Provincia-Emilia

Rocca di San Vitale, altre candidature per riceverla in dono

Rocca di San Vitale, altre candidature per riceverla in dono
Ricevi gratis le news
0

La Rocca di San Vitale Baganza cerca ancora un «castellano». Nei giorni scorsi, attraverso la Gazzetta, il suo attuale  proprietario aveva fatto un'offerta sorprendente: «Sono disposto a regalarla a un'istituzione che se ne prenda cura e che la destini a fini di utilità sociale - spiegava il professor Giulio Piazzesi -. Io non posso salvarla dall'abbandono, e mi sanguina il cuore al pensiero che un pezzo di storia simile vada perduto».
   Da quel giorno  sono arrivate diverse candidature e diverse conferme di interesse per questo specialissimo, insolito e prezioso dono. A partire dal Comune di Sala Baganza, che Piazzesi aveva già contattato in forma privata prima di affidare il suo appello alle pagine del  quotidiano. «Ma dopo 40 giorni non ho più saputo niente e mi sono ritenuto libero di cercare altre strade», aveva raccontato. 
«Sarei ben felice di ricevere in regalo la Rocca, e col cuore avrei immediatamente detto di sì al professor Piazzesi - era stata la  risposta del sindaco Cristina Merusi - ma prima ritengo doveroso valutare  i costi per evitare un ulteriore aggravamento delle condizioni dell'edificio. Spero di avere presto tutti gli elementi di valutazione necessari per accogliere questa offerta generosa».
     E oggi il proprietario della Rocca torna a farsi sentire via lettera: «Ho letto con interesse l’intervento del sindaco di Sala Baganza e vorrei precisare alcune cose». Ripercorre in ordine cronologico le tappe del rapporto con il Comune di Sala, Piazzesi.  «Il 16 febbraio - scrive - ho presentato, a voce e nella forma scritta, la mia proposta; congiuntamente (il sindaco, un dirigente comunale e io) abbiamo effettuato una visita all’edificio (chiuso, vuoto e disabitato da anni) ed al termine ho lasciato le chiavi in loco a disposizione dell’Amministrazione. Il  2 marzo ho inviato una comunicazione scritta: “Sono trascorse due settimane e non ho ricevuto alcuna risposta alla mia richiesta di una dichiarazione d’interesse in tempo breve. Pertanto, come esplicitamente anticipato, interpreto - per ora e con rammarico - il silenzio  come assenso negato. Non ritiro la mia proposta, ma mi ritengo libero di esplorare anche altre possibili soluzioni”».
 «Ricevo in cambio una telefonata nella quale mi si spiega che altri impegni hanno ritardato l’istruzione della pratica e vengo pregato di portar pazienza». Ma l'amarezza odierna è legata soprattutto alla «tappa» successiva della vicenda: «Il 29 marzo vengo dimesso dall'ospedale dopo un intervento chirurgico. Il giorno successivo ricevo due documenti che mi rovinano la giornata: il referto dell’esame istologico ed una raccomandata che contiene un’ordinanza del sindaco che mi ingiunge “l'immediata cessazione dell’uso dell’edificio, dichiarandone  l’inagibilità, fino all’avvenuta esecuzione dei lavori necessari alla messa in sicurezza dello stesso. Si prescrive il divieto di accesso a chiunque, tranne che agli operai addetti ai lavori di ripristino delle condizioni di sicurezza”».
Il resto è l'ordine, con decorrenza immediata, a uscire dall'edificio fino all'attuazione degli interventi. E  l’immediato divieto di accesso a chiunque, tranne che agli addetti ai lavori. «L’ordinanza termina con il richiamo agli adempimenti burocratici previsti dalle leggi ed alla conseguente denuncia all’autorità giudiziaria in caso di inadempienza. Il giorno seguente tento piú volte di contattare telefonicamente l’Amministrazione comunale ma senza esito».
Il 1 aprile  arriva la  prima lettera alla Gazzetta. «Da quel momento ho  ricevuto lusinghiere attestazioni di interesse - spiega Piazzesi -. E ne sono convinto: in qualche modo il mio “problema” troverà una soluzione». A farsi avanti, oltre al Comune di Sala appoggiato dalla Provincia («lavoreremo insieme», aveva detto Bernazzoli), anche alcune onlus e alcuni privati disposti a creare una «cordata» per creare un entità di tipo privato con finalità  formative. «Sto valutando e cercando di capire le intenzioni di tutti - racconta Piazzesi -. La sorte della Rocca mi angoscia. Io sono ormai anziano e  lontano da San Vitale. So già cosa succede alle case che non sono abitate. E io ho già lasciato la Rocca  anche troppo abbandonata...». C.C.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Festa al Dragoon pub di Salso

pgn

Festa al Dragoon pub di Salso Foto

Polemica tomori

Il messaggio

Toffa, malattia, post e polemiche: "Nadia, il cancro non rende fighi"

1commento

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche  Foto

social

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trattoria "Al Voltone"

CHICHIBIO

Trattoria "Al Voltone", la generosa tradizione della Bassa

di Chichibio

Lealtrenotizie

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

ALLARME MAFIE

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

2commenti

RICERCA

Cuore, da Parma parte la rivoluzione farmacologica

SERIE B

Il Parma lotta e strappa un punto

1commento

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

BORGOTARO

Laminam, nuove denunce e nuove smentite

Via Mameli

Tenta di rubare una bici: «placcato» dal barista

viabilità

Domenica con gelo e neve: possibili difficoltà in autostrada, anche in zona Parma

Recidivo

Ai domiciliari, continuava a spacciare cocaina

INAUGURAZIONE

Socogas inaugura due distributori sulla Brebemi

Intervista

Thomas: «Sono un anti-social, mi esprimo nei live»

CALCIO

Dilettanti e Giovanili, attività sospesa nel weekend

CARABINIERI

Spaccio di cocaina e hashish fra Parma e Borgotaro: coinvolti 6 magrebini Video

Tre magrebini sono stati arrestati, altri tre sono ricercati nell'ambito dell'operazione "Pokemon Go" dei carabinieri

TARDINI

Il Parma non batte il Venezia: finisce 1-1

Due grandi occasioni gialloblù nel primo tempo. Poi lagunari in vantaggio con Pinato raggiunti su rigore da Calaiò, appena entrato. Lo Spezia piega la Salernitana e ci supera

1commento

social

Derapate (follie?) con il quad in piazza Garibaldi Video

2commenti

PARMA

Neve in città: in azione i mezzi del Comune. Previsto un abbassamento delle temperature

E' attivo un numero verde del Comune di Parma per segnalazioni e informazioni. Scuole chiuse a Lesignano e Neviano

11commenti

Gazzareporter

Risveglio con la neve a Parma Invia le tue foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Stragi in Usa: se la proposta è armare gli insegnanti

di Paolo Ferrandi

4commenti

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

enti locali

Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna firmano il patto per l'Autonomia

Caserta

Violenza sessuale durante l'esorcismo: arrestato un sacerdote

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

Parma-Venezia

Scozzarella: "Meritavamo qualcosa di più, ma ripartiamo da questa prestazione" Video

SOCIETA'

il disco

1973: Edoardo Bennato spicca il volo

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day