-1°

Provincia-Emilia

"Giochi di guerra" sulle colline di Salsomaggiore. Ed è battaglia...fra i lettori

"Giochi di guerra" sulle colline di Salsomaggiore. Ed è battaglia...fra i lettori
Ricevi gratis le news
31

Nella valle di Contignaco sono andati in scena i «giochi di guerra». Si sono sfidate 13 squadre di «soft air», una disciplina sportiva riconosciuta. Ci si sfida vestiti da soldati, imbracciando armi finte ma seguendo vere tattiche militari. Sulle colline salsesi si sono radunate 160 persone da tutta l'Emilia-Romagna.
La manifestazione poteva essere seguita dal pubblico. Il «soft air» è stato criticato dall'Anpi (l'Associazione nazionale partigiani) di Salsomaggiore: «La guerra è un gioco? Noi non lo crediamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Max

    03 Aprile @ 18.48

    Complimenti, ho trovato più violenza nei commenti dei critici che in quelli dei giocatori, alla faccia della violenza. Meditate gente, meditate...

    Rispondi

  • Francesco

    31 Marzo @ 22.13

    sono francesco, in gioco Condor, della squadra di parma che ha organizzato il torneo. rispondo solo per pietà a chi critica questo sport. voi ci accusate di non sapere cosa sia la guerra, e vi dirò che, grazie a Dio, io non ci sono mai stato e spero di non andarci mai, ma alcuni di noi lo sanno bene, xkè arruolati un tempo, e nonostante sappiano cosa sia la guerra, certo più di voi che insultate e basta senza conoscerci e senza conoscere il softair, vengono a giocare e divertirsi tutte le domeniche. voi ci criticate xkè dite di provare ad andare sulle colline senza nemici, senza accorgervi che noi non abbiamo MAI nemici, ma solo compagni di giochi e amici. avete mai sentito di risse, sputi insulti da parte di giocatori di softair o tifosi (in genere amici e parenti)? no, ovviamente, e questo perchè noi andiamo x giocare e divertirci assieme agli altri giocatori, con onestà e simpatia, così facendo tutti si divertono e il gioco è anche più bello e piacevole. andate a rompere le scatole fuori dagli stadi, per favore! là sì che ci sono guerre e guerriglie, con feriti e morti veri! solo una persona ha avuto la lealtà di dire che nel disprezzare il softair disprezza anche videogiochi come GTA, ma non tiene conto di un particolare: dove sta la violenza nel laciare dei pallini addosso a qualcuno, e una volta avrlo tolto dal gioco per qualche minuto chiaccherare e scherzare come se ci si conoscesse da 20, passarsi gli strumenti del mestiere x qualche prova, passarsi cibo (e a volte anche pallini) anche tra avversari, farsi una risata in compagnia? non ci sono sangue, macchine rubate, calci e pugni! il nostro è un'ambiente tranquillo dal quale gli esaltati vengono allontanati appena provano ad entrare: voi giochereste a calcio con un esaltato falloso? no, e nemmeno noi nel nostro sport. ripeto, la guerra vera è una cosa orribile, ma questa non è guerra, è un gioco. ci sono tante cose che uccidono nella vita, ma non per questo non usate jeep (sono nate x scopi militari! non potete usarle, nella realtà le usano x ammazzare!) o impedite ai vostri figli di giocare a guardi e ladri o nascondino (cavolo! simulano fuga dalle forze dell'ordine! educano a valori sbagliati!). gente, svegliatevi un pochino! e non cercate di venire a dire che non c'entrano, dato che sono simulazioni di guerra o furti tanto come il softair! come, non hanno la mimetica? ah, se è questo che fa la differenza andate a fare picchetti dalle case di moda, dato che molta della loro produzione si ispira all'ambiente militare, e non disturbate noi! e se uno di noi non concepisse la domenica in chiesa, o la domenica a casa da soli? sarebbe autorizzato a venire a casa vostra o a manifestare davanti alla vostra chiesa? è esattamente quello che fate voi, solo xkè senza conoscere nulla vi fate arbitri di ciò che è giusto. e infine, disconnettetevi da internet e buttate via il computer, sono simulazioni di macchinari creati a scopi militari (conoscete turing e von Neumann, o arpanet?) se siete davvero convinti delle vostre idee da dire che le nostre sono armi e lo sport è sbagliato xkè simula la guerra, liberatevi di quelle cose! ah, dite che quelle ormai sono oggetti prodotti x l'uso civile? vero, ma lo stesso vale per le ASG (air soft gun, le nostre repliche). voi che criticate, avete mai giocato a guardie e ladri o indiani e cowboy? i vostri figli non hanno nemmeno una pistola giocatto, di quelle rivoltelle da cowboy? se la risposta è sì, siete degli ipocriti a criticare noi x cose che voi fate, anche se solo in privato. noi le facciamo tra amici, ma cosa cambia? e nessuno sa cosa vuol dire domenica in famiglia più di noi. io vado a giocare con la morosa e il fratello minore, molti con fidanzate o figli, mentre le ragazze se non giocano si godono una mattinata all'aria aperta in luoghi meravigliosi in compagnia. e il pranzo tutti assieme (o il rinfresco offerto dalla squadra che ospita il torneo) è un'occasione per vedere che tutti, dall'ex militare al ragazzino delle superiori sono lì per divertirsi in compagnia. a tutti quelli che criticano rispondo: provate con noi una domenica, riflettete, e solo se poi non cambierete idea avrete aquisito il diritto di giudicarci, poichè potrete affermare con sicurezza di sapere di cosa parlate. e vedrete che saremo felici di avervi ospiti anche solo per una sola volta, che non sarete giudicati anche se resterete dell'idea che il nostro è un pessimo sport, che non troverete matti esaltati e che siamo gente per bene. se non provate x una questione di ideali o morale, o xkè domenica avete "di meglio" da fare, non criticateci, perchè non sapete di cosa state parlando. una sola domenica, non credo sarebbe un danno per la vostra famiglia provare una sola volta un'esperienza (che potrà essere positiva o negativa, lo deciderete voi). e magari vedrete che siamo più tolleranti, meno razzisti e più pacifisti di tanti sedicenti educatori, religiosi o associazioni varie. una sola domenica lasciando a casa ogni pregiudizio, è una sfida che lancio a tutti! siete abbastanza convinti delle vostre idee da provare?

    Rispondi

  • Salvatore

    24 Marzo @ 15.04

    Purtroppo la mamma degli ignoranti è sempre in cinta e scoprire solo ieri l'esistenza di un comitato "pacifista" anti soft air me ne ha dato la conferma. Però vorrei fare una piccola premessa, credo che il vero ignorante non sia colui che non sa , bensì colui che non sa e si permette di commentare e giudicare altre cose o persone. ora, io non riesco proprio ad immaginare quali brutte esperienze abbiano avuto con il soft air questi personaggi per crearne addirittura un comitato ma giusto per precisare alcuni punti importantissimi e fondamentali.. Anche se alcuni già citati: Il soft air è uno sport riconosciuto dal c.o.n.i. con un proprio ordinamento e regolamento nazionale istituito dall’A.N.S.W.G. che non ha nulla a che vedere con la guerra nonostante apparentemente la simuli per via del vestiario ed accessori; lo conferma il fatto che TUTTI i giocatori tornano sempre a casa la sera dalle proprie famiglie e tutti sani e salvi; inoltre, è un ottimo modo per fare gruppo e godersi anche una bella mangiata all'aria aperta senza mai lasciare spazzatura in giro come invece a volte capita ad alcuni campeggiatori "distratti".. E proprio perché si svolge prettamente nella natura, non potete immaginare quanto possa dare fastidio respirare la scia di smog lasciato da sciami di motociclisti dove alle volte qualcuno cade in salti “spettacolari” e si fa pure molto male... ma ai “pacifisti” questo non interessa in quanto presumo non siano ne ambientalisti ne infermieri.. (premetto che non ho nulla contro i motociclisti) Come giustamente è stato scritto sopra riguardo al gioco calcio, ebbene, lì per esempio regna la violenza anche tra i giocatori stessi, si insultano e spesso e volentieri si fanno male sul serio senza parlare dei i tifosi dentro e fuori lo stadio, eppure i bollettini post domenicali parlano (purtroppo) di morti e vere e proprie guerriglie urbane.. Peggio ancora, nessuno si lamenta della boxe dove questi signori che si fanno chiamare "sportivi" si colpiscono davvero, esprimono violenza esplicita, si fanno malissimo, grondano di sangue durante gli incontri, arrivano a fine gara con le palpebre e visi pieni di ematomi, nasi rotti, sopraciglie spaccate, molti con danni cerebrali permanenti ed irreversibili ma nessuno grida allo scandalo... a già è vero, li girano i miliardi e giustamente non si può togliere il divertimento a chi ci scommette sopra dei soldi nelle agenzie preposte o su molti siti dedicati.. Come probabilmente non interessa quando i propri figli poi fanno a cazzotti a scuola imitando quei modelli visti in TV Chiusa questa parentesi dove spero qualche pacifista ipocrita rifletta vorrei fare io una domanda: avete mai sentito la frase "prima prova e poi giudica?" eppure i nostri genitori c’è lo dicevano sin da piccolini quando non volevamo mangiare qualcosa dicendo che ci faceva "schifo" ancor prima di averlo assaggiato per poi scoprire magari che quella roba apparentemente non gradita non era poi così male? ... ..Infatti non è un caso che molte persone che vedevano questo gioco con sospetto, una volta provato, si ricredevano ammettendo fosse davvero divertente, ma soprattutto rendendosi conto che “guerra” non c'entrava proprio nulla con tutto ciò, in quanto non c’era né violenza, né odio nei confronti dell'avversario ma solo la voglia di giocare, e magari di vincere una gara.. come in ogni disciplina agonistica.. ..forse nessuno lo sa, ma non vi è alcun contatto fisico tra giocatori, ma vige solo l’autodichiarazione e quindi l’onesta da parte di un giocatore di uscire dal gioco sino al game successivo una volta eliminato. Sono stato un militare quando il servizio di leva era ancora obbligatorio, ed il nostro reggimento fu assegnato alle interforze O.N.U. in missione umanitaria in Mozambico e… il solo sentire certe domande che fanno rabbrividire del tipo: "perchè non vi arruolate in un corpo militare"??? .. bè.. Solo una domanda del genere da solo conferma del fatto che CHI STA CRITICANDO NON SA MINIMAMENTE CONTRO COSA STA PROTESTANDO MA SOPRATTUTTO DI COSA STA PARLANDO!!!.. Posso accettare una momentanea confusione ma, paragonare un gioco alla realtà.. Bè.. Fate voi, o vi devo rispondere sul serio??.. …. ..è come se qualcuno vi domandasse: perchè anziché giocare o far giocare i vostri figli (per chi li ha) con i video game spara tutto ultra violenti (che sono quelli i più venduti in assoluto tra i ragazzini e non) non li fate fare sul serio? ...mah!!!! ..con il mio ottimismo voglio ancora credere che un essere umano pensante non si ponga mai una domanda del genere.. Ma a quanto pare non è sempre così. Ora mi chiedo, quando le armi convenzionali non saranno più con polvere da sparo ma di tipologia laser (che non è fantascienza), farete un comitato pacifista anti "laser game"? (per chi non lo sapesse sono giocattoli a batterie elettriche come tra l’altro quelle utilizzate nel soft air che sparano fasci luminosi anziché pallini di plastica da 6 mm. e simulano i laser ed eliminano un avversario quando colpito tramite un corpetto marcatore vibrante) UNA VOLTA PER TUTTE, IL GIOCO E' SOLO GIOCO, inoltre il soft air è un ottimo tramite per scaricare tensioni e stress accumulati durante la settimana.. e perchè no, in alcuni casi è un ottimo sistema del tutto piacevole che aiuta a formare il carattere di una persona e gestire se stessi all’interno di un gruppo.. Cosa che tranquillamente capita in altre discipline sportive di squadra. ..non a caso sempre più aziende "invitano" i propri dirigenti in corsi propedeutici all'interno di associazioni softeristiche.. potete documentarvi anche su questo. Vorrei concludere con queste parole: Ciò che irrita non è tanto il comitato anti soft air in quanto per ciò che mi riguarda potrebbe nascere domani anche il comitato contro la pizza (che comunque continuerei a mangiare lo stesso)... ma irrita il fatto che ci sono persone che riescono a dedicare e sprecare tempo e sforzi in sciocchezze e proteste simili quando invece, a questo punto, potrebbero utilizzare il proprio tempo a fare davvero del bene.. magari in quei paesi dove cè nè davvero bisogno o più semplicemente piantando una piantina di pomodoro a testa per provare a cessare la fame nel mondo..??? Cari signori, nel mondo ci sono davvero problemi gravi ma sfortunatamente, e dico sfortunatamente, non sono i giochi (fatta eccezione per i malati del gioco d'azzardo) Firmato Un Imprenditore e giocatore di soft air con 9 anni d'esperienza che "stranamente" è ancora vivo e vegeto ed incredibile ma vero anche in ottima salute psico-fisica

    Rispondi

  • MAX

    24 Marzo @ 13.55

    Scusate ma ancora nessuno ha capito Che questa attivita puramente ludica Non ha niente ribadisco niente a che fare Con guerre eserciti ecc. Questi termini sono stati usati a per effetto mediatico . Ogniuno lo può vivere a modo proprio,\\\\\\\\\\\\\\\\r\\\\\\\\\\\\\\\nMa alla fine deve sempre correre per Parecchie ore, comportarsi al Massimo della Onesta (pena esclusione) astuzzia ,volonta', iniziativa Personale,\\\\\\\\\\\\\\\\r\ spirito di agregzione, nSapere rispettare i compagni e le regole . certo anche altre attivita hanno valori analoghi, bene!!, siamo liberi di scegliere spero. Tutto il resto e' scenografia (mimetiche belle o meno)puramente Inutile ai fini del risultato.

    Rispondi

  • anto

    24 Marzo @ 10.55

    Caro Claudio, se pensi che tutto sia uguale, essere esaltati oppure no, fare una attività intelligente oppure una quantomeno discutibile (ripeto... la fanno degli uomini di 40 anni, non dei bambini di 8 anni - anch'io ho giocato con i soldatini), allora significa che per te non c'è differenza tra passare la domenica a leggere un libro, fare una passeggiata in montagna, stare con i propri figli oppure insultare la gente allo stadio, correre su una collina vestito da militare simulando una guerra... Se lo fa un bambino posso capirlo, ma le persone adulte devono agire con cervello e cercare di arricchirsi ognuno secondo le proprie possibilità. Non faranno male a nessuno ma forse è uno sport che fa crescere dei sentimenti negativi... provate a passeggiarci su quella collina vestiti da persone normali... magari vi accorgereste che siete in un bel posto SENZA NEMICI...

    Rispondi

    • luca

      25 Marzo @ 18.51

      caro..anto non credo che tu conosca questo ambiente e purtroppo parli soo per luoghi comuni. L'ambiente del soft air e' un ambiente estremamente trasversale sia mentalmente che politicamente.certo c'e' l' esaltato, c'e' lo sportivo e c'e' chi sempicemente"gioca".La base di tutti gli sport di squadra e' la conflittualita' questo e' innegabile anche se invece di tute mimetichesi sono magliette colorate.Credo che considerare guerrafondai persone di tutte le eta', di tutti i ceti che giocano (sostanzialmente) a guardie e ladri non sia corretto.E oltremodo ti invito a fare un giro in un club di sodtair per farti comprndere che il rispetto della natura e lo stare con i figli la domenica avviene anche tra noi.....apri la mente e non giudcare solo dalle apparenze ciao

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto di Nicola Riccò

calcio

Parma a caccia dei gol

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5