18°

28°

provincia

I 140 nuovi angeli della Volontaria

Numerosi cittadini stanno imparando come comportarsi davanti a una eventuale emergenza. Successo senza precedenti per il corso di primo soccorso alla Pubblica di Collecchio, Felino e Sala

Corso Assistenza volontaria - Collecchio

Corso Assistenza volontaria - Collecchio

0
Gian Franco Carletti
Successo di adesioni, certamente inaspettato,  al corso di primo intervento sanitario promosso dall’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino e organizzato dall’ufficio coordinamento volontari con la collaborazione di numerosi medici che si sono resi disponibili a tenere le lezioni.  
Sono ben centoquaranta i cittadini che stanno partecipando all’iniziativa: fra di loro una quarantina di volontari già iscritti al sodalizio anche da tempo, una ventina di nuovi iscritti all’Assistenza e molti cittadini che stanno valutando l’idea di entrare nell'associazione come i volontari. Sono residenti non solo nei tre comuni del comprensorio ma anche nei comuni limitrofi; assai varia l’età che va dai 16 anni ai 75 anni.
La presenza di un così alto numero di persone ha suggerito agli organizzatori di spostare la sede del corso dalla sala riunione dell’Assistenza all’auditorium di Casa i Prati, concesso dalla Polisportiva Il Cervo e più adatto a contenere tutti i partecipanti.  
Una così massiccia partecipazione era certamente inaspettata, ma al tempo stesso si è trasformata in una gradita sorpresa per tutto lo staff della Volontaria. Come ha detto Andrea Ponzini,  responsabile assieme a Francesco Manici del corso  «così tanta gente conferma l’interesse dei cittadini per questa nostra iniziativa. E' bello che così tante persone abbiano seguito questo nostro corso anche con l'intenzione di entrare poi nell’associazione». 
Ponzini ha poi fatto presente che «l’Assistenza Volontaria è sempre aperta a consigli volti a migliorare quanto già viene fatto». 
Unanimi i commenti positivi dei partecipanti. Milite da sei anni, Maurizio Beccatelli partecipa per la prima volta al corso: «lo faccio per continuare il mio aggiornamento anche nell’ottica delle nuove normative vigenti in materia».  
Valentina Burrelli si è iscritta per poter essere di aiuto ai familiari in caso di bisogno: «la mia indole è quella di aiutare gli altri; per questo in un momento di bisogno voglio essere pronta. Il corso rappresenta un’opportunità in più».  
Laura Brusotti ha deciso di partecipare «per la mia cultura personale. Voglio essere pronta in caso di bisogno». 
Sulla stessa lunghezza d’onda Susanna Corsi che avendo genitori anziani vuole sapere «come comportarsi in caso di bisogno». 
Era da tempo che Alessandro Canali voleva seguire questo corso: «nella vita non si sa mai cosa può accadere».  Aggiunge Greta Maldini: «ho sempre avuto predisposizione ad aiutare la gente. Ho deciso di partecipare per ampliare la mia conoscenza personale».   
Infine Silvana Valenti: «era da tempo che pensavo di seguire questo corso per poi diventare volontaria all’Assistenza, come del resto già fa mio marito, ma anche perché ho la possibilità di capire come devo comportarmi in certe situazioni, soprattutto di pericolo».  
Il corso di primo intervento sanitario si concluderà il 18 novembre con l’ultima delle nove lezioni che riguarderà le manovre riabilitative di base. 
Per tutti coloro che decideranno di diventare volontari, l’Assistenza organizzerà un successivo corso che inizierà a gennaio con lezioni più specifiche e in particolare riguardanti i traumi e l’uso del defibrillatore semi automatico.
Gian Franco Carletti

Successo di adesioni, certamente inaspettato,  al corso di primo intervento sanitario promosso dall’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino e organizzato dall’ufficio coordinamento volontari con la collaborazione di numerosi medici che si sono resi disponibili a tenere le lezioni.  

Sono ben centoquaranta i cittadini che stanno partecipando all’iniziativa: fra di loro una quarantina di volontari già iscritti al sodalizio anche da tempo, una ventina di nuovi iscritti all’Assistenza e molti cittadini che stanno valutando l’idea di entrare nell'associazione come i volontari. Sono residenti non solo nei tre comuni del comprensorio ma anche nei comuni limitrofi; assai varia l’età che va dai 16 anni ai 75 anni.

La presenza di un così alto numero di persone ha suggerito agli organizzatori di spostare la sede del corso dalla sala riunione dell’Assistenza all’auditorium di Casa i Prati, concesso dalla Polisportiva Il Cervo e più adatto a contenere tutti i partecipanti.  Una così massiccia partecipazione era certamente inaspettata, ma al tempo stesso si è trasformata in una gradita sorpresa per tutto lo staff della Volontaria. Come ha detto Andrea Ponzini,  responsabile assieme a Francesco Manici del corso  «così tanta gente conferma l’interesse dei cittadini per questa nostra iniziativa. E' bello che così tante persone abbiano seguito questo nostro corso anche con l'intenzione di entrare poi nell’associazione». Ponzini ha poi fatto presente che «l’Assistenza Volontaria è sempre aperta a consigli volti a migliorare quanto già viene fatto». 

Unanimi i commenti positivi dei partecipanti. Milite da sei anni, Maurizio Beccatelli partecipa per la prima volta al corso: «lo faccio per continuare il mio aggiornamento anche nell’ottica delle nuove normative vigenti in materia».  Valentina Burrelli si è iscritta per poter essere di aiuto ai familiari in caso di bisogno: «la mia indole è quella di aiutare gli altri; per questo in un momento di bisogno voglio essere pronta. Il corso rappresenta un’opportunità in più».  Laura Brusotti ha deciso di partecipare «per la mia cultura personale. Voglio essere pronta in caso di bisogno». Sulla stessa lunghezza d’onda Susanna Corsi che avendo genitori anziani vuole sapere «come comportarsi in caso di bisogno». 

Era da tempo che Alessandro Canali voleva seguire questo corso: «nella vita non si sa mai cosa può accadere».  Aggiunge Greta Maldini: «ho sempre avuto predisposizione ad aiutare la gente. Ho deciso di partecipare per ampliare la mia conoscenza personale».  Infine Silvana Valenti: «era da tempo che pensavo di seguire questo corso per poi diventare volontaria all’Assistenza, come del resto già fa mio marito, ma anche perché ho la possibilità di capire come devo comportarmi in certe situazioni, soprattutto di pericolo».  

Il corso di primo intervento sanitario si concluderà il 18 novembre con l’ultima delle nove lezioni che riguarderà le manovre riabilitative di base. Per tutti coloro che decideranno di diventare volontari, l’Assistenza organizzerà un successivo corso che inizierà a gennaio con lezioni più specifiche e in particolare riguardanti i traumi e l’uso del defibrillatore semi automatico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

PGN

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

Lealtrenotizie

Brandisce le forbici contro un negoziante in piazza Ghiaia. Identificato e denunciato

polizia

Paura in Ghiaia: minaccia un negoziante con le forbici. Denunciato

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

5commenti

incendio

Furgoncino in fiamme in tangenziale (via Traversetolo): vigili del fuoco in azione

gazzareporter

Acqua nella Parma (finalmente)

Pontremoli-berceto

Incidente: cisterna si stacca dal tir, disagi sull'Autocisa

Lutto

L'ultima lezione di Angela

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

1commento

curiosità

Spazzino 2.0: per la pilotta arriva il drone Video

1commento

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

2commenti

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

16commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

4commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

11commenti

ITALIA/MONDO

omicidio

Italiano ucciso a Londra: la coinquilina (arrestata ieri) accusata di omicidio

chiesa

Il cardinale Pell incriminato per pedofilia. "Rifiuto le accuse, torno in Australia a difendermi"

1commento

SOCIETA'

auto

Il "bullo" della Porsche sfida la Tesla: finale a sorpresa

1commento

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat