Provincia-Emilia

"L'arte ai tempi del Correggio": via agli eventi di primavera

Ricevi gratis le news
0

Si apre domani, sabato 4 aprile, alla Rocca di San Secondo il calendario di eventi di primavera di “L’arte ai tempi del Correggio”, serie di percorsi artistici di approfondimento, promossi e organizzati dalla Provincia di Parma, che dallo scorso 20 settembre hanno coinvolto sette eccellenze artistiche, storiche e architettoniche del nostro territorio in concomitanza con la grande mostra dedicata ad Antonio Allegri.

Affermato e stimato dalle corti padane, il grande maestro lavorava nei primi del Cinquecento in parallelo con numerosi altri artisti che da lui hanno preso spunto e ispirazione per creare imponenti cicli pittorici all’interno dei grandi castelli del Rinascimento parmense: ecco allora che la grande mostra dedicata al Correggio è diventata un’occasione per apprezzare anche il territorio circostante, la provincia di Parma, con i suoi castelli, le sue corti e anche la sua tradizione enogastronomica. “L’arte ai tempi del Correggio” coinvolge la Rocca Sanvitale di Fontanellato, la Rocca Meli Lupi di Soragna, la Chiesa Collegiata di San Bartolomeo in Busseto, la Rocca dei Rossi di San Secondo, la Rocca Sanvitale di Sala Baganza, il Castello dei Rossi (chiuso però dal 23 dicembre a causa del terremoto) e la Badia di Santa Maria della Neve di Torrechiara, il Castello di Montechiarugolo, con esposizioni, installazioni ed eventi. Dopo il calendario di eventi che si è concluso lo scorso novembre, ora ecco il nuovo programma per la primavera: una primavera ricca di arte e cultura che mette insieme letture dall’Ariosto al Tasso passando per Michelangelo Buonarroti e Leonardo da Vinci. Non mancheranno inoltre laboratori didattici, visite guidate, rievocazioni medievali e concerti di musica sacra. Si parte sabato 4 aprile alla Rocca di San Secondo, con l’inaugurazione dei restauri, e si chiude il 2 maggio a Busseto.

L’iniziativa è realizzata dalla Provincia di Parma con la collaborazione del Comitato Correggio, della Soprintendenza per il patrimonio Storico, Artistico e Demoetnoantropologico di Parma e Piacenza, della Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio di Parma e Piacenza, dei Comuni coinvolti nell’itinerario, dei proprietari dei Castelli di Soragna e Montechiarugolo, della Parrocchia di Busseto e dell’Associazione Castelli del Ducato. “L’arte ai tempi del Correggio era nata per far “partecipare” tutto il territorio alla grande mostra di Parma: per far scoprire ai visitatori i cicli pittorici contemporanei a Correggio e le meraviglie delle nostre corti. Volevamo insomma collegare l’esposizione di Parma con la possibilità di andare oltre, cercando di far sì che le persone apprezzassero, anche rimanendo da noi qualche giorno, le tante cose che sono intorno a noi. Ora abbiamo voluto raccogliere e prolungare l’eco positiva della mostra nei week-end fino a maggio, che dal punto di vista turistico sono i più interessanti”, ha detto nella presentazione di oggi al Parma Point l’assessore provinciale al Turismo Gabriella Meo. “Abbiamo un patrimonio enorme, che sono i nostri castelli: un patrimonio ancora poco conosciuto fuori da qui. Questa è un’ulteriore opera di valorizzazione: la valorizzazione di un territorio che ha tanto da offrire anche oltre la città”, ha osservato il sindaco di Fontanellato Maria Grazia Guareschi, vice presidente dell’Associazione Castelli del Ducato.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS