22°

32°

Provincia-Emilia

Energia pulita: la Provincia detta il piano regolatore

Energia pulita: la Provincia detta il piano regolatore
Ricevi gratis le news
0

Pierluigi Dallapina


Meno ciminiere e meno burocrazia, ma più energia «pulita». Per abbattere i livelli di inquinamento, la Provincia punta tutto su sole, acqua, vento, biomasse e geotermico, come dimostrano gli obiettivi del «Piano provinciale per il risparmio energetico e la promozione delle fonti rinnovabili», contenuti nel verbale conclusivo della Conferenza di pianificazione e siglati ieri mattina dai comuni del territorio, comunità montane, parchi, Arpa, Ausl, Regione e province confinanti. Prima di essere pienamente operativo, il Piano energetico approderà nel consiglio provinciale del 21 aprile per l'adozione, sarà sottoposto alle osservazioni di imprese, pubbliche amministrazioni e cittadini, e solo a questo punto verrà approvato.
«Il piano stabilisce in quali zone del territorio si possono realizzare gli impianti per produrre energia con le fonti rinnovabili», spiega l'assessore all'Ambiente Giancarlo Castellani, che  paragona il documento a una sorta di piano regolatore dell'energia pulita, realizzato grazie al coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.
Ed è proprio per la sua capacità di pianificazione che il Piano energetico rappresenta una variante al Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp), in quanto stabilirà che tipo di impianto si può costruire in una determinata zona. In base alle previsioni dell'amministrazione, il territorio della provincia dovrà ridurre l'inquinamento atmosferico e aumentare l'autosufficienza energetica grazie alla costruzione di impianti eolici, a biomassa, fotovoltaici, idroelettrici e geotermici.
Una delle caratteristiche del Piano energetico è appunto quella di stabilire le zone dove installare gli impianti: per quanto riguarda l'eolico c'è il divieto di costruzione sui monti sopra i 1200 metri e nelle zone di tutela naturalistica e ambientale, mentre piccole centrali da un massimo di 20 kW di potenza potranno sorgere in parchi e riserve.
Anche per gli impianti idroelettrici esistono limitazioni nelle zone di tutela naturalistica, sic, zps e oltre i 1200 metri, mentre per quanto riguarda le centrali a biomasse, il materiale dovrà provenire esclusivamente dalle aziende agricole del territorio. Infine, gli impianti geotermici dovranno prestare particolare attenzione alla tutela delle falde acquifere, e il fotovoltaico non dovrà consumare suolo agricolo, preferendo il montaggio dei pannelli sugli edifici esistenti.
L'ultima novità del Piano riguarda lo snellimento delle procedure burocratiche per l'installazione degli impianti, i finanziamenti a favore delle fonti rinnovabili, un ammodernamento delle strutture della Provincia (soprattutto le scuole) e percorsi di formazione e informazione per gli addetti ai lavori.
«Siamo convinti che il Piano energetico – aggiunge Castellani – rappresenti un'opportunità lavorativa, perché lo sviluppo delle fonti rinnovabili è un settore nuovo in continuo sviluppo».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rochetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

viabilità

E' tempo di nuove partenze: traffico rallentato in A1 e Autocisa Tempo reale

INCENDI

Vasti focolai sulle colline di Reggio Emilia. Squadre anche da Parma

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti