Provincia-Emilia

E' scontro sulla Banca del Tempo. Bandini: «Il sindaco si dimetta»

E' scontro sulla Banca del Tempo. Bandini: «Il sindaco si dimetta»
Ricevi gratis le news
0

Paola Panni

«Il sindaco Bernardini, sempre assai vanitoso di comparire sui giornali, continua a lamentare la mancanza di fondi e ad esprimere preoccupazioni sulla crisi economica che riguarda non solo San Secondo ma tutta Italia. Parole alle quali non combaciano i fatti, visto che a San Secondo il denaro pubblico viene sperperato»: questo il duro commento del consigliere di opposizione Davide Bandini (Pdl) che questa volta punta il dito contro la Banca del Tempo costituita pochi anni fa a San Secondo.
«Banca del tempo - aggiunge - che dopo la solita inaugurazione sotto i riflettori voluta dal sindaco con tanto di taglio del nastro, si è trasformata in uno spettro. Nessuno ormai sa che fine abbia fatto, chi ne abbia la gestione, se sia ancora attiva o meno. Ci si deve ricordare che la Banca del Tempo è nata con fondi pubblici, elargiti da Amministrazione comunale e Provincia, per l’acquisto di attrezzature ed accessori adatti al suo funzionamento. Dove sono finite tutte quelle attrezzature? Sarebbe bello sapere anche se l’Amministrazione comunale ha forse individuato una nuova sede. Ed è qui - fa notare Bandini - che emerge la seconda curiosità. Infatti, ai tempi della sfarzosa inaugurazione, la sede della Banca del Tempo era stata individuata in un locale attiguo ad una libreria del centro storico. Libreria che, con buona pace dell’assessore al Commercio Domenico Intini, ha chiuso i battenti da un po' di mesi dal momento che il lavoro scarseggiava. Se l’assessore Intini fosse più presente in paese - attacca ancora Bandini - eviterebbe di affermare pubblicamente che nessun negozio del centro ha chiuso le serrande e si ricorderebbe di questa ed altre chiusure. Lo dico per lui, per evitargli possibili figuracce che dimostrerebbero il suo assenteismo dalla vita del paese. E, ancora una volta, gli consiglio di dare le dimissioni insieme al suo compagno sindaco Bernardini che, puntualmente, non entra nel merito di nessuna osservazione che gli viene avanzata sullo stato di degrado del paese, non sapendo evidentemente che cosa rispondere. Speriamo - dice ancora Bandini - che sindaco e assessore sappiano rispondere alla gente, dicendo che fine ha fatto la Banca del Tempo, il cui funzionamento potrebbe essere utile, specie in momenti di crisi economica come quello attuale. Altrove questo genere di istituzione, alla quale non sono assolutamente contrario, ha dato risultati significativi, ma a San Secondo a quanto pare non si riesce a far funzionare le cose che invece, dalle altre parti, funzionano bene. Ci dicano anche dove sono finite le attrezzature acquistate coi soldi dei contribuenti. Auspico - ha concluso - che a chiarire la vicenda, più che i nostri amministratori, siano la Corte dei Conti ed il Prefetto, ai quali contiamo di rivolgerci come opposizione».

Immediata la replica degli assessori Carla Montanari e Domenico Intini. La Montanari ha ricordato che: «La Banca del Tempo, qui, è nata in seno all’associazione Shanti e la Provincia, che a suo tempo ha promosso un bando specifico, ha finanziato localmente l’iniziativa con 960 euro serviti all’acquisto di un computer, un tavolo e due sedie. Tutto questo materiale - ha chiarito - è stato restituito al Comune nel momento in cui la presidente dell’associazione ha rassegnato le dimissioni e l’associazione stessa si è sciolta. Detto materiale si trova in municipio ed è utilizzato dal segretario comunale e dagli amministratori. Il Comune inoltre aveva stipulato una convenzione in base alla quale pagava alla Banca del Tempo un anno di affitto; poi, nel momento in cui questa realtà, che contava 25 persone, si è sciolta, abbiamo versato l’affitto fino a quella data, per complessivi 690 euro. Dal momento che Bandini è un consigliere comunale - ha affermato l’assessore - farebbe bene ad informarsi dal momento che tutte queste ed altre documentazioni erano a sua disposizione. Tutto ciò che riguarda la Banca del Tempo è sempre stato ed è tuttora trattato con la massima trasparenza».
Molto duro, invece, Intini che si è chiesto «perché Bandini non fa le stesse affermazioni in Consiglio comunale. Se fosse più presente in paese si renderebbe conto di ciò che la gente dice di lui e saprebbe anche che la libreria ha chiuso, ma anche che nello stesso locale ha immediatamente aperto un’altra attività. Mi pare che sia lui l’assente o forse non riesce a vedere dove va. Mi chiedo anche che mestiere faccia, visto che è noto che è uscito da un lungo letargo. Capisco che sia in campagna elettorale: speriamo che questa finisca presto così poi potrà tacere ancora un po'».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS