20°

Provincia-Emilia

Cerri, nessun ripensamento. Per ora

Ricevi gratis le news
0

di Gianluigi Negri

Dopo cinque mesi di «guerra aperta» nei confronti di Cerri, ieri si è provato ad aprire l’ultimo tavolo di pace. L’esito, però, è stato infruttuoso. E la proposta del segretario del Pd fidentino Gabriella Bussandri di riprendere in considerazione, per l’ennesima volta, il famoso «terzo nome» non sarebbe neanche stata discussa. 
Oltre alla Bussandri, attorno al «tavolo» riunitosi a Felino, c'erano il sindaco dimissionario Giuseppe Cerri, il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il segretario provinciale del Pd Barbara Lori: un summit convocato d’urgenza, all’indomani del clamoroso ritiro della candidatura del vicesindaco Paolo Antonini, imposto come candidato del Pd dal direttivo del circolo fidentino il 23 febbraio.
 Che cosa farà Cerri?
 Costretto dagli eventi ad annullare la presentazione ufficiale della sua candidatura, già fissata ieri pomeriggio, Cerri con ogni probabilità andrà avanti per la propria strada. Dovrebbe cioè candidarsi senza il simbolo del Pd, con una propria lista di centrosinistra, nella quale confluiranno diversi esponenti del Pd (anche di area ex Ds) di spicco. E dovrebbe non ritirare le sue dimissioni da sindaco.
Se facesse passi indietro proprio ora, manderebbe in fumo il suo progetto nuovo e alternativo: un progetto che pare essere uno dei motivi che hanno portato Antonini a ritirarsi, essendo dato come sconfitto in partenza.
 Cinque decisioni forti
Se l’entusiasmo intorno a Cerri sembra crescere, anche stando ai sondaggi, i motivi sono diversi. Sono almeno cinque le decisioni che hanno rafforzato la sua credibilità: il non assegnare il Psc nella primavera scorsa, la disponibilità alla ricandidatura per il Pd espressa alla metà di ottobre, il non aver voluto accettare in dicembre la sfida delle primarie «inutili e dannose» (lanciatagli dal vicesindaco Antonini), l’aver rassegnato le dimissioni una ventina di giorni fa, la sua quasi certa ricandidatura (libera, questa volta, dai vincoli e dalle imposizioni dei partiti).
Pd, dal sogno all'incubo
Dall’altra parte, il vicesindaco Antonini che si era presentato come uomo della «nuova speranza» ha involontariamente ottenuto l’effetto opposto: quello, cioè, di demolire il sogno del Partito democratico fidentino.
 La responsabilità non è chiaramente solo sua, ma anche del segretario Bussandri e di tutta la parte del direttivo che lo ha imposto, nonostante gli interventi regionali e provinciali.
La sfida lanciata a Cerri, per come è nata e per come è stata gestita, non poteva sortire effetti diversi dalla spaccatura del partito. Il ritiro della candidatura di Antonini, dopo che da tre giorni erano stati affissi i suoi manifesti elettorali, è l’ennesimo colpo alla credibilità di un Pd che ora si ritrova in ginocchio.
Arrivava da un consenso fortissimo (il 44 per cento del 2004, la somma dei voti di Ds e Margherita) e oggi, secondo un sondaggio commissionato dallo stesso Pd, Antonini avrebbe ottenuto solo il 15 per cento.
Un nuovo candidato nel Pd?
Se Cerri confermerà la sua lista, ciò che resta del Partito democratico fidentino avrà l’arduo compito di trovare un nuovo candidato. Chi accetterà l’impegno in simili condizioni?
 Il morale tra gli antoniniani è inevitabilmente a terra, e probabilmente toccherà a uno dei suoi sostenitori «ereditare» il titolo di candidato.
L'elemento di novità
Il vero elemento di novità della campagna elettorale 2009 è proprio il progetto politico del primo cittadino uscente.
 Cinque anni fa, con il suo partito (la Margherita), Cerri aveva solo l’8 per cento dei voti sul 60: gli ex Ds, Rifondazione e Città aperta avevano infatti il restante 52 per cento (dunque la maggioranza assoluta) e lo hanno fatto pesare durante tutto il mandato.
Con una sua lista, Cerri (che secondo lo stesso sondaggio sarebbe oggi al 28 per cento) punterebbe sull'esperienza per rinnovare e cambiare il modello dell’amministrazione, rimanendo comunque nell’ambito del centrosinistra.
Dall’altra parte, l’ingombrante presenza di Tedeschi, le situazioni «poco chiare» del Psc, le invasioni di campo di alcuni dirigenti denunciate dallo stesso sindaco avrebbero creato serie difficoltà ad Antonini nel far passare il suo progetto come un modello nuovo di governo.
Dimissioni: conferma o ritiro?
Nonostante le sempre più insistenti pressioni, Cerri difficilmente le ritirerà.
In ogni caso avrebbe tempo fino a domani sera. Dopodichè, nella giornata di martedì, dovrebbe arrivare il commissario prefettizio.
L'attacco di Gandolfi
L'assessore alla Pubblica istruzione Gandolfi nei giorni scorsi avrebbe mandato una lettera ai dirigenti scolastici, attaccando pesantemente il «suo» sindaco in merito alle dimissioni. Anche qui non mancheranno le polemiche, con il rischio che la missiva diventi un boomerang per lo stesso assessore.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

2commenti

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

4commenti

Euro Torri

Ruba una felpa e spacca una parete in cartongesso

Un giovane minorenne italiano

Via Bizzozzero

Auto pirata investe una bambina. Chi ha visto?

Appello della mamma della piccola

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

3commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

7commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

RUGBY

Doppia intervista: Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

GAZZAFUN

Lucarelli il migliore con l'Entella: consolida il primo posto

serie b

Le pagelle in dialetto

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro