12°

Provincia-Emilia

Crisi: +11% la disoccupazione sull'Appennino reggiano fra 2007 e 2008

Crisi: +11% la disoccupazione sull'Appennino reggiano fra 2007 e 2008
0

Anche il tavolo Anteverto di Castelnovo Monti, come quello di Guastalla, ha registrato questa mattina una nutrita partecipazione di rappresentanti di organizzazioni sindacali e imprenditoriali, Comuni ed enti di formazione professionale.
Daniela Gigli, responsabile del Centro per l'impiego, ha illustrato i dati relativi all'occupazione nella montagna reggiana, che confermano il trend negativo già evidenziato sul finire dello scorso anno. Il confronto fra il 2008 e il 2007 vede un calo dell'11% degli avviamenti al lavoro, corrispondente alla stessa percentuale di crescita di iscritti alle liste di disoccupazione, in particolare di utenti maschi (ma due-terzi degli iscritti sono ancora donne e il 17% stranieri).
A fronte di questa situazione sono aumentate in maniera esponenziale le attività di orientamento svolte dal Centro per l'impiego, che dai 437 colloqui del 2007 è passato, l'anno scorso, a 660.

Il rappresentante della Cna, Piero Ruffini, ha segnala una situazione di forte difficoltà nel tessuto delle imprese artigiane, in 45 delle quali sono stati attivati ammortizzatori sociali per i dipendenti, mentre in altri 30 casi l'imprenditore ha deciso di chiudere l'attività. Questo - ha sottolineato Ruffini - nonostante la forte volontà del tessuto produttivo locale, fatto in prevalenza di piccolissime aziende e microaziende, di resistere nonostante gravi difficoltà soprattutto sul versante creditizio: solo nel 50% dei casi di domanda da parte delle aziende, infatti, le banche concedono prestiti, nonostante l'attivazione degli strumenti di garanzia dei Consorzi fidi regionali.
Per quanto riguarda invece le esigenze di fabbisogni lavorativi, da una recente indagine della Cna emerge una grande prudenza da parte delle imprese ad assumere nuove figure professionali, individuate nei segmenti più alti della produzione, come quelle di tecnico specializzato.

Stessa valutazione da parte di Antonio Puleo di Assindustria, che ha parlato di una domanda in questo momento  molto prudente anche da parte delle aziende di più grandi dimensioni, concentrata soprattutto nell'area attorno al capoluogo e individuata su figure tecniche con esperienza e specializzazione: data la situazione altalenante degli ordinativi, le aziende in questa fase preferiscono alternare momenti di sovrapproduzione, con richieste alle maestranze di straordinari o incremento dell'orario con turnazioni, alternate a periodi di cassa integrazione nelle fasi di calo degli ordinativi.

Francesco Bergomi di Confindustria ceramica ha annunciato per il 19 febbraio un incontro per rappresentare lo stato dell'arte del settore, da parte dello specifico osservatorio ceramico, Dusca Bonini della Cgil di zona ha confermato come anche da parte sindacale si noti il perdurare delle situazioni di crisi già note, come quella in particolare della Dual di Carpineti, ma senza che al momento si rilevino altri casi di particolare rilevanza sul territorio montano.

L'assessore di Castelnovo Monti Paolo Ruffini ha quindi ribadito l'importanza del tavolo distrettuale per monitorare l'andamento della crisi e per fornire così dal "basso" indicazioni preziose all'Unità anticrisi istituita dalla Provincia, e quindi per praticare a livello locale le indicazione maturate in quella sede, con una visione comune e condivisa da parte dei diversi soggetti. Anche gli enti di formazione presenti (Cremeria, Enaip e Formart) hanno confermato il loro impegno per individuare sbocchi occupazionali possibili e nuove professionalità per la montagna, garantendo il supporto formativo necessario per riconvertire/riqualificare i lavoratori espulsi dai processi produttivi.

«Prendo atto con soddisfazione del riconoscimento del lavoro fatto in questi tavoli distrettuali di Anteverto nel recepire i fabbisogni espressi dagli attori locali, che si raccordano con la regia del tavolo provinciale anticrisi - ha commentato l'assessore provinciale al lavoro Gianluca Ferrari -. Nello stesso tempo va dato atto che la crisi che si sta sviluppando e che da tutti è segnalata come inedita rispetto a quelle passate, obbliga ad un necessario ripensamento anche delle “contromisure” da adottare:  tra queste approfondirei la proposta, da più parti apprezzata, della cosiddetta settimana corta, che attraverso meccanismi di solidarietà permetterebbe con una calo di ore settimanali lavorate di garantire al massimo numero di lavoratori il mantenimento del posto di lavoro e, nello stesso tempo, all'impresa di contenere i suoi costi, senza disperdere le professionalità acquisite , preziose per il rilancio produttivo al momento della ripresa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

6commenti

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

6commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

carabinieri

Spara un razzo fra la folla: era appena uscito dal carcere

Arresto bis, dopo meno di due mesi: 20enne tunisino in via Burla. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia