12°

23°

Provincia-Emilia

Lorenzo e i suoi vent'anni: la speranza è a Fontanellato

Lorenzo e i suoi vent'anni: la speranza è a Fontanellato
Ricevi gratis le news
0

di Chiara Cacciani
Questa è la storia di un «sonno» improvviso e di un risveglio quasi insperato. Di un ragazzo di 20 anni che ora lotta per riprendersi  la sua vita dopo più  un mese e mezzo di coma farmacologico e di convivenza con una malattia ancora «fantasma». 
E di due giornali - «La Nazione» e la «Gazzetta di Parma»- che si sono alleati per riuscire a dare un domicilio alla speranza: Fontanellato. In quel «Centro Cardinal Ferrari» che i medici hanno individuato come la luce più forte in fondo al tunnel di sofferenza vissuto da Lorenzo e dai suoi genitori. Una luce  che per giorni è sembrata irraggiungibile.
  Ma partiamo dall'inizio: da quei primi di dicembre in cui Lorenzo, livornese di Antignano, sportivo, un lavoro in un pub, è a sciare con gli amici. L'ultima discesa sugli sci è anche la prima discesa negli inferi di una malattia che ancora oggi non ha un nome e un perchè. Inizia con un improvviso  attacco epilettico, preludio a una lunga serie di episodi simili e sempre più gravi.  Arrivano la Tac, la risonanza magnetica, i primi medicinali. Ma in poco tempo è necessario il ricovero.
La discesa verso le tenebre continua: Lorenzo passa dal reparto di Neurologia alla Rianimazione, non riesce più a parlare, gli occhi si chiudono  per diversi, lunghissimi giorni, il suo corpo non risponde più agli stimoli. I maggiori esperti di neurologia italiani vengono interpellati uno dopo l'altro. Si parla di un virus  sconosciuto, di una patologia rara e perciò più difficile da combattere. Passa Natale, arriva Capodanno, e l'Epifania - a casa di Lorenzo -si porta via le feste più tristi di sempre.
      Poi uno squarcio nel buio: Lorenzo che apre gli occhi. Che dopo un giorno beve qualche goccia d'acqua. E poi arrivano  un cucchiaio di marmellata, un po' di gelato. E il sapore buono della speranza. Una speranza che porta a Fontanellato: il primario dell'ospedale livornese consiglia ai genitori di portare Lorenzo al Cardinal Ferrari.  «Purtroppo per il momento non ci sono posti letto disponibili», è la «sentenza» dei registri amministrativi di fronte alla richiesta arrivata  dai genitori del ragazzo. Ma il papà non si dà per vinto, e il 2 febbraio - sulle pagine della «Nazione» - lancia il suo appello: «Chiediamo a tutti una mano. Vogliamo riportare al più presto a casa nostro figlio».
La mano tesa è più vicina di quel che l'uomo possa immaginare. I giornalisti della «Nazione» prendono a cuore la vicenda di Lorenzo e a loro volta chiedono aiuto: ai colleghi che meglio conoscono  la preziosa realtà del Cardinal Ferrari, ossia la «Gazzetta di Parma». Il ponte di solidarietà è costruito a tempo di record. Il risultato? Ieri Lorenzo ha raggiunto la Bassa  e stamattina sarà visitato  dai medici della struttura guidati dal primario Antonio Detanti. Che lo accompagneranno nel lungo viaggio verso casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

IL RISTORANTE

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

3commenti

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

39commenti

san leonardo

Nel casolare scoperte 5 persone (2 bimbi) e condizioni disumane

8commenti

anteprima gazzetta

Tante truffe, quando i tecnici veri suonano e si trovano una pistola finta

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

elettricità

Il guasto è nel campo coltivato: black-out nella zona di Gaione

incidente

86enne in bici urtato da uno scooter in via Baganza: è grave

1commento

annuncio

Parma si candida a capitale italiana della cultura 2020

8commenti

Economia

Banca di Parma entra in Emil Banca

inchiesta

Milioni nascosti al fisco, Zamparini: "Nessuna attività illecita"

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

11commenti

viabilità

Grosso ramo caduto in strada: chiusa per un'ora via Gramsci

2commenti

Ponte chiuso

La sindaca di Colorno: «Un ponte di barche per le auto»

5commenti

serie b

Parma-Empoli: dalle 17.30 «isola analcolica» e stop alle lattine

Dalle 20.30 la cronaca in diretta sul sito

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

MESSICO

Terremoto devastante di 7.1. Molti morti. Le prime immagini Video

ONU

Trump: "Se la Corea del Nord attacca la distruggiamo"

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

Inghilterra

In due aggrediscono autista: ma lui è esperto di arti marziali Video

USA

Toys R' Us getta la spugna: chiesta la bancarotta

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...