21°

31°

Provincia-Emilia

Valceno, "no" all'Unione dei Comuni

Valceno, "no" all'Unione dei Comuni
Ricevi gratis le news
0

Gaetano Coduri
I Comuni della Valceno hanno fatto sfumare la possibilità di aggregarsi in Unione di Comuni per l’esercizio associato delle funzioni e dei servizi sulla base di quanto disposto dalla legge regionale del 10 giugno 2008 in materia di riordino territoriale, autoriforma dell’amministrazione e razionalizzazione delle funzioni.
La normativa, per favorire la valorizzazione delle zone montane e l’esercizio associato di funzioni comunali, prevedeva di poter ridelimitare gli ambiti territoriali delle Comunità montane.
Le proposte arrivate da Bologna ma non accolte dagli amministratori della Valceno, erano quelle di poter scegliere se sciogliere la Comunità montana e trasformarla in Unione di Comuni anche allargata ad altri territori oppure optare per la fusione in un unico Comune montano di Comuni facenti parte della Comunità montana che conseguentemente sarebbe stata soppressa.
Decisioni che dovevano essere prese distintamente dai consigli comunali entro la fine di gennaio 2009. Ma i Comuni di Bardi, Bore, Pellegrino e Varsi hanno approvato nelle rispettive sedute di consiglio il mantenimento della Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno anche se in un primo momento pareva che gli amministratori di Bore e Varsi fossero intenzionati a spingere verso l’unione dei Comuni della Val Ceno; sfumata per mancanza di dialogo con i Comuni «parenti» che invece puntavano al mantenimento del distretto montano ovest.
«Noi volevamo l’unione dei comuni della Val Ceno ma siamo stati costretti ad approvare il mantenimento della comunità montana visto che non tutti i comuni vicinali erano in sintonia con noi - ha detto il sindaco di Varsi Giorgio Bertorelli - con una delibera di consiglio comunale abbiamo però lasciato mandato alle future amministrazioni di riprendere in considerazione tale opportunità che garantirebbe maggiore forza politica alla Val Ceno e l’unione e gestione unica dei servizi».
 Anche il sindaco di Bore Fausto Ralli approva il parere del collega Bertorelli e commenta: «Occorre che in Val Ceno si arrivi a pensare di fare una progettazione unica, trovare una soluzione ai problemi e stabilire una forza territoriale.  Con amarezza abbiamo approvato il mantenimento della comunità montana ma con l’impegno che in un futuro, in tempi concreti si possa arrivare in toto ad un accordo per il bene della nostra valle».
 Diffidenti invece i sindaci di Bardi e Pellegrino che non condividono le proposte dei colleghi. «L'unione dei comuni della Val Ceno per la gestione in comune di servizi può anche essere fattibile ma non ne vedo la necessità - dice il sindaco di Bardi Pietro Tambini - anche perché avrebbe un costo assolutamente maggiore e gravoso per le casse dei singoli comuni».
In linea con Tambini anche il sindaco Ventura di Pellegrino che dice: «Per ora non c'è necessità, se si vuole ragionare in un’ottica di unione dei servizi si potrebbe incominciare a capire se unendo qualche servizio, funziona ed è fattibile in termini economici». Scelta giusta o sbagliata: è questo il punto in discussione ma la prova del nove potrebbe essere quella di provare a capire se unendo qualche servizio il piano reggerebbe.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Lutto

Morto Maurizio Carra

Teatro

E' morta l'attrice Tania Rochetta

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti