» Salvatorangelo Oppo.
Alcuni problemi del passato sono stati risolti: gli ascensori per arrivare ai binari 2 e 4 funzionano; una copertura evita che si riempiano di neve le scale verso il sottopasso; nell'orario del 2009 grazie alla Regione sono stati aggiunte 8 coppie di treni.
Questo non toglie comunque che, per dirla con il sindaco di Borgotaro Salvatorangelo Oppo, «in questo periodo le cose non funzionano. Ci sono stati disservizi continui per più giorni. Sono legati probabilmente alle avverse condizioni meteo, però per la montagna queste cono condizioni normali». Oppo dice che «le istituzioni devono sedersi a un tavolo e discuterne. La stazione è abbandonata a se stessa: noi siamo disponibili a intervenire. Possiamo fare piccole manutenzioni se le Ferrovie non riescono più a gestire le stazioni periferiche. Di solito è difficile parlare con le Ferrovie: ci sono difficoltà a individuare un interlocutore preciso. E non deve chiudersi tutto con questa giornata».
Questo sarebbe comunque un «rattoppo». Dal Consiglio emerge con forza l'idea che le istituzioni devono restare unite e discutere dei problemi con il gruppo Ferrovie.
L'assessore regionale Alfredo Peri sottolinea l'aumento delle corse operato nel 2009 dalla Regione. Spiega che, per il terzo anno, grazie ai soldi delle multe a Trenitalia per i disservizi (13 milioni di euro) sarà possibile restituire l'abbonamento gratuito ai pendolari. Le multe però non sono una soluzione.
Favorevole all'azione del Tavolo istituzionale è anche Luigi Giuseppe Villani, che sottolinea: «Bisogna fare in modo  che il convitato di pietra Trenitalia abbia un rapporto più lineare con chi ha stipulato un contratto di servizio (la Regione, ndr). Penso che l'esecutivo regionale non si sottrarrà a questo. Sui trasporti locali c'è stato un depauperamento di risorse che vediamo da almeno 8 anni».

Pier Luigi Ferrari e Ferrando Botti (a sua volta pendolare fino al 1991) ricordano le conquiste raggiunte dai pendolari negli anni '70, anche a costo di manifestazioni e forti proteste. Conquiste che ora si stanno perdendo, a colpi di disagi quotidiani.
Anche il sindaco di Bardi Giuseppe Conti è un pendolare. Prende il bus, non il treno, ma questo non gli impedisce di portare la solidarietà dei pendolari della Valceno. E agli amministratori riuniti in stazione, Conti chiede di non dimenticare le esigenze del trasporto su strada, che - dice - va reso più sicuro.
Da questo genere di trasporto pubblico bisogna spostare utenti a favore della ferrovia, puntualizza il presidente Vincenzo Bernazzoli, che sottolinea l'importanza strategica della Pontremolese. «Alle Ferrovie sulla Pontremolese non ci credono e non vogliono investirci! - ha detto Bernazzoli -. Non è un mistero, per nessuno. Questo non ci spaventa, anzi dobbiamo insistere». (A. V.)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Scippo, anziana ferita in via Palestro

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

carabinieri

Il Nucleo Antifrode sequestra 126 kg di latte liofilizzato per l'infanzia

sos animali

Bocconi sospetti ritrovati al Montanara: parco chiuso  Foto

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

1commento

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

politica

Bilancio di fine mandato, Pizzarotti: "Così è cambiata Parma" Video

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

risposta a un tifoso

Lucarelli su Fb: «Non volevo andare sotto la curva per decenza»

1commento

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

parma in crisi

Ko (anche) con il Sudtirol: squadra in ritiro a Collecchio Video

25 Aprile

Parma celebra la Liberazione. Pizzarotti ricorda il partigiano Annibale Foto Video 

Il 25 aprile festeggiato a Fidenza (Guarda le foto)

1commento

gaffe e polemiche

La "Pilotta dei lettori": da parcheggio (involontario) a campo da calcio

8commenti

GIALLO

Trovato un cadavere in Po: si pensa che sia Bebe Brown, scomparsa a Pasqua a Boretto

La testimonianza: "Sua sorella l'aveva chiamata qui per darle un futuro migliore..."

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

SICILIA

71enne ammazzata in casa: arrestato il vicino

STATI UNITI

E' morta la quercia più vecchia: aveva 600 anni

SOCIETA'

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

1commento

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

1commento

calcio e veleni

Lite Spalletti-Panucci sulla sostituzione di Dzeko Video

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport