15°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

Gazzareporter

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

mamma esce dalla stanza

20 milioni di like

La mamma che striscia batte Belen & co a colpi di clic

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Chi ha votato con sms sarà rimborsato

Notiziepiùlette

Enogastronomia: domani un inserto di sei pagine

GAZZETTA

Enogastronomia: un inserto di 6 pagine

fidenza

Ottobrino, Marusi, Mareschi e Uni: la città ha quattro nuovi cavalieri

Riconoscimento ai volontari di Avis e Pubblica assistenza e al professore dell'Itis. Le onorificenze sono state consegnata a Parma. Presente anche il sindaco Cantini

Da sinistra: Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni

Da sinistra: Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni

http://www.gazzettadiparma.it/http://www.gazzettadiparma.it/news/provincia/146685/Ottobrino---Marusi--.html 23/02/2017 10:52:29 23/02/2017 10:52:29 40 Ottobrino, Marusi, Mareschi e Uni: la città ha quattro nuovi cavalieri false DD/MM/YYYY 0

La città ha quattro nuovi cavalieri. C'erano infatti anche i fidentini Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni fra i 21 cittadini insigniti al merito della Repubblica. 
La cerimonia, svoltasi a Parma, lo scorso 4 novembre, ha conosciuto il suo momento culminante all’auditorium del Carmine dove è avvenuta la consegna delle onorificenze dell’ordine «Al merito della Repubblica» da parte del prefetto Luigi Viana, del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e dei sindaci del territorio in cui risiedono gli insigniti. 
Ad accompagnare i fidentini c'era il sindaco Mario Cantini. 
I nei cavalieri sono i generosi volontari Giuseppe Mareschi e Remo Marusi, per avere effettuato oltre 3000 servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza, Benvenuto Uni, per il lungo e prezioso servizio svolto a nella scuola e Carmelo Ottobrino premiato con l’onorificenza di cavaliere ufficiale per il suo lungo e fattivo impegno svolto nella sezione Avis di Fidenza. 
Ottobrino ha cominciato a donare sangue nel 1976 raggiungendo 98 donazioni. E’ il primo non vedente nella provincia di Parma a ricevere questa onorificenza. Oltre ad essere un generoso donatore è stato anche componente del consiglio direttivo. Eletto per due mandati nel consiglio Avis, ha ricoperto la carica di vice presidente prima e di segretario successivamente.
Remo Marusi  è stato insignito dell’onorificenza  per avere svolto oltre tremila servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza. Ma è  stato anche un generoso donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre 90 donazioni e iscritto anche all’Aido. Marusi ha partecipato come laico a una missione in Venezuola insieme a don Gianni Regolani, come volontario per portare soccorso alle popolazioni terremotate di Gemona, dell’Irpinia e svolge volontariato anche in parrocchia. E’ stato anche cerimoniere del Comune. Marusi detiene anche un piccolo record di 52 anni di contributi lavorativi, di cui 37 trascorsi alle dipendenze dell’Azienda dell’Università di Parma.
Altro «cavaliere» borghigiano dal cuore d’oro, è il noto volontario Giuseppe Mareschi. Anche lui, con tremila servizi effettuati alla Pubblica Assistenza di Fidenza, raggiunti in soli dieci anni, detiene una generosa media di un servizio al giorno. Mareschi è anche un donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre novanta donazioni all’attivo.Tre volontari che rappresentano il fiore all’occhiello di queste associazioni fidentine.
Anche Benvenuto Uni, «anima» dell’Itis Berenini, è stato insignito del cavalierato per una vita dedicata alla scuola. «Benve» come lo chiamano tutti ha contribuito a far crescere la scuola di via Alfieri. Una colonna portante che, in 25 anni di insegnamento, ha portato l’istituto prima all’autonomia e poi a crescere passando da 16 classi a 34, con 700 studenti, e a tanti nuovi indirizzi. Uni, fidentino, dopo i primi anni di supplenza a Bore, Bardi e all’Ulivi di Parma, entrò di ruolo a Remedello di Sotto (Brescia) per poi approdare nell’85 all’Itis di Fidenza, dove ha ricoperto per 18 anni anche la carica di vicepreside. Amato dagli studenti, è riuscito negli anni a creare un rapporto di grande collaborazione con i colleghi contribuendo, insieme a loro, a portare l’istituto ai livelli di eccellenza di oggi. Grande impegno ha profuso anche nel progetto di «guida sicura-no alcol». S.L.
La città ha quattro nuovi cavalieri. C'erano infatti anche i fidentini Carmelo Ottobrino, Remo Marusi, Giuseppe Mareschi e Benvenuto Uni fra i 21 cittadini insigniti al merito della Repubblica. La cerimonia, svoltasi a Parma, lo scorso 4 novembre, ha conosciuto il suo momento culminante all’auditorium del Carmine dove è avvenuta la consegna delle onorificenze dell’ordine «Al merito della Repubblica» da parte del prefetto Luigi Viana, del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e dei sindaci del territorio in cui risiedono gli insigniti. Ad accompagnare i fidentini c'era il sindaco Mario Cantini. I nei cavalieri sono i generosi volontari Giuseppe Mareschi e Remo Marusi, per avere effettuato oltre 3000 servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza, Benvenuto Uni, per il lungo e prezioso servizio svolto a nella scuola e Carmelo Ottobrino premiato con l’onorificenza di cavaliere ufficiale per il suo lungo e fattivo impegno svolto nella sezione Avis di Fidenza. Ottobrino ha cominciato a donare sangue nel 1976 raggiungendo 98 donazioni. E’ il primo non vedente nella provincia di Parma a ricevere questa onorificenza. Oltre ad essere un generoso donatore è stato anche componente del consiglio direttivo. Eletto per due mandati nel consiglio Avis, ha ricoperto la carica di vice presidente prima e di segretario successivamente.Remo Marusi  è stato insignito dell’onorificenza  per avere svolto oltre tremila servizi alla Pubblica Assistenza di Fidenza. Ma è  stato anche un generoso donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre 90 donazioni e iscritto anche all’Aido. Marusi ha partecipato come laico a una missione in Venezuola insieme a don Gianni Regolani, come volontario per portare soccorso alle popolazioni terremotate di Gemona, dell’Irpinia e svolge volontariato anche in parrocchia. E’ stato anche cerimoniere del Comune. Marusi detiene anche un piccolo record di 52 anni di contributi lavorativi, di cui 37 trascorsi alle dipendenze dell’Azienda dell’Università di Parma.Altro «cavaliere» borghigiano dal cuore d’oro, è il noto volontario Giuseppe Mareschi. Anche lui, con tremila servizi effettuati alla Pubblica Assistenza di Fidenza, raggiunti in soli dieci anni, detiene una generosa media di un servizio al giorno. Mareschi è anche un donatore di sangue della locale sezione Avis, con oltre novanta donazioni all’attivo.Tre volontari che rappresentano il fiore all’occhiello di queste associazioni fidentine.Anche Benvenuto Uni, «anima» dell’Itis Berenini, è stato insignito del cavalierato per una vita dedicata alla scuola. «Benve» come lo chiamano tutti ha contribuito a far crescere la scuola di via Alfieri. Una colonna portante che, in 25 anni di insegnamento, ha portato l’istituto prima all’autonomia e poi a crescere passando da 16 classi a 34, con 700 studenti, e a tanti nuovi indirizzi. Uni, fidentino, dopo i primi anni di supplenza a Bore, Bardi e all’Ulivi di Parma, entrò di ruolo a Remedello di Sotto (Brescia) per poi approdare nell’85 all’Itis di Fidenza, dove ha ricoperto per 18 anni anche la carica di vicepreside. Amato dagli studenti, è riuscito negli anni a creare un rapporto di grande collaborazione con i colleghi contribuendo, insieme a loro, a portare l’istituto ai livelli di eccellenza di oggi. Grande impegno ha profuso anche nel progetto di «guida sicura-no alcol». S.L.

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

5commenti

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

Traffico

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità ridotta a 80 metri in A1 Foto

Incidente nella notte a Vicomero

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

Ci sono nuove date per semifinali e finali

Terremoto

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

6commenti

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

Salso

Maestro e alunno si ritrovano dopo 50 anni

VIA VENEZIA

Investe una donna e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

6commenti

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

5commenti

Spettacoli

Alessandro Nidi: «Sissi diventa un musical»

Ricerca

Top 500: imprenditoria sana, buoni risultati per tutti i settori a Parma Video Foto

Il presidente dell'Upi Alberto Figna spiega i contenuti della ricerca

Parma

"Spazio verde": quinto furto in tre anni Foto

Inchiesta

Tecnici Bonatti uccisi in Libia: rischio di processo per 6 persone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

9commenti

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

1commento

LA SPEZIA

Rubava Epo all'ospedale per venderlo ai ciclisti

SOCIETA'

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

SPORT

parma calcio

Parma, manca l'insostituibile Baraye: Scaglia in attacco? Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv