Provincia-Emilia

«Mio figlio Lorenzo, rinato dopo il coma»

«Mio figlio Lorenzo, rinato dopo il coma»
Ricevi gratis le news
0

Ilaria Moretti

Non c'è musica più bella per Angelo che la voce del figlio. Mentre il giovane Lorenzo «dormiva», imprigionato negli abissi del coma, lui e la moglie Claudia vegliavano accanto al ragazzo, sperando che dalle sue labbra mute potesse uscire d'improvviso un suono, una parola. E quando quella parola è arrivata, dice Angelo - gli occhi che non trattengono le lacrime - «è stato come se mio figlio fosse rinato». Lorenzo, 21 anni il 10 marzo, è il giovane livornese di Antignano che da giovedì (come già raccontato dal nostro giornale) è ricoverato al Centro Cardinal Ferrari di Fontanellato, grazie anche all'intervento di due giornali - «La Nazione» e la «Gazzetta di Parma» - che si sono mobilitati per aiutare questa famiglia in difficoltà. Ora è sveglio, parla e ha tanta voglia di rimettersi in piedi. Lo racconta il papà, lo sguardo intenso di chi ha vissuto sospeso tra terrore e speranza. Di chi d'improvviso ha visto infrangersi quei giorni meravigliosi che la gente fortunata - senza riflettere - liquida come «banale normalità». «Lorenzo - spiega papà Angelo - è un ragazzo attivo: lavora e studia Scienze della comunicazione all'Università, ama il surf e lo snowboard». Ed è proprio durante una giornata sulla neve all'Abetone, i primi di dicembre, che Lorenzo, mai avuto problemi di salute, ha la prima avvisaglia di quella malattia misteriosa che lo avrebbe tormentato nei mesi successivi. «In fondo alla pista si è sentito male - ripercorre il padre -, gli amici che erano con lui lo hanno subito soccorso e hanno parlato di un attacco di epilessia». Un primo controllo non rivela niente di strano, ma qualche giorno dopo Lorenzo torna a stare male e viene ricoverato in ospedale a Livorno: «Aveva degli svenimenti improvvisi - racconta Angelo -, ha fatto la Tac e la risonanza magnetica per ben sei volte ma non risultava niente che potesse giustificare quello che gli stava accadendo».

Al ragazzo vengono somministrati farmaci anti epilettici ma la situazione non migliora: «Ha cominciato a perdere l'uso della parola e del braccio destro». Si inizia a parlare di un virus misterioso. «Lorenzo era impaurito, nei momenti di lucidità ci chiedeva cosa gli stava succedendo, non capiva». Dopo Natale la situazione precipita e Lorenzo dalla Neurologia finisce in Rianimazione: ci rimarrà 45 giorni, molti dei quali in coma farmacologico. «Gli facevano due elettroencefalogrammi al giorno, sono stati momenti durissimi. Abbiamo anche pensato che potesse rimanere in uno stato vegetativo». Per un attimo la voce del papà si interrompe. Poi riprende: «Non abbiamo mai perso la speranza e dopo l'Epifania, finalmente, c'è stato un miglioramento, anche se quando i medici hanno smesso di sedarlo, Lorenzo non si è svegliato subito». Ma mamma e papà non hanno perso la speranza: «Gli facevo ascoltare le voci registrate degli amici e gli portavo le vecchie fotografie e lui per un poco sollevava le palpebre». Poi la ripresa: «Ha cominciato a tenere gli occhi socchiusi, a dire sì e no con un cenno del capo». E poi il «miracolo», la sua prima parola, dopo quel lungo silenzio: «Ha detto “marmellata” - spiega il padre - e gliela hanno dato subito, nonostante fosse intubato». Dalla Rianimazione Lorenzo torna in Neurologia, poi i medici consigliano ai genitori il trasferimento al «Cardinal Ferrari», eccellenza italiana nel campo della riabilitazione neurologica.

Grazie anche a «La Nazione» e alla «Gazzetta di Parma» si supera l'ostacolo della mancanza di posti letto disponibili. «Ci troviamo bene, ma sono solo i primi giorni e di fatto dobbiamo ancora cominciare la riabilitazione. Lorenzo è un ragazzo forte: subito dopo il risveglio ha voluto mangiare e bere da solo. Dice che la cosa importante ora è guarire. Il peggio è passato e non dovrebbero esserci conseguenze». Il caso è completamente diverso, ma ogni volta che si parla di coma in questi giorni è impossibile non pensare a Eluana: «Non si può dare un giudizio - riflette Angelo - in certe situazioni ti ci devi trovare per poterle capire. Pensi sempre che a te non possa capitare nulla ma non è così e allora scopri quanto contino le cose “normali”».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

parmense

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Continuano le segnalazioni di black-out

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS