Provincia-Emilia

Fornovo - Furti a raffica lungo via Spezia

Fornovo - Furti a raffica lungo via Spezia
0

Raid di furti lungo la via Spezia: Fornovo e Riccò sono finite nel mirino dei ladri d’appartamento.
Sabato sera, tra le 17 e le 19, ben sei abitazioni fornovesi dalla Salita al capoluogo, fino a Riccò, hanno ricevuto la sgradevole visita dei «topi». In due appartamenti i malviventi sono addirittura riusciti a smurare e scassinare altrettante casseforti, mettendo insieme, nel complesso, un notevole bottino, tra preziosi e denaro. E’ possibile che proprio le casseforti fossero l’obiettivo principale dei ladri: negli appartamenti che ne erano privi i malviventi hanno infatti messo soqquadro le stanze, lasciandosi alle spalle notevoli danni a mobili e oggetti d’arredo. Le prime indagini confermano che gli ultimi colpi sarebbero stati effettuati a catena, a breve distanza l’uno dall’altro, da un’unica banda che ha agito in modo rapido, spostandosi da un centro a quello successivo,  con sorprendente rapidità. Uguale è infatti la modalità di entrata negli appartamenti, attraverso la porta finestra del balcone, in alcuni casi divelta con un piede di porco e, nel caso di abitazioni collocate  ai piani superiori, arrampicandosi alle grondaie. Trovando chiusi gli scuri in una delle case «visitate» a Fornovo, i soli ignoti non hanno esitato a scassinare anche quelli, senza che nessuno, nonostante in paese e sulla strada data l’ora ci fosse ancora movimento, si accorgesse di nulla.
I ladri devono anche aver controllato, precedentemente, le mosse dei proprietari: nessuno di loro si trovava  in casa, quando hanno agito. Le luci spente all’interno potrebbero aver segnalato loro il momento opportuno. «Credo che abbiano scelto le case al buio - afferma  una delle residenti, che ha subito il furto in Via Nazionale, in una quadri-famigliare che ha registrato due raid, sia al primo che al secondo piano -: in quel momento ero uscita, dopo giorni che ero rimasta a casa per preparare un esame universitario. Al mio ritorno erano già sul posto i miei genitori, i vicini e i carabinieri: dev'essere avvenuto tutto nel giro di pochi minuti».
Tra coloro che hanno visto sfondate le casseforti, un proprietario della Magnana di Riccò, che abita al piano rialzato di una palazzina. «Pare che, per aprire la cassaforte - spiega - ne abbiano sfondato la porta con una mazza da muratore. I miei vicini hanno sentito dei rumori ma non hanno pensato ai ladri, anche perché sono stati velocissimi: credevano forse che io stessi facendo dei lavori. Comunque in quattro anni, questo è il terzo furto che subisco».
Secondo le prime indagini, supportate da testimonianze, a mettere a segno i colpi sarebbero state tre persone. Due giovani, forse minorenni,  avevano il compito, grazie probabilmente alla loro agilità, di entrare nelle case e svuotarle degli oggetti di valore e soldi. Una terza persona restava invece all’esterno, di guardia, pronta a dare l’allarme e a facilitare la fuga in l’automobile. La vettura usata risulterebbe rubata e dotata di una targa posticcia, fasulla.
Immediatamente avvertiti, i carabinieri hanno dovuto accertare uno dopo l’altro i diversi colpi messi a segno e raccogliere le denunce. Nonostante le forze dell’ordine fossero sulle loro tracce i ladri hanno continuato ad agire indisturbati: la velocità delle loro mosse non ha infatti permesso di coglierli sul fatto. Come accaduto di recente a Fornovo e dintorni, la tecnica dei furti seriali su strade di intenso passaggio sembra essere tra le preferite dai ladri, probabilmente perché permette loro di allontanarsi in fretta e di passare inosservati in mezzo al traffico stradale.  

 

 

 

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)