14°

25°

Provincia-Emilia

Le detenute si raccontano agli studenti del D'Arzo

Le detenute si raccontano agli studenti del D'Arzo
0

 

di Andrea Violi

«In carcere le donne partecipano ad attività di laboratorio e in alcuni casi possono tenere i figli piccoli. Il rapporto con i figli è uno degli aspetti più duri della vita di carcerate, come loro stesse raccontano. Ma ciò che colpisce è lo scetticismo con cui affrontano il futuro, la diffidenza su ciò che potranno fare una volta tornate libere».

Lo spiega Lucia Musi, che con un gruppo di studenti ha incontrato una ventina di detenute della sezione femminile del carcere di Bologna. La stessa dove sono rinchiuse Anna Maria Franzoni e Antonella Conserva.

Lucia Musi è insegnante all'istituto superiore «Silvio D'Arzo» di Montecchio Emilia, frequentato da alcune centinaia di studenti della Val d'Enza reggiana e parmense. Nei giorni scorsi, assieme alla collega Simona Salsi, ha accompagnato una quarantina di studenti di Quinta Iti e Quinta Igea a parlare con le detenute. L'uscita didattica fa parte di un ciclo di incontri sulla legalità che in passato ha portato gli studenti del «D'Arzo» anche a Reggio e Parma.
Una ventina su 42 hanno accettato di rispondere alle domande dei ragazzi, di parlare delle loro esperienze di vita e in carcere. Non c'erano detenute «famose», nel gruppo, ma tante donne che hanno raccontato a ruota libera esperienze, speranze e paure.

IL CRUCCIO DEI FIGLI. «Ciò che più fa soffrire le detenute è il rapporto con i figli - spiega la Musi -. Quando hanno da 1 a 3 anni a volte possono tenerli con sé. Ma c'era una detenuta che non può vedere suo figlio perché la famiglia glielo tiene lontano. Queste donne hanno visto nei miei alunni un possibile futuro per i propri figli».
Dietro le sbarre le detenute pensano ai loro bimbi, prima che a se stesse. «Le carcerate ci hanno raccontato la fatica di affrontare la società dopo questa esperienza - continua la Musi -. Sono pessimiste sulla possibilità di trovare un lavoro e una sistemazione dopo il carcere. Una detenuta, soprannominata “Viavai” perché torna spesso in carcere, è più pessimista delle altre: “Io non cambierò mai” ha detto agli studenti».
In carcere le donne (ma anche gli uomini) possono partecipare a laboratori di informatica, di inglese, di decorazione. Imparano un mestiere che, anche nel Parmense, può dare qualche opportunità di inserimento.
I ragazzi, dialogando con le detenute, hanno sottolineato che libertà significa anche agire con responsabilità. Ma le donne fanno notare che non di rado loro hanno alle spalle vite difficili. Problemi che, a volte loro malgrado, le hanno portate in brutte situazioni o su cattive strade. Una donna che si trova in carcere per una vicenda di documenti falsificati, cercando di evitare il fallimento del suo ristorante, si è raccontata con franchezza: «Mi sono trovata in difficoltà ma se avessi trovato aiuto in qualcuno, non sarei qui. E ora pago per i miei errori».

ESPERIENZA FORMATIVA. «Gli studenti hanno incontrato anche il personale del carcere - continua la Musi -. C'erano la direttrice della sezione femminile, Palma Mercurio e un educatore, Massimo Viccone. I ragazzi sono rimasti colpiti, hanno riflettuto molto e hanno visto da vicino come il carcere sia una realtà molto difficile. Parlando con le detenute è emerso che, all'arrivo della Franzoni, non ci sono state proteste, come scritto da qualche giornale. Le detenute sono già abbastanza prese dai propri problemi». All'uscita dal carcere, aggiunge l'insegnante, si sono mescolati al gruppo degli studenti reggiani alcuni parenti di Anna Maria Franzoni, che hanno cercato così di sfuggire alle telecamere dei cronisti che si trovavano fuori dal carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

VIA COSTITUENTE

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

tg parma

Tubercolosi: migliora il 17enne malato ma c'è un altro caso "sospetto" al Rondani Video

play-off

Parma qualificato ai quarti: alle 15,30 il sorteggio della prossima avversaria dei crociati

play-off

Sondaggio: chi vorreste incontrare ai quarti? (Guarda la griglia)

TRAVERSETOLO

I ragazzini fanno i vandali, il sindaco: "Pagheranno le famiglie"

POLITICA

Il senatore Pagliari: "Dal 5 giugno arriveranno nuovi 15 vigili del fuoco a Parma"

1commento

CARABINIERI

Tre falsi Morandi scoperti a Bologna. Furti d'arte: Parma fra le città più colpite

PARMA

Scontro auto-moto in via Colorno: un ferito

Criminalità

Successo per le «ronde elettroniche»

1commento

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

VERSO IL VOTO

Amministrative, i sondaggi nazionali sul «caso Parma». In testa Pizzarotti 

Gazzareporter

Le foto di una lettrice: "Neviano de Rossi, una strada praticamente abbandonata..."

1commento

Lutto

San Polo piange Eva Meldi, storica cuoca dell'asilo

Viabilità

Cominciati i lavori sulla provinciale Monchio-Corniglio

PGN

Cinque nuovi dischi delle band di Parma

Torna Parmagiornoenotte: eventi, appuntamenti, concerti, aperitivi, teatro e feste

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Caccia ai complici di Manchester Video

LA SPEZIA

Due ragazzi trovati morti in una cava dismessa: hanno fatto un volo di 40 metri

SOCIETA'

ESTATE

Torna "Musica in castello": 36 eventi in tutta la provincia

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

SPORT

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

BASEBALL

E' ufficiale: Joe Testa è del Parma

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare