13°

26°

Provincia-Emilia

Speciale elezioni - La situazione paese per paese dalla A (Albareto) alla Z (Zibello)

Speciale elezioni - La situazione paese per paese dalla A (Albareto) alla Z (Zibello)
6

Nello spazio commenti nella colonna centrale, di fianco a questo articolo, potete inviare le vostre osservazioni e suggerire ai candidati le priorità che secondo voi occorre realizzare nei singoli centri

Sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola troverete altre notizie sulle polemiche a Fidenza e su altri paesi: intanto ecco il punto della situazione dalla A (Albareto) alla Z (Zibello)

Paolo M. Amadasi 
 

Mancano tre mesi al giorno della presentazione ufficiale del­le candidature, ma in tutti i Co­muni si vive da tempo in clima elettorale. Partiti e gruppi civici lavorano alacremente per sce­gliere gli aspiranti sindaco e de­finire le liste: gli elenchi dovran­no essere depositati nei muni­cipi entro le 12 di sabato 9 mag­gio. In alcuni comuni gli accordi sono già stati definiti. In altri si dovrà attendere ancora a lungo. Dei 35 sindaci uscenti, 26 so­no di centrosinistra. Il centro­destra, che ne esprime solo 9, punta a colmare il divario.
  Di seguito il punto sulla si­tuazione. 
 ALBARETO 
  Ferrando Botti punta al bis, ma non è ancora chiaro chi po­trebbe avere come competitore. Quello di Silvia Riccoboni, attiva protagonista della lotta ai «Sic», è uno dei nomi più gettonati, ma l'interessata potrebbe non gra­dire un'etichetta politica. Lucia­no Ferrari è l'altro possibile can­didato in antitesi a Botti. 
 BARDI 
  Tambini-Fecci-Conti: sfida a tre per decidere chi sarà il sin­daco. Il medico pneumologo Lui­gi Fecci ha annunciato la can­didatura alla guida di una lista civica per contrastare il sindaco Pietro Tambini, deciso a sua volta a ripresentarsi. Il consigliere pro­vinciale del Pdl, Giuseppe Conti, sta allestendo la terza squadra. 
 BEDONIA 
  Dopo innumerevoli legislature alla guida dei Comuni di Tornolo e di Bedonia, Sergio Squeri con­tinua a sperare che la legge offra l'opportunità del terzo mandato. In caso contrario, la maggioranza uscente potrebbe puntare sul vi­cesindaco Mimmo Caramatti o sugli assessori Barbara Zerbini o Roberto Brindani. Il centrosini­stra si affiderà molto probabil­mente a Carlo Berni, che ha già annunciato l'intenzione di lascia­re la presidenza della Comunità montana. Terzo incomodo, Fran­co Leonardi: l'ex assessore al bi­lancio ha da qualche tempo ade­rito al gruppo di Giuseppe Lusar­di, «Azione riformista», e potreb­be presentare una propria lista. 
 BERCETO 
  E' il paese dove le tensioni non mancano mai. E quello dove ci sono state le prime «manovre». Luigi Lucchi ha annunciato la candidatura con mesi di anticipo. Potrebbe arrivare ad un confron­to con il sindaco uscente Lodo­vico Bigliardi (Pd) e con Giorgio Conti, già vice di Vittorio Cagna. 
 BORE 
 Fausto Ralli ha come obiet­tivo quello di succedere a se stes­so, alla guida di una coalizione di centrosinistra. La minoranza è alla finestra. Molto dipenderà dalle mosse di Linda Marazzi. 
 CALESTANO 
  Chi dopo Filippo Abelli? Per il momento pare che nessuno vo­glia raccoglierne l'eredità: Ber­tani e Zanichelli sembrano nomi ormai sfumati. Restano attualis­simi quelli di Giuseppe Maghen­zani (nell’ennesima lista del cen­trosinistra), Pier Angelo Ablondi (Lega: si vedrà se da sola o in­sieme al Pdl). E restano sospese le intenzioni di Claudio Peschie­ra, che nel 2004 fu sonoramente sconfitto da Abelli. 
 COLLECCHIO 
  Non ci saranno primarie, in casa Pd. L’aspirante successore di Giuseppe Romanini sarà scel­to entro alcune settimane, men­tre tre gruppi sono al lavoro per il programma. I nomi più getto­nati sono quelli di Maristella Galli e Paolo Bianchi. Il Pdl si appoggerà quasi certamente a Luigi Tanzi, ma non è escluso che anche la minoranza di Civiltà parmigiana presenti una lista. 
 COLORNO 
  E' uno dei paesi in cui i pro­blemi sono soprattutto quelli in­terni al centrosinistra. La do­manda più ricorrente riguarda la possibilità di elezioni prima­rie, dopo che Michela Canova (attuale capogruppo di maggio­ranza) ha raccolto e depositato le firme al direttivo del Pd: una scelta che è difficile non vedere in concorrenza alla ventilata candidatura degli assessori Marco Boschini e Alberto Pado­vani. Potrebbero tuttavia emer­gere altri nomi. Già ieri sera, al­l'incontro del Pd, Mirko Reggia­ni, di Rifondazione, ha proposto la propria candidatura. I movi­menti civici hanno raggiunto un'intesa, ma non è chiaro se presenteranno una lista. Sotto­scritto anche un accordo fra Pdl e Lega, che si presenteranno as­sieme, ma per il momento non spuntano candidature, tranne quella di Renato Gabelli. 
 COMPIANO 
  Il sindaco contro il suo ex vice. Il paese del castello potrebbe es­sere teatro di un «regolamento» di conti tra il primo cittadino Marco Bruschi, che guida una coalizione di centrodestra, e il suo ex braccio destro Gianfermo Negri. Ma si parla con sempre maggiore insistenza anche della candidatura di Paolo Bianchi­notti, da sempre simpatizzante del Pd, presidente della Pro loco di Compiano e presidente della Valtarese calcio.
 CORNIGLIO 

  Giovanni Pellegri punta a «raddoppiare». Il suo desiderio di restare nella stanza dei bot­toni potrebbe essere ostacolato dall'avvocato Daniele Carra. Non è da escludere anche una candidatura del maestro Nando Donnini.
 
FELINO 
  Il Comune simbolo del Pd (il sindaco è Barbara Lori, coordi­natrice provinciale del partito) e delle esperienze civiche (Adolfo Schianchi raccoglie ad ogni tor­nata tanti consensi) è finito nel mirino del Pdl che farà quadrato attorno alla candidatura di An­gelo Lusuardi. 
 FIDENZA 
  E’ sicuramente la situazione più intricata: lo scontro fra le due anime del Pd non potrebbe essere più evidente. Il sondaggio pub­blicato dalla Gazzetta, che ha raf­forzato le credenziali del sindaco Giuseppe Cerri, non ha azzerato i propositi del suo attuale vice, Pao­lo Antonini. Poi c'è stato il pro­nunciamento dell’esecutivo del Pd provinciale, che ha definito le primarie “dannose e inutili”. Ma la telenovela sembra tutt'altro che conclusa. Intanto, Mario Cantini ha presentato ufficialmente la sua candidatura: dovrebbe guidare una lista civica sostenuta dal Pdl. 
 FONTEVIVO 
  Anche qui siamo di fronte ad uno “strappo” nel centrosinistra, ed in particolare nel Pd. E se la sfida GrassiOllari non ci sarà nelle primarie, è sempre più pro­babile che avvenga direttamente a giugno: il sindaco uscente ha annunciato che intende candi­darsi alla guida di “una lista ci­vica aperta a forze moderate esterne alla coalizione”, mentre il segretario del Pd, Luca Bussolati ha annunciato che il candidato ufficiale del partito è Ollari. La scelta di Grassi ha già avuto come effetto le dimissioni dell’assesso ­re Castagnoli. Ancora nessuna mossa decisiva sul fronte dell'at­tuale opposizione che potrebbe anche non correre unita. 
 FORNOVO 
  La sfida parte dall’opposizio­ne e avrà la forma di una lista civica. Lo ha annunciato il mo­vimento «Fornovo città futura», che dovrà individuare, oltre ai punti del programma, anche il nome del candidato. Il sindaco uscente Fiorenzo Bergamaschi ha oppositori interni, più pro­pensi ad appoggiare Ivan Paletti. Nel frattempo, i partiti di sinistra hanno annunciato che, se l'in­tesa di centrosinistra non verrà riconfermata in tempi brevi, pre­senteranno una lista propria. 
 LANGHIRANO 
  Bovis contro Vicini? Sarebbe una delle ipotesi più interessanti. Di certo, per ora, c'è solo che il sindaco uscente Stefano Bovis ha presentato la propria candidatu­ra alla guida di una squadra di centrosinistra e che il circolo Ber­linguer (sinistra) ha anticipato l'intenzione di formare una pro­pria lista. Ancora «top secret» le manovre del centrodestra. 
 LESIGNANO 
  Potrebbe toccare a Giorgio Cavatorta, assessore ai servizi sociali, l’eredità del sindaco Mi­chele Perlini, almeno come can­didato del Pd. Civiltà lesignane­se deve delineare le proprie stra­tegie, ma intanto è certo che non ci sarà la ricandidatura di Luigi Gandolfi. Il centrodestra, dopo l’accordo PdlLega, si presenterà unito. Gian Luca Manzini, pre­sidente della Pro Loco, potrebbe essere il quarto candidato. 
 MEDESANO 
  Due liste o quattro? Di sicuro si ricandiderà il sindaco uscente Roberto Bianchi, ma è ancora da chiarire se avrà o meno al suo fianco la Lega (più sì che no, stando alle dichiarazioni del se­gretario provinciale Roberto Corradi), che chiede comunque vicesindaco e due assessori, oltre a due consiglieri. Stesso dubbio a sinistra, dove Pd e Rifondazione comunista potrebbero correre separati oppure stringersi attor­no a una candidatura forte, con l'obiettivo di ribaltare il risultato delle elezioni precedenti. 
 MEZZANI 
  L’unica certezza è che sta per concludersi l’era di Meuccio Ber­selli, il quale lascerà anche in caso di via libera al terzo mandato, puntando piuttosto ad un ruolo di peso in Provincia. Sul suo succes­sore c'è la massima incertezza. Lo stesso Berselli, del resto, ha fatto tre nomi: Giacomo Conti, Liana Lambertini e Romeo Azzali (que­st’ultimo non iscritto al Pd). C'è da dire che sul versante del centro­destra non si può parlare di gran­de coesione: Pdl e Lega sembrano destinate a percorrere strade di­verse, ma il Pdl potrebbe anche appoggiare un candidato come Romeo Azzali: e questo spariglie­rebbe le carte fra i due schiera­menti. Su Azzali potrebbe punta­re anche la lista civica del movi­mento “Terre nostre”, che fa capo all’ex leghista Corrado Corradi. 
 MONCHIO 
  Il sindaco si chiamerà Clau­dio? Il primo cittadino uscente, Roberto Cavalli, ha passato la mano e ha lanciato la candida­tura dell'amico bancario Clau­dio Moretti. Sarà probabilmente quest'ultimo a vedersela forse con un altro Claudio, l'ex sindaco Riani, detronizzato da Cavalli cinque anni fa. Il centrodestra potrebbe però proporre anche un altro nominativo.
 
MONTECHIARUGOLO 
  Qui le primarie sono già fis­sate. A correre saranno in quat­tro: Aldina Bocchi, Brenno Bu­ratti, Luigi Buriola e Maurizio Olivieri. Anche sul fronte opposto ci sarebbero 23 pretendenti: ma a monte dei nomi il Pdl (uno dei più accreditati è Paolo Carama­schi) si dovrà decidere se puntare su una lista civica o di partito. 
 NOCETO 
  L'unica cosa certa è che Fabio Fecci non sarà più sindaco. Al suo posto, il centrodestra po­trebbe proporre Giuseppe Pel­legrini oppure Arnaldo Morsia o Lorenzo Ghirarduzzi. Nel cen­trosinistra fino ad ora non emer­gono candidature. 
 PALANZANO 
  Carlo Montali pare disponi­bile a ripresentarsi nell'eventua­lità del terzo mandato. In caso contrario, il candidato del cen­trodestra potrebbe essere l'as­sessore Danilo Bizzarri. Sul fron­te opposto si fanno i nomi di Agostino Maggiali, che però si è detto troppo preso da problemi di lavoro e di Pierdomenico Belli. Non esclusa nemmeno la can­didatura di Roberto Dalcielo. 
 PELLEGRINO 
  Roberto Ventura, attuale sin­daco di centrosinistra, potrebbe trovarsi di fronte un esponente di centrodestra di Varano Melegari. 
 POLESINE 
  Andrea Censi (Pd), il sindaco più votato nel 2004, non conosce ancora il nome dell'avversario. 
 ROCCABIANCA 
  Giorgio Quarantelli è partito alla ricerca del bis. Era pratica­mente scontato, ora è anche uf­ficiale: e con lui si ripresenterà, al completo, la squadra che lo ha affiancato nella legislatura uscente. Non ancora chiare le manovre dell'opposizione. Pare da escludere una candidatura di Angela Fornia, che ha esaurito i due mandati a Sissa. 
 SISSA 
  Il centrosinistra conta di ri­conquistare il palazzo municipa­le affidandosi a Licinio Mazzetta. La maggioranza uscente potreb­be puntare su Grazia Cavanna.
 
SORBOLO 
  Avversari in casa, per il sin­daco uscente Franco Picelli: la sua ricandidatura dovrà passare dalle primarie, in cui si troverà di fronte l’assessore Angela Zani­chelli e il consigliere Nicola Ce­sari. Ogni tentativo di mediazio­ne, per ora, è fallito. Nei prossimi giorni il Pd incontrerà gli altri partiti del centrosinistra per va­lutare l’ipotesi che le primarie siano di tutta la coalizione. Sul fronte opposto, probabilmente due liste, una della Lega Nord e una civica di area Pdl. 
 TERENZO 
  Maria Cattani ha già dato la propria disponibilità per tentare di succedere a se stessa alla guida del centrosinistra. Difficile per ora prevedere cosa faranno i rap­presentanti delle tre liste che cin­que anni fa uscirono sconfitte. 
 TIZZANO 
  Daniela Torri potrebbe essere la candidata del centrosinistra, anche se nel caso in cui il terzo mandato non fosse più vietato il Pd si troverebbe di fronte all'al­ternativa di riconfermare Gual­tiero Ghirardi. Pdl e Lega sem­brano voler correre assieme. 
 TORNOLO 
  Il sindaco in carica, Alessan­dro Cardinali è tuttora ricove­rato nel reparto di Cardiologia del «Maggiore» in seguito ad un malore accusato una decina di giorni fa. Ciò non dovrebbe co­munque ostacolare una sua can­didatura nel caso in cui dal Par­lamento arrivasse il via libera al­l'abolizione del limite dei due mandati per i Comuni più pic­coli. Attualmente è difficile in­dividuare suoi possibili avversa­ri. Il centrodestra potrebbe af­fidarsi al giovane ex segretario giovanile provinciale dell'Udc Mirko Dolfen, ora membro del consiglio regionale. 
 TORRILE 
  Dopo Buttarelli, Alessandro Fadda. E se la scelta del Pd è ormai ufficiale, anche sull'altro fronte c'è una novità importan­te: l’alleanza fra Pdl e Lega, che l’hanno annunciata ufficialmen­te. Sul nome ancora nulla è tra­pelato, tranne che sarà una per­sona del territorio. Intanto, An­drea Galvani, capogruppo di mi­noranza uscente ha detto che la sua lista punta a continuare l'e­sperienza in corso. Salvo sorpre­se, le liste saranno quindi tre. 
 TRECASALI 
  Nicola Bernardi ci sarà. Il pri­mo cittadino di centrosinistra conta di restare in sella un altro quinquennio. Il centrodestra tenterà di sbarrargli la strada unendo le forze del Pdl e della Lega, ma non è ancora chiaro chi guiderà l'assalto al fortino del Pd. 
 VALMOZZOLA 
  Due candidati sicuri ed un possibile terzo incomodo. Ovve­ro: Giovanni Cupri sarà il can­didato dell’attuale opposizione; il vice sindaco Claudio Alzapiedi (salvo la possibilità di un terzo mandato per Gabriella Olari) potrebbe essere il rappresentan­te della maggioranza uscente; ma potrebbe esserci una terza lista. 
 VARSI 
  Giorgio Bertorelli ha già quasi pronta la squadra di centrode­stra: aspetta solo l'ufficialità del via libera al terzo mandato per presentarla. I suoi oppositori po­trebbero fare capo a Osvaldo Ghidoni assessore uscente; An­gelo Peracchi responsabile dell’area manager export di Par­malat e Attilio Pellegrini ex ca­pogruppo di maggioranza di­missionario. 
 ZIBELLO 
  Nel paese del culatello non si fanno complimenti. Il sindaco uscente Manuela Amadei vuole tenere stretta la fascia tricolore per cinque anni ancora, ma sulla sua strada incontrerà il cugino Davide Maestri, già sindaco del­la vicina Polesine. La Lega Nord minaccia di fare da terzo inco­modo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • www.gazzettadiparma.it

    07 Giugno @ 12.02

    Per gigi: come può notare dalla data vicino alla testata PROVINCIA-EMILIA, questo articolo è del 5 febbraio 2009. Nel frattempo la Gazzetta e il nostro sito hanno pubblicato tutti gli aggiornamenti sui Comuni (e non solo): candidati e liste, articoli e video-interviste. Trova tutto nella sezione speciale www.gazzettadiparma.it/elezioni. Si può raggiungere anche dalla home page.

    Rispondi

  • pier luigi

    06 Giugno @ 23.47

    terenzo: siete rimasti alle vecchie elezioni le liste contrarie alla cattani sono due non tre come da voi dichiarato.

    Rispondi

  • PLUTO

    11 Febbraio @ 12.09

    Be\', adesso non esageriamo: escluderei invece tutti quelli che hanno già avuto incarich politico-amministrativi retribuiti.\r\nBasta con il percorso tipo: assessore poi sindaco poi ass. prov., poi di nuovo sindaco perchè si interromponio i 10 anni e poi magari consigliere regionale e via di questo passo.\r\nCosì si forma la casta che ci governa.\r\nQuesto è il fattore negativo alla base, a mio parere, dello sfacio politico italiano non i cinquanta o i quaranta anni.\r\nGM\r\n

    Rispondi

  • Valmozzola

    05 Febbraio @ 16.55

    Speriamo proprio che la questione del terzo mandato non vada in porto.......... Non se ne può più!!!

    Rispondi

  • Franco

    05 Febbraio @ 11.40

    La mia proposta è quella di eliminare tutti i candidati che hanno più di cinquant'anni. Destra o sinistra che siano. Largo ai giovani !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sara in campo per i diritti dei sordi

Social network

Sara Giada Gerini in campo per i diritti dei sordi: il video è virale

Tra piscina e montagna: foto da Palanzano

Pgn

Tra piscina e montagna: foto da Palanzano 

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Foto dalla pagina Facebook ufficiale di "Malena"

BARI

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

PARMA

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

Lealtrenotizie

Legionella, un 73enne in gravi condizioni

ALLARME

Legionella, un 73enne in gravi condizioni

San Leonardo

Quattordicenne rapinato in pieno giorno

Pallavolo

Un codice etico per le società

L'INTERVISTA

Corapi: «Vietato fermarsi»

CARIPARMA

In mostra le grandi opere di Maria Luigia

Allarme

Un topo al nido Zucchero Filato

Mezzani

Spaccata al bar ElyRose

Proposta

«Il Sant'Ilario 2017 a Giulia Ghiretti»

Parma

Legionella: ancora nessuna certezza sulle cause del contagio Video

1commento

Inquinamento

Limitazioni al traffico e domenica ecologica anche a Parma

La mappa dell'area "off limits" per i veicoli inquinanti 

Parma

Botte e offese alla figlia 12enne: madre violenta condannata a due anni

1commento

Video

Anteprima Gazzetta: 14enne minacciato con coltello e rapinato

Fidenza

L'addetto ai parchimetri col vizio delle slot si intasca 46 mila euro

Un 35enne era accusato di peculato e ha patteggiato due anni e mezzo

PALLAVOLO

Ragazzine deferite, guerra aperta tra Coop e Energy

15commenti

Testimonianza

Motore in fiamme durante il decollo: «Mezz'ora di terrore»

Parma

A scuola si fa... la pigiatura dell'uva Foto

I bambini dell'istituto comprensivo di via Montebello hanno celebrato così la festa dei nonni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Se l'uomo è peggio di una bestia

PREVIDENZA

Pensioni: ecco le novità 

ITALIA/MONDO

Omicidio Rea

Parolisi perde i gradi militari

disastro

Treno dei pendolari deraglia in New Jersey: un morto e 108 feriti Foto

SOCIETA'

Auto

Salone di Parigi: tutti vogliono l'elettrico Foto

CASSAZIONE

La ex convive? Perde per sempre il diritto all'assegno

SPORT

Sport

Giulia Ghiretti ricevuta al Quirinale

tg parma

Parma, Apolloni prova il 4-4-2 Video

CURIOSITA'

gazzareporter

Cartoline con "rudo" da via Venezia

1commento

foto parmigiana

Amatrice, quel guanciale-simbolo ritrovato tra le macerie e donato ai soccorritori

1commento