17°

30°

Provincia-Emilia

Modena: blitz contro il clan dei Casalesi. Cinque arresti - Minacce a un magistrato

3

È cominciata all'alba una vasta operazione anticrimine della Polizia di Modena contro il clan camorristico dei Casalesi. I provvedimenti di fermo emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia (Dda) di Bologna sono cinque. Di questi, due riguardano agenti della Polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Modena. Le accuse sono di vario tipo tutte aggravate dalla partecipazione ad associazione di stampo camorristico. Numerosi sono i sequestri e le perquisizioni nell’ambito dell’operazione, denominata «Medusa». Sono stati sequestrati anche due club adibiti a sale da gioco.
L'operazione è scattata alla fine di un’indagine iniziata nel dicembre 2007, che ha consentito di riscontrare l’infiltrazione di esponenti del clan in provincia di Modena, oltre che nelle tradizionali attività estorsive, anche nell’apparato amministrativo ed in attività economiche di trasformazione, come la gestione di circoli privati.
Secondo quanto è emerso, alcuni esponenti dei Casalesi, detenuti nella Casa circondariale di Modena in regime di «alta sicurezza», con la compiacenza di due operatori della Polizia penitenziaria, impartivano ordini e direttive, sia per mantenere contatti con l’esterno (con la provincia di Modena e con altri centri dell’Agro Aversano), sia per la gestione di due circoli privati in provincia di Modena.

Dalle intercettazioni telefoniche che hanno permesso di effettuare gli arresti di oggi emergono anche le prove delle minacce fatte al magistrato di sorveglianza di Modena, che non aveva concesso permessi premio richiesti da affiliati al clan dei Casalesi. «Non ne vuole sapere proprio dei casalesi... eppure lo dobbiamo buttare con la testa sotto, quello lo deve capire... deve passare quel guaio, deve passare quello...», sono le frasi intercettate in cui gli affiliati parlavano del magistrato. Sulla base delle minacce rivolte, il Comitato provinciale Ordine e sicurezza pubblica di Modena dall'ottobre 2008 ha disposto un servizio di vigilanza, che è ancora attivo.
Intanto si è appreso che i due agenti della polizia penitenziaria arrestati (originari di Carinola e Caivano), facevano da tramite tra gli appartenenti al Clan in carcere e gli altri affiliati e avrebbero mantenuto tutti i contatti con l'esterno per le necessità dei detenuti. I due avrebbero permesso l' accesso all’interno della struttura penitenziaria di persone mai autorizzate e che poi avevano colloqui proprio con i detenuti affiliati ai Casalesi: così - secondo le indagini - dettavano regole all’esterno. In alcune occasioni, i due agenti avrebbero poi informato i soggetti del clan detenuti a Modena della possibilità di essere intercettati. I favori resi in carcere da uno dei due agenti della Penitenziaria - secondo l’inchiesta - erano stati pagati anche con la partecipazione alle quote di uno dei due circoli privati del Modenese (uno a Castelfranco Emilia ed uno a Carpi) che facevano capo ai casalesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salvatore pizzo

    10 Marzo @ 23.00

    Mi vorrei scusare nel commento che ho inviato prima è saltata qualche parola e ci sono caratteri grafici strani, dev'essere un problema informatico, tuttavia credo che i lettori comprendano il senso di ciò che volevo dire. salvatore pizzo

    Rispondi

  • salvatore pizzo

    10 Marzo @ 20.51

    Caro gior, per quanto riguada il caso specifico del Clan dei Casalesi, qualche parmigiano influente li ha importati deliberatamente nella vostra città, questi criminali non sono quelli che si vedono nei film, non si tratta di gente con le "coppole " parlano le lingue sono ben acculturati, hanno parlamentari di riferimento (lo dicono gli atti giudiziari) e nella vostra città hanno acquisito attività economiche, facendo affari con vostri illuminati concterranei. \\r\\nCi sono state numerose condanne perchè avevano deciso, di imporre un noto marchio lattiero della vostra città a suon di bombe contro le imprese del Sud!\\r\\nLa denuncia l\\\'ha fatta uno, del Sud, che cammina persino senza scorta. \\r\\nI soldi intrisi di sangue che prelevano forzatamente alla gente del Sud da noi di certo non li investono, lì portano nelle vostre città ( flussi che sono pari al bilancio di uno stato), e nelle banche compiacenti che certamente non sono meridionali. Non solo dobbiamo sopportare che il Clan dei Casalesi ci opprima armato come ll'esercito di uno stato, ma anche uno stato che deliberatamente protegge solo il Nord, dove i Casalesi portano i nostri soldi che danno lavoro in Settentrione, nel terziario, nell'edilizia e nell'industria (con prestanomi padani), nei vostri luoghi sicuri dove la quasi totalità di chi vi protegge, coloro veste una divisa, guardacaso viene dal Sud! Esportiamo i nostri soldi forzatamente prelevatici dai casalesi, e le nostre forze sane che lo stato spinge ad emigrare per meglio farci stritolare dalla Camorra! Si domanidi chi ha vantaggio di tutto ciò, quelli che si trovano un economia florida anche grazie alla malavita o quelli che vengono derubati dalla medesima malavita? Le popolazioni....ma ci faccia il piacere ha mai visto la gente uccisa con armi da guerra noi purtroppo sì! Le popolazioni...proprio a Parma, dove la mafia ha un volto chic, si dovrebbe tacere per pudore. Salvatore Pizzo - cronista di giudiziaria

    Rispondi

  • Giorgio Russo

    09 Marzo @ 13.01

    IN PASSATO si diceva che al sud non c'era lavoro o si lavorava male perchè c'era la mafia o la camorra. LE POPOLAZIONI SI SONO SPOSTATE PURTROPPO CON I DIFETTI. INFATTI HANNO ESPORTATO, anche con modi di fare e di vivere, consuetudini, DELETERIE CHE ROVINANO LE CITTA': MILANO, TORINO, BOLOGNA, MODENA, E...Parma. LA MAFIA E' INSITA IN PERSONE CHE in modo o nell'altro ovunque vanno la esportano.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

E' morto Roger Moore: l'ex James Bond aveva 89 anni

cinema

E' morto Roger Moore: è il primo addio a un protagonista di "007"

Il fiscalista di Corona: "faceva 130mila euro di nero al mese"

PROCESSO

Il fiscalista di Corona: "Faceva 130mila euro di nero al mese"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cher, a 71 anni look ose' a Billboard Music Awards

MUSICA

Cher, look osé. A 71 anni incanta ancora

1commento

Lealtrenotizie

Incendio all'ex scuola di Baganzola, in fumo l'archivio della Magnanini

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

2commenti

LEGA PRO

Il Parma vuole la qualificazione

1commento

tg parma

I tifosi crociati moderatamente ottimisti per il passaggio del turno Video

allarme

Sorbolo, non solo parkour. "Ora fingono di finire sotto le auto"

4commenti

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

8commenti

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

polizia

L' "ordinaria" sequenza di furti nei supermercati: denunciati in tre

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

Traversetolo

Spunta un villaggio neolitico sotto il futuro Conad

Fidenza

Bar «Spiga d'oro», due furti in quattro giorni

VIABILITA'

Industria 4.0 in fiera: code al casello di Parma

LANGHIRANO

Motorini, proteste per l'«invasione»

1commento

PERSONAGGIO

Picelli, il «vecio dei Capannoni» e la storia del quartiere Cristo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Garlasco

Omicidio di Chiara Poggi, Stasi fa ricorso straordinario in Cassazione

terrorismo

Italiano rapito in Siria riappare in un nuovo video

SOCIETA'

CESENA

La triatleta Julia Viellehner è morta: donati gli organi

avvistamenti

"Flottiglia di Ufo nei cieli di San Marino": le foto

4commenti

SPORT

Giro d'Italia

Dumoulin e i problemi intestinali: tappa a bordo strada Video

CESENA

Nicky Hayden: la famiglia acconsente all'espianto degli organi

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancor più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare