consiglio

Sala, una commissione studia la fusione con Collecchio e Felino

Il consigliere Ronchini: «E' necessario analizzare bene i costi e i benefici»

Sala, una commissione studia la fusione con Collecchio e Felino
0

 

SALA BAGANZA
Cristina Pelagatti 
Sarà istituita una commissione sulla possibilità di fusione dei Comuni di Sala Baganza, Collecchio e Felino. Nel Consiglio comunale svoltosi mercoledì sera a Sala è stata infatti accolta la mozione presentata dal gruppo di maggioranza, Solidarietà, con la quale si chiede al Comune di istituire una commissione senza compenso, composta da consiglieri di maggioranza e minoranza dei comuni coinvolti o del comune che intende condividere il percorso e da cittadini in rappresentanza di categorie o associazioni regolarmente iscritte all’albo comunale la quale, come ha sottolineato il consigliere Giovanni Ronchini, dovrebbe essere incaricata di elaborare uno studio di fattibilità di costi e benefici per la fusione dei Comuni e di individuare le modalità di coinvolgimento e di ascolto della popolazione.
«L’opinione pubblica- ha affermato Ronchini leggendo la mozione- è particolarmente sensibile al contenimento dei costi e alla maggiore efficienza della pubblica amministrazione. In questo periodo  i Comuni hanno difficoltà crescenti a gestire in autonomia i servizi di cui sono competenti. Considerata l’omogeneità di caratteristiche di Collecchio Sala e Felino e l’eventualità che la Regione Emilia Romagna possa fornire risorse per progetti di fusione e studi di fattibilità, chiediamo che venga istituita una commissione apposita a partecipazione gratuita». La mozione è stata approvata dalla maggioranza, con l’astensione del consigliere Giuseppe Distante del Movimento 5 Stelle che ha chiesto maggiori delucidazioni su tempi, sul rapporto costi benefici e un percorso aperto ai cittadini. 
Contrario il voto di Sala Attiva che aveva presentato una mozione nel corso dello stesso consiglio comunale, sullo stesso tema, respinta dalla maggioranza. 
Sala Attiva infatti aveva chiesto con una mozione che venisse messo all’ordine del giorno del prossimo consiglio l’avvio delle pratiche di fusione, con particolare riferimento al referendum consultivo tra i cittadini. Come ha spiegato la capogruppo Tiziana Azzolini « Il coinvolgimento dei cittadini, che si sarebbe dovuto realizzare anche al momento della infausta decisione dell’Unione dei Comuni della Pedemontana, è necessario. Occorre che siano avviate al più presto le procedure previste dalla legge per attuare nei tre Comuni il referendum consultivo, di cui è prevista l’obbligatorietà per ogni progetto di fusione. Deve essere anche detto che i Comuni possono attivare forme di coinvolgimento e confronto con la popolazione su tematiche di interesse pubblico per le quali si debba giungere a una mediazione, pratiche previste e incentivate dalla legge regionale sulla partecipazione (L.r.3/2010). Sala Attiva richiede che il Presidente del Consiglio Comunale metta all’ordine del giorno del prossimo Consiglio la discussione della proposta di avvio di procedure della fusione, tanto più urgente dopo che i bilanci di Unione Pedemontana e ASP hanno evidenziato la gestione fallimentare della scelta politica compiuta a suo tempo con la forzosa creazione di una struttura amministrativa sovrapposta a quella dei singoli comuni con aggravio di burocrazia e di spesa clientelare». 
Tiziana Azzolini ha specificato che Sala Attiva non parteciperà a commissioni su studi di fattibilità perché i costi e benefici della fusione sono evincibili dai bilanci dei comuni depositati. 
SALA BAGANZA

 

Cristina Pelagatti

 Sarà istituita una commissione sulla possibilità di fusione dei Comuni di Sala Baganza, Collecchio e Felino. Nel Consiglio comunale svoltosi mercoledì sera a Sala è stata infatti accolta la mozione presentata dal gruppo di maggioranza, Solidarietà, con la quale si chiede al Comune di istituire una commissione senza compenso, composta da consiglieri di maggioranza e minoranza dei comuni coinvolti o del comune che intende condividere il percorso e da cittadini in rappresentanza di categorie o associazioni regolarmente iscritte all’albo comunale la quale, come ha sottolineato il consigliere Giovanni Ronchini, dovrebbe essere incaricata di elaborare uno studio di fattibilità di costi e benefici per la fusione dei Comuni e di individuare le modalità di coinvolgimento e di ascolto della popolazione.«L’opinione pubblica- ha affermato Ronchini leggendo la mozione- è particolarmente sensibile al contenimento dei costi e alla maggiore efficienza della pubblica amministrazione. In questo periodo  i Comuni hanno difficoltà crescenti a gestire in autonomia i servizi di cui sono competenti. Considerata l’omogeneità di caratteristiche di Collecchio Sala e Felino e l’eventualità che la Regione Emilia Romagna possa fornire risorse per progetti di fusione e studi di fattibilità, chiediamo che venga istituita una commissione apposita a partecipazione gratuita». La mozione è stata approvata dalla maggioranza, con l’astensione del consigliere Giuseppe Distante del Movimento 5 Stelle che ha chiesto maggiori delucidazioni su tempi, sul rapporto costi benefici e un percorso aperto ai cittadini. Contrario il voto di Sala Attiva che aveva presentato una mozione nel corso dello stesso consiglio comunale, sullo stesso tema, respinta dalla maggioranza. Sala Attiva infatti aveva chiesto con una mozione che venisse messo all’ordine del giorno del prossimo consiglio l’avvio delle pratiche di fusione, con particolare riferimento al referendum consultivo tra i cittadini. Come ha spiegato la capogruppo Tiziana Azzolini « Il coinvolgimento dei cittadini, che si sarebbe dovuto realizzare anche al momento della infausta decisione dell’Unione dei Comuni della Pedemontana, è necessario. Occorre che siano avviate al più presto le procedure previste dalla legge per attuare nei tre Comuni il referendum consultivo, di cui è prevista l’obbligatorietà per ogni progetto di fusione. Deve essere anche detto che i Comuni possono attivare forme di coinvolgimento e confronto con la popolazione su tematiche di interesse pubblico per le quali si debba giungere a una mediazione, pratiche previste e incentivate dalla legge regionale sulla partecipazione (L.r.3/2010). Sala Attiva richiede che il Presidente del Consiglio Comunale metta all’ordine del giorno del prossimo Consiglio la discussione della proposta di avvio di procedure della fusione, tanto più urgente dopo che i bilanci di Unione Pedemontana e ASP hanno evidenziato la gestione fallimentare della scelta politica compiuta a suo tempo con la forzosa creazione di una struttura amministrativa sovrapposta a quella dei singoli comuni con aggravio di burocrazia e di spesa clientelare». Tiziana Azzolini ha specificato che Sala Attiva non parteciperà a commissioni su studi di fattibilità perché i costi e benefici della fusione sono evincibili dai bilanci dei comuni depositati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Anga Parma

l calendario dei giovani imprenditori agricoli

Per raccogliere fondi a favore delle aziende agricole colpite dal terremoto nel Centro Italia

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti