Provincia-Emilia

Telefoni muti in quattro frazioni di Albareto

Telefoni muti in quattro frazioni di Albareto
0

di Giorgio Camisa e Elio Grossi

Ieri il maltempo ha concesso una tregua anche se permangono i disagi come in alcune frazioni di Albareto che hanno i telefoni muti. Dalla mezzanotte di lunedì non nevica e le temperature sono in lieve aumento. Una leggera brezza di mare a riscaldato gran parte del crinale e lo spessore della neve si è notevolmente abbassato. A sera però erano ancora 20-30 centimetri nelle zone al di sotto dei 600 metri come Bedonia centro, Isola e Sugremaro di Compiano, Gotra e Bertorella di Albareto. A quote più alte misuravano ancora 70-80 e anche 90, sia ai valichi che dividono l'Emilia dalla Liguria e dalla Toscana che a Tarsogno, Montegroppo e Passo Colla.

La circolazione è migliorata anche se le carreggiate sono limitate ed in alcuni punti sono ancora strette, poco più di una corsia sulle provinciali Albareto-Montegroppo, Miramonti Passo Centocroci, Bedonia Montevacà-Ponteceno e Tornolo-Tarsogno. Gran lavoro per gli operai impegnati nello sgombero della neve  principalmente nelle vie secondarie e nelle strade di collegamento con le frazioni. Oggi ritorneranno a scuola gli studenti delle scuole di Isola di Compiano, Santa Maria del Taro e Tarsogno di Tornolo.
Da dieci giorni Buzzò, Strepeto, Roncole, Braiole alcune piccole frazioni del comune di Albareto abitate da una decina di anziani, alcuni dei quali vivono anche soli, sono prive del servizio telefonico. Il sindaco Ferrando Botti è molto preoccupato: «Dopo le varie richieste formulate dagli stessi utenti il 24 gennaio scorso abbiamo segnalato anche noi come Amministrazione il disservizio. Da qualche giorno abbiamo fatto sapere anche ai carabinieri di Borgotaro del grave inconveniente. In questi giorni di parziale isolamento eravamo molto preoccupati perché l’unico collegamento che hanno questi abitanti che vivono lontano dal centro alcuni chilometri è il telefono».

L'ennesima nevicata è caduta anche l’altra notte, nel Nevianese, ammantandolo, dai 300 metri di quota in su. Però non si è andati oltre i 10-12 centimetri anche nella parte più alta, come al parco del Monte Fuso. Sufficiente per rimettere al lavoro gli spazzaneve. A quelle quote era un paesaggio natalizio che quest’anno «non passa di moda». Anche a Campora e a Vezzano, proprio, ai piedi del Monte Fuso, occorreva molta attenzione a viaggiare perché la sede stradale era coperta da una poltiglia nevosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Sanzionata una signora 78enne che non poteva portare fuori la spazzatura e si è affidata a un vicino

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

7commenti

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Ds Vagnati, lo "accoglie" D'Aversa:"Felice di averlo al mio fianco"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

MILANO

Cadavere di donna avvolto in cellophane in cava dismessa

SOCIETA'

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

calcio e tragedia

L'omaggio agli "angeli-campioni": Coppa sudamericana alla Chapecoense

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)