-2°

montagna ovest

No all'unione, sì alla cooperazione

No all'unione, sì alla cooperazione
0
Albareto, Bardi, Berceto, Solignano e Valmozzola gettano le basi per scelte condivise
Albareto, Bardi, Berceto, Solignano e Valmozzola gettano le basi per scelte condivise

 

BERCETO
Valentino Straser
Sindaci, tecnici e impiegati dei comuni di Berceto, Solignano, Valmozzola, Bardi e Albareto si sono confrontati ieri mattina nella sala consiliare di Berceto per discutere e avviare il sistema di convenzioni fra le cinque amministrazioni che hanno scelto di non aderire all’Unione dei Comuni. Dei 16 comuni costituenti la Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno, otto hanno aderito all’Unione dei Comuni mentre i restanti, come Berceto, Solignano, Valmozzola, Bardi e Albareto dovranno accordarsi sulle convenzioni da esercitare in forma associata, secondo i termini di legge. «Siamo passati dalle parole ai fatti - ha rilevato il sindaco di Solignano Lorenzo Bonazzi - abbiamo predisposto un piano operativo che mette a confronto le funzioni di ciascun comune suddivise per aree professionali».
Un primo passo, ha proseguito Bonazzi, per iniziare a collaborare e a lavorare per il territorio. Il concetto di «cooperazione» coniugato all’autonomia di Comuni è stato ribadito da Giuseppe Conti, sindaco di Bardi, che ha riaffermato il ruolo istituzionale dei Comuni che si pone come ente a servizio della popolazione. «Efficienza, efficacia e benefici per i cittadini» ha auspicato il sindaco di Valmozzola Claudio Alzapiedi per un'attenta condivisione delle scelte amministrative finalizzata alla gestione territoriale. «Nonostante non ci sia una completa contiguità fra i Comuni presenti, oggi - ha sottolineato Ferrando Botti, sindaco di Albareto -, con le risorse informatiche e le telecomunicazioni le distanze materiali, anche per il territorio montano, possono essere superate a favore di una cooperazione intercomunale».
 «Ritrovandoci con i sindaci di Bardi, Albareto, Solignano e Valmozzola - ha proseguito Luigi Lucchi, sindaco di Berceto - per lavorare su possibili convenzioni ho sempre sostenuto che queste verranno sottoscritte dal Comune di Berceto se ritenute veramente utili e se saranno organizzate senza burocrazia proprio con lo spirito di dare migliori servizi. Non siamo campanilisti e con i miei colleghi, veramente appassionati della loro missione, si affrontano i veri problemi del nostro territorio. Mi chiedo, infatti, come sia possibile non avere ancora una strada che possa unire, con 15 minuti di percorrenza, Bardi all’importante polo di Varano Melegari. Mi chiedo come potrebbero essere Albareto e Borgotaro se avessero l’organizzazione della borsa del fungo e delle erbe officinali. Mi chiedo che cosa sarebbe Berceto con moderne aree di servizio, di tipo francese, nei pressi del casello autostradale di Berceto, direttamente collegate all’autostrada. Mi chiedo, infine - conclude Lucchi - che altra vita sussisterebbe in tutta la montagna, se l’area industriale di Rubbiano fosse sostenuta dalla Provincia e dalla Regione e invogliasse l’industria a prendere la direzione della pedemontana». 
Già dalla prossima settimana i responsabili delle aree tecniche e amministrative dei Comuni di Berceto, Solignano, Valmozzola, Bardi e Albareto inizieranno il ciclo di incontri per «rodare» il sistema di convenzioni che si avvierà dal 2014. Al termine dell’incontro è stato annunciato dal sindaco Luigi Lucchi l’incontro con la cittadinanza, in agenda il 21 dicembre a Berceto, per discutere alcuni temi che riguardano la montagna, come il servizio idrico integrato, la raccolta rifiuti e il debito pro-capite dei cittadini.
BERCETO

 

Valentino Straser

Sindaci, tecnici e impiegati dei comuni di Berceto, Solignano, Valmozzola, Bardi e Albareto si sono confrontati ieri mattina nella sala consiliare di Berceto per discutere e avviare il sistema di convenzioni fra le cinque amministrazioni che hanno scelto di non aderire all’Unione dei Comuni. Dei 16 comuni costituenti la Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno, otto hanno aderito all’Unione dei Comuni mentre i restanti, come Berceto, Solignano, Valmozzola, Bardi e Albareto dovranno accordarsi sulle convenzioni da esercitare in forma associata, secondo i termini di legge. «Siamo passati dalle parole ai fatti - ha rilevato il sindaco di Solignano Lorenzo Bonazzi - abbiamo predisposto un piano operativo che mette a confronto le funzioni di ciascun comune suddivise per aree professionali».Un primo passo, ha proseguito Bonazzi, per iniziare a collaborare e a lavorare per il territorio. Il concetto di «cooperazione» coniugato all’autonomia di Comuni è stato ribadito da Giuseppe Conti, sindaco di Bardi, che ha riaffermato il ruolo istituzionale dei Comuni che si pone come ente a servizio della popolazione. «Efficienza, efficacia e benefici per i cittadini» ha auspicato il sindaco di Valmozzola Claudio Alzapiedi per un'attenta condivisione delle scelte amministrative finalizzata alla gestione territoriale. «Nonostante non ci sia una completa contiguità fra i Comuni presenti, oggi - ha sottolineato Ferrando Botti, sindaco di Albareto -, con le risorse informatiche e le telecomunicazioni le distanze materiali, anche per il territorio montano, possono essere superate a favore di una cooperazione intercomunale». «Ritrovandoci con i sindaci di Bardi, Albareto, Solignano e Valmozzola - ha proseguito Luigi Lucchi, sindaco di Berceto - per lavorare su possibili convenzioni ho sempre sostenuto che queste verranno sottoscritte dal Comune di Berceto se ritenute veramente utili e se saranno organizzate senza burocrazia proprio con lo spirito di dare migliori servizi. Non siamo campanilisti e con i miei colleghi, veramente appassionati della loro missione, si affrontano i veri problemi del nostro territorio. Mi chiedo, infatti, come sia possibile non avere ancora una strada che possa unire, con 15 minuti di percorrenza, Bardi all’importante polo di Varano Melegari. Mi chiedo come potrebbero essere Albareto e Borgotaro se avessero l’organizzazione della borsa del fungo e delle erbe officinali. Mi chiedo che cosa sarebbe Berceto con moderne aree di servizio, di tipo francese, nei pressi del casello autostradale di Berceto, direttamente collegate all’autostrada. Mi chiedo, infine - conclude Lucchi - che altra vita sussisterebbe in tutta la montagna, se l’area industriale di Rubbiano fosse sostenuta dalla Provincia e dalla Regione e invogliasse l’industria a prendere la direzione della pedemontana». Già dalla prossima settimana i responsabili delle aree tecniche e amministrative dei Comuni di Berceto, Solignano, Valmozzola, Bardi e Albareto inizieranno il ciclo di incontri per «rodare» il sistema di convenzioni che si avvierà dal 2014. Al termine dell’incontro è stato annunciato dal sindaco Luigi Lucchi l’incontro con la cittadinanza, in agenda il 21 dicembre a Berceto, per discutere alcuni temi che riguardano la montagna, come il servizio idrico integrato, la raccolta rifiuti e il debito pro-capite dei cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017