10°

18°

Provincia-Emilia

Parco del Taro: al lavoro i detenuti

Parco del Taro: al lavoro i detenuti
0

Comunicato stampa


IL Parco del Taro PER IL SOCIALE
In atto due importanti progetti di integrazione

Il Parco fluviale Regionale del Taro, nell’ambito dei numerosi progetti sociali
 attuati in collaborazione con diversi Enti del territorio, sta portando avanti con grande soddisfazione, per il secondo anno consecutivo un’iniziativa di
di inserimento lavorativo di alcuni detenuti. Il progetto è nato da un’iniziativa dell’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di  Parma, degli Istituti di Pena di Parma e del Consorzio Forma Futuro. Il  Parco del Taro si può fregiare di essere il primo nella zona ad aver iniziato ad ospitare con una borsa lavoro i detenuti che mettono a disposizione la propria persona per le mansioni più svariate.
Il direttore del Parco, Michele Zanelli ha espresso il proprio entusiasmo per l’iniziativa:   <<I detenuti svolgono con competenza diverse tipologie di lavoro all’interno dell’area del Parco, dalla manutenzione della sede e dei sentieri a piccoli lavori edili, dalla sistemazione forestale alla realizzazione di nidi artificiali. L’esperienza è per il Parco totalmente positiva, non solo perché permette ad un Ente che usufruisce di scarse risorse finanziare di avere un aiuto concreto in diversi settori,  ma anche perché ci permette di conoscere una realtà diversa ed arricchisce il valore del nostro lavoro.>>.
 E’ Renato Carini, responsabile della vigilanza per il Parco ad aver materialmente seguito passo dopo passo il lavoro dei detenuti: <<Credo che il progetto sia molto positivo per il Parco, i detenuti hanno grande desiderio di esprimere le proprie personalità e professionalità, molti di loro hanno infatti acquisito delle nuove competenze con attività all’interno del carcere e sono entusiasti di poterle mettere in pratica. Ritengo molto utile questa esperienza che ha permesso ai detenuti di entrare in contatto con la realtà lavorativa del Parco, e per i dipendenti del Parco stesso, che hanno potuto superare i pregiudizi che normalmente si creano verso coloro che sono in stato di detenzione.>>. L’anelito degli operatori del Parco è che i tre detenuti, che termineranno la propria attività all’interno dell’Ente, una volta scontata la pena detentiva, possano mettere a frutto l’esperienza lavorativa acquisita trovando un’occupazione. Durante il progetto i detenuti sono entrati in contatto con due studenti dell’Itsos di Fornovo, occupati in uno stage nel Parco, condividendo con loro alcuni momenti lavorativi. <<La convivenza tra gli studenti ed i detenuti- ha dichiarato Mauro Conti, presidente del Parco del Taro- è stata altamente positiva perché lo scambio di esperienze ha portato ad un arricchimento reciproco. Al pranzo finale organizzato al termine dello stage, i ragazzi ci hanno ringraziati per l’opportunità che è stata loro offerta  di conoscere una realtà così lontana dalla loro. Il buon rapporto basato sul rispetto reciproco creatosi tra detenuti, studenti e operatori del Parco dimostra la validità di un progetto che punta al reinserimento nella vita sociale di persone in stato di detenzione. Il Parco sicuramente tenterà di riproporre il progetto anche per l’anno prossimo; ci piacerebbe che restassero a lavorare con noi, con contratti specifici previsti dalla normativa di formazione lavoro, alcuni di loro. Questi ragazzi  stanno dimostrando grande voglia di lavorare e rendersi utili al Parco, comportandosi sempre in maniera esemplare>>.

 
Per ulteriori informazioni sulle iniziative ed i progetti dell’Ente  Parco:
Consorzio del Parco Fluviale regionale del Taro - Strada Giarola 11 - Collecchio
Tel.  0521-802688 -  Cell. 329 2105937  - Fax 0521 305732
www.parcotaro.it - info@parcotaro.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

4commenti

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

1commento

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

4commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

8commenti

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

6commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

1commento

Londra

Il momento in cui la donna si getta nel Tamigi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery