13°

23°

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

Notiziepiùlette

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

fidenza

Ottobrino, Marusi, Mareschi e Uni: la città ha quattro nuovi cavalieri

Riconoscimento ai volontari di Avis e Pubblica assistenza e al professore dell'Itis. Le onorificenze sono state consegnata a Parma. Presente anche il sindaco Cantini

Da sinistra: Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni

Da sinistra: Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni

Ricevi le news
http://www.gazzettadiparma.it/http://www.gazzettadiparma.it/news/provincia/146685/Ottobrino---Marusi--.html 23/09/2017 11:24:45 23/09/2017 11:24:45 40 Ottobrino, Marusi, Mareschi e Uni: la città ha quattro nuovi cavalieri false DD/MM/YYYY 0

La città ha quattro nuovi cavalieri. C'erano infatti anche i fidentini Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni fra i 21 cittadini insigniti al merito della Repubblica. 
La cerimonia, svoltasi a Parma, lo scorso 4 novembre, ha conosciuto il suo momento culminante all’auditorium del Carmine dove è avvenuta la consegna delle onorificenze dell’ordine «Al merito della Repubblica» da parte del prefetto Luigi Viana, del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e dei sindaci del territorio in cui risiedono gli insigniti. 
Ad accompagnare i fidentini c'era il sindaco Mario Cantini. 
I nei cavalieri sono i generosi volontari Giuseppe Mareschi e Remo Marusi, per avere effettuato oltre 3000 servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza, Benvenuto Uni, per il lungo e prezioso servizio svolto a nella scuola e Carmelo Ottobrino premiato con l’onorificenza di cavaliere ufficiale per il suo lungo e fattivo impegno svolto nella sezione Avis di Fidenza. 
Ottobrino ha cominciato a donare sangue nel 1976 raggiungendo 98 donazioni. E’ il primo non vedente nella provincia di Parma a ricevere questa onorificenza. Oltre ad essere un generoso donatore è stato anche componente del consiglio direttivo. Eletto per due mandati nel consiglio Avis, ha ricoperto la carica di vice presidente prima e di segretario successivamente.
Remo Marusi  è stato insignito dell’onorificenza  per avere svolto oltre tremila servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza. Ma è  stato anche un generoso donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre 90 donazioni e iscritto anche all’Aido. Marusi ha partecipato come laico a una missione in Venezuola insieme a don Gianni Regolani, come volontario per portare soccorso alle popolazioni terremotate di Gemona, dell’Irpinia e svolge volontariato anche in parrocchia. E’ stato anche cerimoniere del Comune. Marusi detiene anche un piccolo record di 52 anni di contributi lavorativi, di cui 37 trascorsi alle dipendenze dell’Azienda dell’Università di Parma.
Altro «cavaliere» borghigiano dal cuore d’oro, è il noto volontario Giuseppe Mareschi. Anche lui, con tremila servizi effettuati alla Pubblica Assistenza di Fidenza, raggiunti in soli dieci anni, detiene una generosa media di un servizio al giorno. Mareschi è anche un donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre novanta donazioni all’attivo.Tre volontari che rappresentano il fiore all’occhiello di queste associazioni fidentine.
Anche Benvenuto Uni, «anima» dell’Itis Berenini, è stato insignito del cavalierato per una vita dedicata alla scuola. «Benve» come lo chiamano tutti ha contribuito a far crescere la scuola di via Alfieri. Una colonna portante che, in 25 anni di insegnamento, ha portato l’istituto prima all’autonomia e poi a crescere passando da 16 classi a 34, con 700 studenti, e a tanti nuovi indirizzi. Uni, fidentino, dopo i primi anni di supplenza a Bore, Bardi e all’Ulivi di Parma, entrò di ruolo a Remedello di Sotto (Brescia) per poi approdare nell’85 all’Itis di Fidenza, dove ha ricoperto per 18 anni anche la carica di vicepreside. Amato dagli studenti, è riuscito negli anni a creare un rapporto di grande collaborazione con i colleghi contribuendo, insieme a loro, a portare l’istituto ai livelli di eccellenza di oggi. Grande impegno ha profuso anche nel progetto di «guida sicura-no alcol». S.L.
La città ha quattro nuovi cavalieri. C'erano infatti anche i fidentini Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni fra i 21 cittadini insigniti al merito della Repubblica. La cerimonia, svoltasi a Parma, lo scorso 4 novembre, ha conosciuto il suo momento culminante all’auditorium del Carmine dove è avvenuta la consegna delle onorificenze dell’ordine «Al merito della Repubblica» da parte del prefetto Luigi Viana, del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e dei sindaci del territorio in cui risiedono gli insigniti. Ad accompagnare i fidentini c'era il sindaco Mario Cantini. I nei cavalieri sono i generosi volontari Giuseppe Mareschi e Remo Marusi, per avere effettuato oltre 3000 servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza, Benvenuto Uni, per il lungo e prezioso servizio svolto a nella scuola e Carmelo Ottobrino premiato con l’onorificenza di cavaliere ufficiale per il suo lungo e fattivo impegno svolto nella sezione Avis di Fidenza. Ottobrino ha cominciato a donare sangue nel 1976 raggiungendo 98 donazioni. E’ il primo non vedente nella provincia di Parma a ricevere questa onorificenza. Oltre ad essere un generoso donatore è stato anche componente del consiglio direttivo. Eletto per due mandati nel consiglio Avis, ha ricoperto la carica di vice presidente prima e di segretario successivamente.Remo Marusi  è stato insignito dell’onorificenza  per avere svolto oltre tremila servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza. Ma è  stato anche un generoso donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre 90 donazioni e iscritto anche all’Aido. Marusi ha partecipato come laico a una missione in Venezuola insieme a don Gianni Regolani, come volontario per portare soccorso alle popolazioni terremotate di Gemona, dell’Irpinia e svolge volontariato anche in parrocchia. E’ stato anche cerimoniere del Comune. Marusi detiene anche un piccolo record di 52 anni di contributi lavorativi, di cui 37 trascorsi alle dipendenze dell’Azienda dell’Università di Parma.Altro «cavaliere» borghigiano dal cuore d’oro, è il noto volontario Giuseppe Mareschi. Anche lui, con tremila servizi effettuati alla Pubblica Assistenza di Fidenza, raggiunti in soli dieci anni, detiene una generosa media di un servizio al giorno. Mareschi è anche un donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre novanta donazioni all’attivo.Tre volontari che rappresentano il fiore all’occhiello di queste associazioni fidentine.Anche Benvenuto Uni, «anima» dell’Itis Berenini, è stato insignito del cavalierato per una vita dedicata alla scuola. «Benve» come lo chiamano tutti ha contribuito a far crescere la scuola di via Alfieri. Una colonna portante che, in 25 anni di insegnamento, ha portato l’istituto prima all’autonomia e poi a crescere passando da 16 classi a 34, con 700 studenti, e a tanti nuovi indirizzi. Uni, fidentino, dopo i primi anni di supplenza a Bore, Bardi e all’Ulivi di Parma, entrò di ruolo a Remedello di Sotto (Brescia) per poi approdare nell’85 all’Itis di Fidenza, dove ha ricoperto per 18 anni anche la carica di vicepreside. Amato dagli studenti, è riuscito negli anni a creare un rapporto di grande collaborazione con i colleghi contribuendo, insieme a loro, a portare l’istituto ai livelli di eccellenza di oggi. Grande impegno ha profuso anche nel progetto di «guida sicura-no alcol». S.L.

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Borgotaro, quattro feriti in uno scontro camion-auto. Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

1commento

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Calcio

Parma, riscatto a Venezia?

1commento

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

Fontanellato

Addio a Spinazzi, agricoltore all'avanguardia

AL «GULLI»

In passerella le miss «Over 80»

1commento

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

Università

Cambiamento climatico: a Parma + 1,8° dagli anni '60 Video

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

sisma

Terremoto in Messico: il bilancio è di 293 morti, 8 sono stranieri

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery