12°

Provincia-Emilia

Piano energetico, un passo avanti

Piano energetico, un passo avanti
0

Un altro passo avanti verso il risparmio energetico. Entra nella fase più operativa il cammino verso il “Piano provinciale per il risparmio energetico e la promozione delle fonti rinnovabili”, avviato dalla Provincia da oltre un anno. Un cammino che ha come obiettivo ultimo l’adozione e la successiva approvazione di un piano innovativo, volto in ultima analisi alla riduzione drastica delle emissioni di Co2 in atmosfera e al raggiungimento di una maggiore autosufficienza del nostro territorio in termini energetici, con l’auspicata diffusione dell’impiego delle fonti rinnovabili.

Oggi in Provincia si è segnata una tappa importante di quel cammino: si è chiusa infatti la Conferenza di pianificazione, convocata per discutere e concertare il Piano energetico. Della Conferenza fanno parte i Comuni, le Comunità montane, i Parchi, l’Arpa, l’Ausl, la Regione e le Province contermini, che hanno partecipato a un percorso in più incontri (avviato lo scorso 18 dicembre confrontandosi soprattutto sulla “variante” al Ptcp (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) resa necessaria dalla strutturazione del piano energetico: una variante volta a permettere una localizzazione e regolamentazione delle installazioni di impianti di produzione di energia rinnovabile in completa armonia con tutte le emergenze e le valenze ambientali del territorio provinciale. La “variante” al Ptcp, in particolare, andrà a regolamentare la localizzazione sul territorio degli impianti eolici, a biomasse, fotovoltaici, idroelettrici e geotermici.

“Con il piano energetico concludiamo un percorso di pianificazione molto importante condotto in questi anni: dopo i piani relativi ai rifiuti, alla qualità dell’aria, alle attività estrattive e alla tutela delle acque ecco dunque ora quello sull’energia, per il quale abbiamo adottato ancora una volta il metodo della concertazione e della partecipazione, in cui crediamo da sempre”, ha detto oggi al termine della riunione l’assessore provinciale all’Ambiente Giancarlo Castellani, che ha illustrato il prossimo iter del piano: “Dopo la tappa di oggi, estremamente importante, il piano dovrà andare in Consiglio provinciale, il 21 aprile, per l’adozione. Poi ci sarà un periodo di tempo in cui potranno essere presentate osservazioni, e infine si passerà all’approvazione, che però sarà compito della prossima legislatura. Noi possiamo dire che a chi arriverà dopo di noi lasciamo un’eredità di rilievo: questo è il primo piano energetico provinciale, un’azione innovativa che ci auguriamo possa essere colta da tutti. Mettiamo a disposizione dei cittadini della nostra provincia uno strumento di sviluppo molto importante. Nel percorso di concertazione condotto fin qui abbiamo trovato molta disponibilità e attenzione: c’è una consapevolezza diffusa che questo piano rappresenti un’opportunità significativa per il nostro territorio, non solo in termini ambientali ma anche in termini occupazionali. Quello delle fonti rinnovabili è infatti un settore di attività nuovo che può creare lavoro”.   In parallelo con la variante al Ptcp, parte più propriamente “normativa” e di regolamentazione, la Provincia sta lavorando a quella che sarà invece la parte più programmatica del Piano energetico provinciale, nella quale entreranno azioni di diretta ricaduta sui cittadini e sulle imprese del territorio. Si sta lavorando a diversi tipi di azioni: semplificazioni procedurali e amministrative; agevolazioni e finanziamenti; formazione e informazione.

Per le semplificazioni procedurali e amministrative, ad esempio, si sta lavorando alla redazione di un testo unico delle procedure autorizzative per gli impianti da fonti rinnovabili. Per le agevolazioni e finanziamenti le iniziative in cantiere spaziano dall’istituzione di un “Programma provinciale di finanziamento per interventi di risparmio ed efficientamento energetico e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici” alla stipula di accordi con istituti di credito per l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato e costruzione di pacchetti ad hoc, fino all’istituzione del programma di adeguamento delle strutture di proprietà della Provincia di Parma, con particolare riferimento alle scuole superiori. Per la formazione e informazione si va dalla stipula di accordi con le associazioni di categoria e gli ordini professionali per la realizzazione di piani formativi annuali alla creazione delle rete provinciale dei Poli informativi, fino alla creazione di poli tecnologici dimostrativi che concentrino in un unico sito più soluzioni impiantistiche di fonti energetiche rinnovabili e di risparmio energetico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

6commenti

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

6commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

carabinieri

Spara un razzo fra la folla: era appena uscito dal carcere

Arresto bis, dopo meno di due mesi: 20enne tunisino in via Burla. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia