22°

32°

Provincia-Emilia

Tecnologia, agroalimentare, benessere: ecco la Parma del futuro - In 7 anni, investimenti per 130 milioni

Ricevi gratis le news
0

Al via anche a Parma il percorso che  porta alla sottoscrizione dell’Intesa provinciale sul Dup, il  Documento Unico di Programmazione, che contiene il quadro generale degli investimenti infrastrutturali rivolti soprattutto all’innovazione nei settori dell’ambiente, della mobilità sostenibile, dell'innovazione e della ricerca industriale. Nella Conferenza è stato condiviso, con gli Enti territoriali e  con le associazioni di categoria economiche e i sindacati, il  quadro generale degli interventi per lo sviluppo del territorio  parmense nei prossimi anni.

UN DOCUMENTO CHE GUARDA AI PROSSIMI 7 ANNI - Alla presentazione del Documento 'Il  contributo del sistema territoriale della provincia di Parma  all’attuazione della Politica Regionale Unitaria" hanno  partecipato la Regione Emilia-Romagna con il sottosegretario alla Presidenza Alfredo Bertelli, la Provincia di Parma con il  Presidente Vincenzo Bernazzoli, il Comune di Parma, i  rappresentanti dei Comuni del territorio provinciale e le rappresentanze delle organizzazioni economiche e sociali. «L'individuazione degli assi principali di intervento per il  territorio della provincia di Parma – ha sottolineato Bertelli –  nasce dal confronto avviato con il Piano territoriale regionale.  Inoltre gli interventi che a breve si possono mettere in campo  rappresentano la migliore risposta per affrontare e guardare oltre alla crisi economica». Il Documento approvato si  inserisce nel Documento Unico di Programmazione (Dup), che  promuove per i prossimi sette anni una politica regionale  integrata superando logiche settoriali e favorendo l’utilizzo coordinato e sinergico di diversi strumenti finanziari. 

IL PARCO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO - Il Dup, considerando anche le risorse che saranno attivate dagli Enti  locali e dai privati potrà contare in tutto il territorio emiliano-romagnolo, fino al 2015, su circa tre miliardi, di cui  1,5 di Fondi comunitari nazionali e regionali. Tra gli obiettivi  principali del Documento, quello di facilitare i processi di  sviluppo attraverso il potenziamento strutturale e  infrastrutturale con particolare attenzione all’innovazione e di  trasferimento tecnologico della ricerca alle imprese per il  quale è prioritario completare il percorso attuativo del Parco scientifico e tecnologico, realizzando le infrastrutture per l’ insediamento di centri di ricerca aziendali e universitari, laboratori, servizi avanzati, incubatori d’imprese hi-tech,  attività di prototipazione. Questo "nucleo caldo" è il centro  attrattore per il quale lo sforzo infrastrutturale e strutturale si innerva toccando la mobilità e la logistica; il turismo e le  produzioni tipiche e l’agroalimentare; cultura e paesaggio.

FOCUS SULL'AGROALIMENTARE - L'Agroalimentare, il Prosciutto di Parma e il pomodoro – Il  "Sistema Parma" rappresenta un polo d’eccellenza dell’ agroalimentare, già evidenziato dai recenti insediamenti del  Consorzio italiano per la ricerca sulla qualità e la sicurezza degli alimenti del Centro Nazionale di Biodiversità Animale, e dal Protocollo d’intesa per Expo 2015 iniziativa che riconosce  il ruolo di Parma quale 'Polo per la Sicurezza Alimentare' e  prevede la costituzione della Scuola superiore di formazione  europea della sicurezza, nutrizione e qualità alimentare. In  questo contesto è in corso di definizione da parte della Regione la procedura di verifica della candidatura, avanzata  dalla locale Università, di insediare a Parma – nell’ambito del  Parco scientifico e tecnologico – un Tecnopolo nei settori dell’ Agroalimentare e agroindustria e delle Scienze della vita e  tecnologie della salute. Tecnopolo che operi per raggiungere l’ eccellenza nella ricerca industriale, e nel trasferimento  tecnologico sull'intero processo agro alimentare, contribuendo  anche alla nascita per spin-off dalla ricerca di nuove imprese  innovative. Per la qualificazione e rafforzamento del 'Distretto  Agroalimentare del Prosciutto di Parma', è stato siglato l’1  agosto 2008 un Accordo di Programma fra Regione, Provincia,  Comuni e rappresentanze economiche e sociali. Progettazione e  realizzazione di due Aree produttive ecologicamente attrezzate  sovracomunali destinate alla filiera produttiva agroalimentare. Parallelamente si svolge l’attività del Distretto del Pomodoro  con la partecipazione di Enti, Associazioni ed Istituzioni che  operano fuori Provincia ed anche fuori Regione.

TURISMO E BENESSERE– La provincia di Parma  propone un’offerta plurale, in ottica di sistema: il turismo  parmense è rilevante per i comparti culturale e congressuale,  naturalistico-ambientale e enogastronomico, montano e termale.  In questo senso il progetto più corposo come investimenti viene dal programma d’area Efsa in corso di formazione che punta alla  valorizzazione del sistema culturale e del benessere dell’asse  Parma Fidenza e Salsomaggiore. Gli investimenti previsti  potenziano i collegamenti, l’accoglienza e la ricettività sia nella città capoluogo che nelle città del territorio in vista  delle presenze legate alle attività scientifiche, ludiche e culturali legate al benessere, all’agroalimentare e al  patrimonio culturale. Per questo nuovo programma sono previsti  oltre 20 milioni di investimenti da parte della Regione e degli  Enti locali.

VALORIZZAZIONE DELL'AREA PO E DELLA MONTAGNA– Con il Programma d’area  "Po fiume d’Europa" e il nuovo "Progetto interregionale Valle del Fiume Po" si punta a migliorare le condizioni di sicurezza  delle popolazioni insediate lungo il fiume, la tutela delle  fasce fluviali, il potenziamento della rete ecologica e la  conservazione quali-quantitativa della risorsa idrica. Ed  ancora, il miglioramento delle condizioni ecologiche dei  principali ambienti di valore naturalistico, promuovendo la  fruizione delle risorse ambientali e storico-culturali e il  turismo fluviale. Complessivamente verranno realizzati  investimenti per 3,5 milioni per interventi di valorizzazione e  promozione del territorio con i fondi del Por Fesr, altre  risorse verranno destinate alla riqualificazione di aree  inquinate o compromesse, dieci milioni saranno destinati a  progetti di sviluppo territoriale nelle aree montane e nelle  aree del cosiddetto distretto del prosciutto, ancora sette milioni per interventi di conservazione e valorizzazione del  patrimonio naturale e il potenziamento dell’offerta culturale e  turistica nei comuni lungo il Po. 

DALLA TIBRE ALLA METROPOLITANA – Il Documento ha preso  le sue mosse strategiche nel quadro e nel contesto di un sistema  integrato per la mobilità delle persone e delle merci, che prevedono come investimenti futuri prioritari: il Corridoio  Tirreno-Brennero (Tibre), la Pedemontana, la Via Emilia Bis (per  decongestionare la via Emilia e migliorare la sicurezza e  qualità della vita nei centri attraversati). Per quanto  riguarda la rete ferroviaria si vuole puntare sullo spostamento  di quote di traffico dalla gomma al ferro e l’incremento del  trasporto pubblico – integrandosi con il potenziamento dell’ aeroporto – attraverso la riorganizzazione delle linee  ferroviarie che collegano alcuni comuni del territorio con il  capoluogo, con l’intento di realizzare un nuovo sistema  metropolitano di bacino che in futuro potrà essere connesso con  la metropolitana di Parma; la riorganizzazione, in senso  metropolitano, della linea ferroviaria Salsomaggiore Terme-  Fidenza-Parma. Nel programma d’area Efsa è prevista una prima  tranche di investimenti per la riorganizzazione, con servizio a  cadenza da metropolitana, della linea ferroviaria Salsomaggiore  Terme-Fidenza-Parma.

RIQUALIFICAZIONE DELL'AREA NORD OVEST E DELL'OLTRETORRENTE  - Vi sono diverse proposte urbane, alcune programmabili con le risorse stanziate, altre a cadenza meno ravvicinata. Gli  investimenti che verranno realizzati grazie alle risorse del Programma speciale d’area a sostegno dell’insediamento dell’ agenzia per la sicurezza alimentare ed il Dup (Obiettivo 10  destinato alle città e i principali centri urbani) saranno pari a quasi 50 milioni. In particolare 35 milioni per la città di Parma, dove sono previsti interventi per la riqualificazione  dell’area nord-ovest, chiamata ad assumere un ruolo di 'tramite'  tra il centro urbano e le infrastrutture aeroportuali ed  autostradali anche attraverso l’attuazione di progetti  diversificati di valorizzazione, riordino urbano e viabilistico,  la riqualificazione dell’Oltretorrente, nel cuore del centro  cittadino, quale nuovo polo attrattivo di ricerca artistica, di  multiculturalità, di coesistenza intergenerazionale, la  creazione di 'Welfare Community Center' (ovvero 'Cittadelle del  Socialè) attraverso la realizzazione di una o più aree – all’ interno del perimetro cittadino – in grado di accogliere in modo  coordinato un insieme di servizi integrati alla persona. Ed  ancora otto milioni a Fidenza per la reindustrializzazione del  sito dimesso dell’Area Ex-Carbochimica e ex Cip e la nuova  piazza della stazione; infine quattro milioni a Salsomaggiore  per potenziare l’offerta congressuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rochetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

viabilità

E' tempo di nuove partenze: traffico rallentato in A1 e Autocisa Tempo reale

INCENDI

Vasti focolai sulle colline di Reggio Emilia. Squadre anche da Parma

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti