13°

26°

Provincia-Emilia

Salsomaggiore - "Troppi decibel per il Teatro Nuovo"

Salsomaggiore - "Troppi decibel per il Teatro Nuovo"
1

«Domenica non è crollato solo il controsoffitto di un teatro appena ristrutturato ma è ulteriormente crollata la credibilità dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Tedeschi peraltro già pesantemente al ribasso ed ora arrivata a toccare il fondo». Non si placa la polemica all’indomani del distacco di una parte del controsoffitto del Teatro Nuovo e che ha provocato l’annullamento del concerto di Nek.  
Per il vicepresidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Luigi Giuseppe Villani, che ritorna sull’argomento, «vi sono chiare responsabilità amministrative da parte della Giunta che ha autorizzato un concerto rock in un luogo improprio perché allestito per altri generi musicali e non per il bombardamento di decibel». Per il consigliere regionale del Pdl «l’improvvisazione, unita alla solita smania del sindaco di puntare sempre più sull’apparenza che sulla sostanza, stavolta ha prodotto un danno di immagine e fisico, che per caso e per fortuna, ha riguardato solo cose e non persone. All’indignazione per quanto successo si aggiunge anche il rammarico per come sono stati male impiegati  i soldi recuperati  con tanti sforzi dalla amministrazione  di centrodestra per dotare Salso di una struttura bella e funzionale».
Il consigliere comunale, sempre del Pdl, Lupo Barral ha predisposto un’ interrogazione nella quale chiede «una relazione dei fatti, con copia delle note informative giunte agli enti preposti da parte del Comando provinciale dei vigili del fuoco; quale è lo stato dell’iter autorizzativo in materia di sicurezza di tutto l’edificio ospitante il Teatro, in particolare se vi sia la certificazione di  prevenzione incendi in corso di validità, e se in mancanza dello stesso sia stata convocata la commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo; se sono state installate attrezzature supplementari di alimentazione elettrica».
Inoltre chiede  «per quale ragione l’amministrazione ha scelto l’organizzazione dell’evento nel Teatro, pur avendo a disposizione una struttura vocata come è il Palasport; se risponde al vero il fatto che siano state sostenute dall'amministrazione le spese per l’alloggio dello staff; a quanto ammontino i danni provocati dal distacco e con che tempi sarà possibile rendere  fruibile la struttura».
Anche il consigliere di An Giuseppe Franchi non lesina critiche. «E’ storia recente - rileva l’ex sindaco - il mio incontro con l’allora ministro dei Beni culturali Buttiglione, la “supplica” al suo collega Lunardi: i due che si impegnano e, in tempi brevissimi, mettono a disposizione una bella somma perché il Teatro riviva. Io e la giunta ce ne andiamo – tutti sanno il perché – e quei soldi nessuno se li va a prendere. Me ne faccio ancora carico e il nostro Teatro si accende.  Ad opera finita, manca chi la gestisca perché ci si è dimenticati di fare una gara.  Nel frattempo a qualcuno viene in mente il fai da te e trova un rocchettaro disponibile. E la gente viene da fuori. Ma prima del via, in prova, allo scatenarsi di una marea di decibel fuori controllo, casca un pezzo di soffitto ed allora tutti a casa».
«Sì - perché anche questa volta - aggiunge l'ex sindaco Giuseppe Franchi - abbiamo scherzato, mica si vuole smentire chi dice che a Salso nulla va nel verso giusto.  Ma tranquilli, il sindaco promette una severa indagine, il colpevole sarà punito e gli incauti aspiranti spettatori potranno fare un salto dalla Germania o dalla Calabria per riavere i soldi. Ma io penso che il colpevole non si troverà, perché non c’è. E’ tutta questione di “sfortuna”: le Terme in stato comatoso, la promessa rovina del piazzale Berzieri, lo scempio dell’ex cinema Centrale, le impresentabili incompiute Parco Corazza, via Della Rosa, il Gioiello, la precarietà delle strade. E  troppa gente rassegnata che si scusa dicendo “ma io non li ho votati” per non avere il coraggio di ammetterlo».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • The Jaguar

    26 Marzo @ 02.12

    Una cosa pietosa. Sarebbe ora che si facessero da parte, a destra, al centro, e a sinistra. TUTTI. Una citta' rovinata dall'incompetenza di generazioni di Amministratori. Adesso si da la colpa al Concerto Rock. Alla Royal Albert Hall di Londra, da 200 anni, fanno di tutto e di piu' (pure il Circo). Non e'mai crollato nulla. Il Teatro Nuovo a cosa sarebbe destinato? Al liscio? All'Operetta? C'e' gente in Consiglio Comunale, che non ha mai preso un aereo, che non e' mai stato oltre il Ponte della Ghiaia, e che si permette, sulla base di 300-400 voti di distruggere quello che era un Posto Meraviglioso e che nonostante l'accanimento rimane comunque ancora una localita' ineguagliabile. Ormai, e ripeto a Destra e Sinistra, rimarrebbe solamente la dignita' di farsi da parte, fare i pensionati e stare al bar tutto il giorno. Per favore, in Comune andateci solamente a farvi fare il certificato di nascita.

    Rispondi

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Virginia Raggi balla tra la folla

Youtube

Virginia Raggi balla tra la folla Video

Le ritrovate

L'INDISCRETO

Gossip, la Top 5: le "ritrovate"

Cagnotto, matrimonio da favola

Gossip Sportivo

Cagnotto, matrimonio da favola

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La Gazzetta lancia una sottoscrizione con Cariparma

TERREMOTO

La sottoscrizione della Gazzetta con Cariparma

2commenti

Lealtrenotizie

Parma meglio delle città vicine? È polemica

Rivalità

Parma meglio delle città vicine? È polemica

Criminalità

Rincasa dopo la messa: scippata

IL SONDAGGIO

Parma, il 3-5-2 è il modulo vincente?

Mangiacinema

Un premio per Vanzina

Furto

I ladri del sabato sera

Fidenza

Parcheggi: i più economici della provincia

Fontevivo

Restori, il geometra più longevo d'Italia

Lutto

Aleotti, per due anni mangiò bucce di patata

borbone parma

In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico Le foto

C'era anche il re d'Olanda, uno dei padrini

10commenti

polemica

Pizzarotti: "Parma non è ordinata? Provate Piacenza o Reggio..."

35commenti

Passo di Fugicchia

Escursionista colta da malore in quota

Raggiunta dal Soccorso Alpino e trasportata in ospedale in elicottero

incidente

Schianto tra auto e scooter: un ferito a Varsi

QUATTRO CASTELLA

Agricoltore investe col trattore e uccide il figlio di 8 anni

La disgrazia in un fondo nel reggiano. Indagano i carabinieri

1commento

Lega Pro

Evacuo fa gioire il Parma

I gialloblù tornano ad allenarsi domani

4commenti

stessa posa, stesso luogo

Oggi come ieri: sorrisi e nostalgia Gallery Inviateci le vostre foto

1commento

Bufale e sogni

Un giorno inseguendo il fantasma di Angelina Jolie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Ma la torta fritta non è blasfema

1commento

EDITORIALE

L'Italia che dice no «perché siamo incapaci»

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Svizzera

Il Canton Ticino "respinge" i frontalieri italiani

TERREMOTO

Amatrice, gatto salvato dopo 32 giorni

SOCIETA'

festa

San Ruffino: è festa per Giulia, campionessa della porta accanto Foto

Spagna

Cartello dal barbiere: "Ammessi uomini e cani. Non le donne". E' polemica

SPORT

Basket

Show Olimpia, Supercoppa biancorossa

400 metri ostacoli

Folorunso, un nuovo acuto: vittoria e primato personale

MOTORI

ANTEPRIMA

Opel, la Karl
diventa Rocks

IL TEST

Kia cee'd,
che sorpresa
il tre cilindri