-2°

Provincia-Emilia

Corniglio, la minoranza se ne va. "Quella seduta era illegittima"

Corniglio, la minoranza se ne va. "Quella seduta era illegittima"
0

CORNIGLIO - Ieri sera un simbolico quanto duro gesto  di protesta: appena iniziata la seduta i consiglieri di minoranza hanno manifestato il loro «profondo dissenso sull'operato della maggioranza e del sindaco» e hanno abbandonato i banchi del Consiglio comunale. 
La vicenda è complicata. A scatenare la reazione del gruppo di opposizione è il «pasticcio» relativo alla seduta del Consiglio  dedicata al bilancio e all'approvazione del piano triennale delle opere pubbliche. La più importante dell'anno, dunque: più volte convocata, più volte rinviata all'ultimo minuto o quasi (quella del 13 gennaio addirittura è stata rimandata a poche ore dallo svolgimento del Consiglio),  e infine  svoltasi lo scorso 20 gennaio con la presenza della sola maggioranza.
«E per forza c'erano  solo loro - reagisce Antonio Corvo, capogruppo di opposizione -: Molti  consiglieri, e non solo del nostro gruppo,  non hanno ricevuto la notifica della  convocazione nei tempi previsti. E non abbiamo potuto legittimamente essere presenti e svolgere il nostro ruolo».
La minoranza  è convinta: in assenza di regolari convocazioni  la seduta è da considerarsi illegittima  e nulla. «E a questo punto dovrebbero essere illegittime - aggiunge Corvo - anche  le delibere prese in quell'occasione (in particolare l'approvazione del bilancio e del piano triennale, ndr.) e le delibere di giunta arrivate successivamente».
     Per rafforzare la sua  tesi, l'opposizione indica  proprio il Consiglio comunale di ieri sera. «Dopo il 20 gennaio abbiamo chiesto chiarimenti: ci siamo rivolti al segretario comunale e dopo un primo scambio di lettere e la nostra replica non abbiamo più saputo nulla. Ma poi è arrivata la convocazione del Consiglio  di oggi (ieri, ndr.), e - guarda caso - all'ordine del giorno c'era anche  l'approvazione dei verbali della seduta del 20 gennaio, che prevedono l'approvazione  del bilancio e del piano triennale. Una cosa del genere non si è mai vista. Abbiamo sempre cercato di essere collaborativi e anche in occasioni in cui si sarebbe potuto “giocare” coi cavilli, abbiamo assunto un atteggiamento conciliante e responsabile. Ma stavolta non possiamo far finta di niente».
Corvo continua il suo attacco: «La maggioranza ha dimostrato  un atteggiamento arrogante e prevaricatore, che non rispetta i ruoli. Non solo per questa “strana” convocazione, ma anche per gli slittamenti ingiustificati della seduta, che hanno più volte costretto i consiglieri a modificare i propri impegni. Tra l'altro nell'ordine del giorno discusso il 20 gennaio c'era anche un punto sull'organizzazione della macchina comunale che avevamo chiesto proprio noi di inserire già all'inizio di novembre. Leggere nei verbali della seduta “preso atto che nessun membro della minoranza è presente” ci sembra assolutamente provocatorio».
Perchè   abbandonare la seduta di  ieri? «Per assurdo, i consiglieri di maggioranza assenti sia il 20 gennaio scorso che stasera (ieri, ndr.) potrebbero - e giustamente - rivolgersi al Tar per invocare la nullità dei due Consigli. E noi non volevamo renderci complici di quello che consideriamo un illecito amministrativo». Dopo la porta sbattuta ieri sera, la battaglia continua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

1commento

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

13commenti

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

4commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di due donne e tre uomini: le vittime salgono a 14

SOCIETA'

scuola

Ecco "Nubi", la app con la dieta bilanciata per i bimbi delle scuole Video

arte

Kampah anti-Trump a Hollywood

SPORT

tg parma

L'allenatore del Venezia Inzaghi: "Parma temibile"

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto