10°

18°

Provincia-Emilia

Carolina, da 83 anni il sogno si chiama Felegara

Carolina, da 83 anni il sogno si chiama Felegara
1

di Roberto Cerocchi

Tante emozioni, diversi ricordi e molti racconti che attraversano l'Oceano. Sono i sentimenti di questi giorni, a Felegara, per Carolina Bernini e la figlia Maryann Foley giunte in paese dalla lontana California per incontrare i parenti. Questa bella storia inizia qualche anno fa quando Maryann comincia a «torturare» la madre Carolina per conoscere i suoi luoghi di origine. Carolina Bernini, oggi ottantatrenne, aveva sempre portato nel cuore Felegara, il paese in cui era nato suo padre Achille Lorenzo, e prima di lui, il nonno Adriano. Andando a ritroso nella dinastia incontriamo Emilio e infine Leopoldo, il capostipite, nato all’inizio dell’Ottocento. La famiglia dei Bernini erano dei benestanti e possedevano diverse abitazioni in «Felghèra Vecia», esattamene in borgo delle Rose (oggi Borgo Ferrari) e zone limitrofe con campi coltivati, vigneti e case coloniche. È nel 1911, a soli diciotto anni, che il padre di Carolina, Achille Lorenzo lascia l’Italia per New York. Poi si traferisce a Boston dove vi lavora come cuoco. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale ritorna in Italia per servire la Patria nel corpo degli alpini. A Genova, in quel periodo, conosce una crocerossina, Anna Mongigoli-Rivalta, i due s'innamorano e si sposano nel 1920 a New York. Vivono per quindici anni a Miami e poi a Santa Rosa in California. Dalla loro unione sono nati quattro figli, tra cui Maryann. Ritornando a Carolina nella sua vita è venuta in Italia una sola volta all’età di cinque anni, insieme alla madre e alla sorella Adriana, per la morte a Genova del nonno materno, il generale Giancarlo Rivalta. Dopo i funerali venne a vivere per un’estate a Felegara. Quella permanenza è bastata per fargli rimanere nel cuore tanti ricordi che si è portata con sè nel lontano continente americano. L’hanno accompagnata in questi settantotto anni d’attesa, oltre che dei ricordi, ancora precisi come se fossero immagini viste ieri o fatti accaduti qualche giorno fa, il parlare in famiglia il dialetto di Felegara, la lingua italiana, le tradizioni e la cucina parmigiana. Un anno fa la figlia Maryann iniziò la ricerca degli avi e grazie alle risposte precise e puntuali delle addette ai servizi demografici del comune di Medesano la misero sulla buona strada. La notizia della ricerca viene pubblicata anche sul sito internet e sul quotidiano della Gazzetta. Il giorno dopo a Felegara spuntano i parenti, le famiglie dei cugini Arienzio e Anna Quarantelli. Iniziano i contatti e poi il viaggio e l’arrivo in Italia delle due donne il 1° aprile e l’incontro con i parenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    09 Aprile @ 19.56

    Bella storia. Commovente. Gli italiani emigranti erano ben diversi da quei stranieri che oggi "invadono l'Italia" loro hanno solo diritti, mai doveri. I nostri emigranti come ha ben raccontato Cerocchi andavano per farsi una vita nuova, con modestia, sacrifici ,senza mai alzare il capo. Che diversità.!Onore e gloria ai nostri emigranti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

6commenti

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

viabilità

Afflusso alle fiere e due incidenti: lunghe code al casello e verso Baganzola

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

4commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

8commenti

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Tredicenne violentato per anni da "branco" di 11 minorenni

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

3commenti

SOCIETA'

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery