-5°

Trecasali

«Ho gettato varechina ma volevo soltanto rovinargli il giubbotto»

Trecasali

Trecasali

0

«Lui mi faceva gestacci e ho ceduto alla provocazione ma non sono io che faccio stalking. Semmai è lui»

 

Comparirà questa mattina davanti al magistrato la donna che ha gettato la varechina addosso all'ex. L'episodio è avvenuto poco dopo le 9 della serata del primo dell'anno. L'uomo aveva accompagnato al cinema la ragazzina e si era recato presso l'abitazione della mamma per riconsegnarla. Secondo la versione del padre, la donna, dopo avere inveito più volte, urlando epiteti di vario genere, contro di lui, gli ha gettato la varechina in volto. Una segnalazione al 112 e poco dopo sono intervenuti i carabinieri che hanno tratto in arresto la donna, che ora si trova ai domiciliari.
La donna, però, non ci sta a passare per «quella che va in giro a spruzzare candeggina in faccia alla gente».
«Prima di tutto - afferma - non era un bicchiere di varechina: ce ne saranno state non più di due dita. E comunque non gliel'ho gettata in faccia ma sul giubbotto. Era un giubbotto plastificato per cui alcuni schizzi potrebbero averlo raggiunto al volto. Ma non era quella la mia intenzione».
«Mi assumo le mie responsabilità - insiste la donna - ma lui non è quella persona perbene che cerca di fare credere. Tanto che il giudice gli ha già tolto l'affido di un figlio avuto da un'altra donna».
E via a raccontare la sua versione della storia. Le incongruenze con quella dell'ex partner sono tante. Alla magistratura il compito di accertare la verità.
«Mercoledì sera l'episodio è avvenuto in assenza di testimoni - racconta la donna -. C'era solo la bambina, che ha dieci anni e non può testimoniare davanti al giudice. Ma chiederò che lo faccia con l'ausilio di uno psicologo perché è giusto che si faccia chiarezza su quanto accaduto».
«Lui - insiste lei - dice che gli ho urlato degli insulti. Invece non è vero. E se avessi urlato, qualcuno si sarebbe senz'altro affacciato. Abito in un palazzo di sei famiglie e vicino ci sono tante case: se avessi veramente gridato, i vicini sarebbero usciti di casa. Sappiamo com'è la gente di un paese. Invece si è affacciato solo mio marito».
«Io sono in Italia da 23 anni e ho un figlio di 21 anni e non ho mai avuto problemi con nessuno fino a che ho conosciuto lui. Continua a dire che sono dominicana, invece sono cittadina italiana. E mi provoca in continuazione. Anche se abita vicinissimo a me, arriva a casa mia in auto ed entra anche se è proprietà privata. Si presenta con la sua nuova compagna. Non sono io che gli faccio stalking: semmai è lui. Mercoledì continuava a farmi gestacci. Alla fine sono caduta nella sua provocazione. Sono entrata a prendere in bagno un bicchierino di carta e ci ho messo non più di due dita di varechina. Una volta uscita, anch'io gli ho fatto un gesto: volevo rovinargli il giubbotto. Non volevo fargli del male».
«Lui ha una professione e ha i soldi. Ma questo non lo legittima a comportarsi in questo modo nei miei confronti. Vuole arrivare ad avere la bambina ad ogni costo. Ma intanto dovrà dimostrare che quello che ha affermato ai carabinieri è vero».R.Pr.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

1commento

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

3commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: i crociati provano a riprendere il volo Diretta

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

21commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto