calestano

Torre di Chiastre, la frana è troppo vicina: due case evacuate

Torre di Chiastre, la frana è troppo vicina: due case evacuate
Ricevi gratis le news
2

La frana è troppo vicina. La colata di detriti che dal prato scende verso valle non si arresta, nonostante il lavoro degli escavatori per deviarne il corso. E allora è arrivata la decisione: la casa più vicina e minacciata, quella di Franco Ablondi, deve essere evacuata. Non ha lesioni, l'abitazione di Torre di Chiastre, ma il pericolo è reale: 120 metri separano le mura dalla frana. E il sindaco di Calestano Maria Grazia Conciatori ha firmato l'ordinanza. L'evacuazione è in corso: i mobili di Ablondi sono stati traslocati al circolo La Piana di Ravarano, l'uomo troverà alloggio dal figlio a Calestano, e sul posto stanno lavorando i volontari della Protezione civile.

E' stata poi deciso anche lo sgombero di una seconda casa (della famiglia Magri), attualmente disabitata ma a sua avolta a rischio.

IL SOPRALLUOGO. L'assessore Fellini: "Posizionate torri faro. Per il momento la viabilità non è in pericolo" (comunicato stampa della Provincia)
Non si arresta la frana di Chiastre di Calestano, che in queste ore sta tenendo col fiato sospeso la popolazione. In mattinata sul posto è andato per un sopralluogo l’assessore provinciale alla Viabilità Andrea Fellini, accompagnato dal dirigente Gabriele Alifraco e dai tecnici della Viabilità e della Protezione civile. “Insieme al sindaco di Calestano Mariagrazia Conciatori e al tecnico comunale siamo saliti fino alla parte alta della colata di fango per renderci conto di persona della situazione – racconta Fellini -. Sul posto ci sono i mezzi comunali di movimentazione terra, che su indicazione del Servizio tecnico di bacino stanno lavorando per drenare le acque di superficie. Quello che appare chiaro è che il movimento fangoso si sposta molto velocemente”. Ad alcuni metri dalla frana si trova un’abitazione privata, con un fienile e altri accessori, che è in fase di evacuazione. Più sotto, a circa 60-70 metri, ci sono altre abitazioni e la strada provinciale 15 Calestano-Berceto. Calestano e Berceto sono i due comuni interessati: la corona di distacco è infatti in territorio bercetese, mentre la colata si riversa poi nel territorio comunale di Calestano.

 

“Oggi – spiega Fellini - abbiamo preso visione del movimento e attivato il Comitato provinciale di Protezione civile per gestire le operazioni di monitoraggio della frana e di assistenza della popolazione”. E’ stato inoltre aperto il Centro operativo comunale, punto di riferimento in questa fase. “Il Servizio Viabilità, il Servizio Protezione civile della Provincia e i volontari terranno monitorata la frana, mentre il Comune, su indicazione del Servizio tecnico di bacino, cerca di arginare il movimento franoso. Abbiamo inoltre disposto il posizionamento di alcune torri faro: due serviranno per controllare il movimento della frana, una illuminerà l’abitazione a rischio e un’altra illuminerà la strada provinciale”, prosegue Fellini, che conclude: “I nostri uffici sono operativi 24 ore su 24, vedremo come evolve la situazione per decidere di volta in volta, insieme agli altri enti di competenza, come intervenire, e nel frattempo continueranno le opere di drenaggio e alleggerimento del fronte franoso. Per il momento la viabilità provinciale non è in pericolo ma occorre tenere alta l’attenzione e, soprattutto, dare il massimo sostegno alla popolazione residente nella zona”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • DarKnight

    13 Gennaio @ 23.58

    Da frequentatore della Val Baganza e conoscitore delle dinamiche del posto, se proprio vogliamo trovare delle responsabilità per situazioni del genere posso tranquillamente affermare che le Comunità Montane (enti che gestiscono il settore foreste) autorizzano di tutto e di più senza mai dire di no (colpa di una legislazione in materia vecchia di un secolo o omissione???). Per quello che ho visto con i miei occhi la Forestale nei controlli svolti ha multato spesso negli ultimi anni i tagliatori furbi soprattutto nella zona interessata...ma se poi i stessi tagliatori vengono autorizzati a tutto gli agenti hanno le mani legate...se poi ci mettiamo che la cultura della prevenzione di noi tutti è inesistente, il quadro è completo...

    Rispondi

  • Goldwords

    12 Gennaio @ 12.30

    Ma tutte quelle piante e boschi che hanno tagliato, ogni dove, in quella zona, non vorrà dir niente? E i rimasugli dei tagli, lasciati in mezzo ai boschi, come detriti e mai portati via, con la chiusura degli occhi da parte di Forestale e di chiunque ne avesse compito, non vorrà dir niente? Ma perché mai nessuno cerca di guardare e prevenire, visto che ad un km o poco più, qualche anno fa è caduto un ponte? Forse sono io che vedo e gli altri mai? E i soldi dei permessi dei funghi, che dovevano servire a sistemare strade e cose varie, dove sono finiti, che le strade per andare ai monti sono a livello di Camel Trophy? Adesso qualcuno verrà a dirci che davanti alla natura non si può far niente? Mhà, la solita storia italiana!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Thomas: «Sono un anti-social, mi esprimo nei live»

Intervista

Thomas: «Sono un anti-social, mi esprimo nei live»

Festa al Dragoon pub di Salso

pgn

Festa al Dragoon pub di Salso Foto

Polemica tomori

Il messaggio

Toffa, malattia, post e polemiche: "Nadia, il cancro non rende fighi"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Furto presso bar “Tato” di via Picasso

VIA PICASSO

Furto al bar: la banda strappa il cambiamonete dal muro e fugge in auto

E' intervenuta la polizia. Il bottino resta da quantificare

PARMA

Scontro fra due auto in via Sidoli: due feriti Foto

Incidente all'incrocio con via XXIV Maggio

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

ALLARME MAFIE

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

3commenti

RICERCA

Cuore, da Parma parte la rivoluzione farmacologica

VOLANTI

Rubano un furgone a Parma ma il segnale Gps li fa scoprire: recuperata refurtiva nel Felinese

Materiale elettrico e attrezzi da lavoro erano nascosti fra San Michele Tiorre e Pilastro

Via Mameli

Tenta di rubare una bici: «placcato» dal barista

SERIE B

Il Parma lotta e strappa un punto

1commento

viabilità

Domenica con gelo e neve: possibili difficoltà in autostrada, anche in zona Parma

MALTEMPO

Langhirano, cavo elettrico danneggiato dalla neve: intervento dei vigili del fuoco

BORGOTARO

Laminam, nuove denunce e nuove smentite

PARMA

Via Montebello, il lamento dei negozianti: «Trovare un parcheggio? Impossibile»

Sulla Gazzetta di Parma in edicola, due pagine di Speciale quartiere Montebello

Recidivo

Ai domiciliari, continuava a spacciare cocaina

INAUGURAZIONE

Socogas inaugura due distributori sulla Brebemi

social

Derapate (follie?) con il quad in piazza Garibaldi Video

2commenti

CALCIO

Dilettanti e Giovanili, attività sospesa nel weekend

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Stragi in Usa: se la proposta è armare gli insegnanti

di Paolo Ferrandi

4commenti

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

POVIGLIO

Il veterinario fa domande, l'allevatore gli punta il forcone alla gola

1commento

BULLISMO

Prende a pugni la compagna di classe 12enne: "Sei grassa"

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

Parma-Venezia

Scozzarella: "Meritavamo qualcosa di più, ma ripartiamo da questa prestazione" Video

SOCIETA'

il disco

1973: Edoardo Bennato spicca il volo

francia

Ritrovato in un pullman un quadro di Degas rubato nel 2009

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day