16°

SALA BAGANZA

Le suore lasciano l'asilo Balbi Carrega: diventerà statale?

Convocato d'urgenza il Consiglio Comunale Il sindaco Merusi: «Giusto coinvolgere tutti»

L'asilo Balbi Carrega di Sala Baganza

L'asilo Balbi Carrega di Sala Baganza

0

 

Cristina Pelagatti
SALA BAGANZA - La scuola dell’infanzia del paese non sarà più «l’asilo delle suore». La Provincia d’Italia Congregazione «Figlie della Croce», a partire dal 1 agosto 2014 non rinnoverà più la convenzione col Comune di Sala Baganza per la gestione della scuola paritaria per l’infanzia Balbi Carrega, interrompendo la gestione e direzione della scuola stessa che quindi cesserà il funzionamento. 
Per far fronte alla situazione e continuare ad offrire il servizio della scuola per l’infanzia alla comunità salese l’amministrazione comunale, convocando un consiglio comunale d’urgenza, ha avviato il percorso per richiedere che la scuola materna paritaria possa diventare statale. «Avremmo potuto prendere una decisione di giunta - ha spiegato il sindaco Cristina Merusi - ma abbiamo deciso di portare la questione in consiglio perché ci sembra giusto coinvolgere il paese nel percorso. Abbiamo dovuto convocare d’urgenza il consiglio perché aspettavamo il parere favorevole alla questione della conferenza provinciale territoriale scolastica, dopo aver ricevuto quello dell’istituto comprensivo di Felino». 
Le suore Figlie della Croce operano a Sala Baganza dal 1886 e da decenni si occupano dell’asilo paritario, in convenzione col Comune. «Abbiamo una lunga storia di collaborazione con le suore Figlie della Croce che da sempre si occupano dei nostri ragazzi, purtroppo - ha spiegato la Merusi - dopo aver dato tanto alla nostra comunità, non riescono più a continuare e l’unico modo per continuare a fornire servizio che riteniamo fondamentale di 5 sezioni per circa 140 bambini, è che la scuola diventi statale. Il comune si occuperà di fornire i locali, la mensa e i trasporti e lo stato, nel caso la proposta venga accolta, di pagare il personale. Dopo tanti anni di autosufficienza anche lo stato ora dovrebbe fare la sua parte». 
Se il consigliere del movimento 5 stelle Giuseppe Distante ha accolto la proposta, specificando che vigilerà sulla questione ed auspicando un consiglio comunale aperto ed un percorso partecipato con l’intera comunità su un tema tanto importante, la consigliera di Sala Attiva Tiziana Azzolini ha posto il problema che deriva dall’eventuale statalizzazione: che fine fa il personale della scuola? «La richiesta di fare una scuola statale può anche essere fatta, anche se non credo sarà mai concessa visto che non si tratta di scuola dell’obbligo, c’è crisi e lo stato l’ultima volta che ha finanziato una scuola di questo tipo è stato 30 anni fa a Felino, ma la realtà è che in meno di un anno ci sarà un nuovo servizio da costruire perché se non ci sarà le famiglie saranno in ginocchio. Ed è necessario tutelare le persone che lavorano nella scuola, maestri e ausiliari, visto che in caso di scuola statale il personale andrebbe assunto tramite concorso pubblico». I consiglieri di maggioranza Maestri, Ronchini e Saccani, sottolineando come la priorità sia mantenere il servizio e come si tratti solo dell’inizio di un percorso, hanno specificato la presenza di norme che regolano le assunzioni nelle scuole pubbliche.  
Cristina Pelagatti

SALA BAGANZA - La scuola dell’infanzia del paese non sarà più «l’asilo delle suore». La Provincia d’Italia Congregazione «Figlie della Croce», a partire dal 1 agosto 2014 non rinnoverà più la convenzione col Comune di Sala Baganza per la gestione della scuola paritaria per l’infanzia Balbi Carrega, interrompendo la gestione e direzione della scuola stessa che quindi cesserà il funzionamento. Per far fronte alla situazione e continuare ad offrire il servizio della scuola per l’infanzia alla comunità salese l’amministrazione comunale, convocando un consiglio comunale d’urgenza, ha avviato il percorso per richiedere che la scuola materna paritaria possa diventare statale. «Avremmo potuto prendere una decisione di giunta - ha spiegato il sindaco Cristina Merusi - ma abbiamo deciso di portare la questione in consiglio perché ci sembra giusto coinvolgere il paese nel percorso. Abbiamo dovuto convocare d’urgenza il consiglio perché aspettavamo il parere favorevole alla questione della conferenza provinciale territoriale scolastica, dopo aver ricevuto quello dell’istituto comprensivo di Felino». 
Le suore Figlie della Croce operano a Sala Baganza dal 1886 e da decenni si occupano dell’asilo paritario, in convenzione col Comune. «Abbiamo una lunga storia di collaborazione con le suore Figlie della Croce che da sempre si occupano dei nostri ragazzi, purtroppo - ha spiegato la Merusi - dopo aver dato tanto alla nostra comunità, non riescono più a continuare e l’unico modo per continuare a fornire servizio che riteniamo fondamentale di 5 sezioni per circa 140 bambini, è che la scuola diventi statale. Il comune si occuperà di fornire i locali, la mensa e i trasporti e lo stato, nel caso la proposta venga accolta, di pagare il personale. Dopo tanti anni di autosufficienza anche lo stato ora dovrebbe fare la sua parte». 
Se il consigliere del movimento 5 stelle Giuseppe Distante ha accolto la proposta, specificando che vigilerà sulla questione ed auspicando un consiglio comunale aperto ed un percorso partecipato con l’intera comunità su un tema tanto importante, la consigliera di Sala Attiva Tiziana Azzolini ha posto il problema che deriva dall’eventuale statalizzazione: che fine fa il personale della scuola? «La richiesta di fare una scuola statale può anche essere fatta, anche se non credo sarà mai concessa visto che non si tratta di scuola dell’obbligo, c’è crisi e lo stato l’ultima volta che ha finanziato una scuola di questo tipo è stato 30 anni fa a Felino, ma la realtà è che in meno di un anno ci sarà un nuovo servizio da costruire perché se non ci sarà le famiglie saranno in ginocchio. Ed è necessario tutelare le persone che lavorano nella scuola, maestri e ausiliari, visto che in caso di scuola statale il personale andrebbe assunto tramite concorso pubblico». I consiglieri di maggioranza Maestri, Ronchini e Saccani, sottolineando come la priorità sia mantenere il servizio e come si tratti solo dell’inizio di un percorso, hanno specificato la presenza di norme che regolano le assunzioni nelle scuole pubbliche.  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Parma, Frattali out: arriva Davide Bassi in porta

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

1commento

fotografia

Il "Mercante" secondo il fotografo Fabrizio Ferrari Gallery

comune

Casa: "Positivo il 2016, ma ci mancano 40 agenti" Tutti i numeri

L'assessore ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

1commento

GAZZAREPORTER

Ancora rifiuti selvaggi a San Leonardo Fotogallery

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia