21°

soragna

Dibattito aperto sul futuro dell'ex organotrofio

Cadute le ipotesi di farlo diventare una Casa della salute o della musica.

Ex orfanotrofio di Soragna

Ex orfanotrofio di Soragna

0

 

Bruno Colombi
Da diversi anni, sia negli ambienti istituzionali sia in quelli privati, si sente parlare di quello che sarà il futuro degli storici ambienti dell’ex orfanotrofio Meli Lupi annessi alla seicentesca chiesa della Beata Vergine del Carmine e costituenti, fino al 1780, il complesso conventuale dei Padri Carmelitani.
Gli edifici hanno una loro storia: passarono di proprietà dell’Orfanotrofio, poi dell’Ipab che venne per legge creata, ed infine del Comune di Soragna.
In passato le numerose Amministrazioni succedutesi alla guida del Comune di Soragna, tramite anche la Regione Emilia Romagna, non mancarono di interessarsi di questo complesso che andava sempre più degradandosi, diventando fatiscente ed in certi punti anche pericoloso.
Ora è sorto il problema dell’utilizzo degli ambienti già sede dell’ex orfanotrofio, ed in merito ad esso sono state fatte due proposte: una quella di realizzare la Casa della salute con servizi e strutture sanitarie, e l’altra dare vita ad una Casa della musica con capitale privato e da attuarsi con il sistema di un project financing.
Sulla loro eventuale fattibilità abbiamo voluto interpellare il sindaco Salvatore Iaconi Farina che, insieme agli assessori Maria Luisa Pezzani e Federico Giordani, si sta interessando del difficile problema.
«Circa la Casa della salute l’impegno finanziario dell’Amministrazione di Soragna, specialmente negli attuali momenti di crisi economica, sarebbe stato troppo ingente ed impossibile da sopportare, alla luce anche dei vincoli dettati dal vigente patto di stabilità. Vero che c’erano stati contatti con alcune importanti aziende locali, ma poi i loro indirizzi sono stati destinati ad altre opere. Anche per la Casa della musica si sono presentate le stesse difficoltà economiche che hanno frenato l’iniziale entusiasmo dei primi privati interessati. Vero che con il project financing potrebbero sorgere altre possibilità di interventi da parte di privati operatori per garantire il recupero e la ristrutturazione dell’immobile: sulla destinazione d’uso delle nuove strutture sarebbe poi sempre aperto il dialogo ed il confronto fra le parti politiche di Soragna, purchè non ci sia soltanto demagogia e faziosità ma un reale interesse per impedire che l’ex orfanotrofio finisca in un cumulo di macerie e Soragna perda definitivamente questo significativo tassello del suo patrimonio storico e culturale».
Bruno Colombi
Da diversi anni, sia negli ambienti istituzionali sia in quelli privati, si sente parlare di quello che sarà il futuro degli storici ambienti dell’ex orfanotrofio Meli Lupi annessi alla seicentesca chiesa della Beata Vergine del Carmine e costituenti, fino al 1780, il complesso conventuale dei Padri Carmelitani.Gli edifici hanno una loro storia: passarono di proprietà dell’Orfanotrofio, poi dell’Ipab che venne per legge creata, ed infine del Comune di Soragna.In passato le numerose Amministrazioni succedutesi alla guida del Comune di Soragna, tramite anche la Regione Emilia Romagna, non mancarono di interessarsi di questo complesso che andava sempre più degradandosi, diventando fatiscente ed in certi punti anche pericoloso.Ora è sorto il problema dell’utilizzo degli ambienti già sede dell’ex orfanotrofio, ed in merito ad esso sono state fatte due proposte: una quella di realizzare la Casa della salute con servizi e strutture sanitarie, e l’altra dare vita ad una Casa della musica con capitale privato e da attuarsi con il sistema di un project financing.Sulla loro eventuale fattibilità abbiamo voluto interpellare il sindaco Salvatore Iaconi Farina che, insieme agli assessori Maria Luisa Pezzani e Federico Giordani, si sta interessando del difficile problema.«Circa la Casa della salute l’impegno finanziario dell’Amministrazione di Soragna, specialmente negli attuali momenti di crisi economica, sarebbe stato troppo ingente ed impossibile da sopportare, alla luce anche dei vincoli dettati dal vigente patto di stabilità. Vero che c’erano stati contatti con alcune importanti aziende locali, ma poi i loro indirizzi sono stati destinati ad altre opere. Anche per la Casa della musica si sono presentate le stesse difficoltà economiche che hanno frenato l’iniziale entusiasmo dei primi privati interessati. Vero che con il project financing potrebbero sorgere altre possibilità di interventi da parte di privati operatori per garantire il recupero e la ristrutturazione dell’immobile: sulla destinazione d’uso delle nuove strutture sarebbe poi sempre aperto il dialogo ed il confronto fra le parti politiche di Soragna, purchè non ci sia soltanto demagogia e faziosità ma un reale interesse per impedire che l’ex orfanotrofio finisca in un cumulo di macerie e Soragna perda definitivamente questo significativo tassello del suo patrimonio storico e culturale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

2commenti

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

1commento

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

4commenti

TRAFFICO

Baganzola, accesso alle fiere al rallentatore. Code per chi arriva dall'A1

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

WEEKEND

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Formula 1

La prima pole è firmata Hamilton

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery