bambini e sport

A Fontevivo arriva “Canestrando”

Domenica 26 nuova tappa del tour di minibasket per bimbi e ragazzi. In tre anni coinvolti oltre mille piccoli cestisti

A Fontevivo arriva “Canestrando”

Una delle scorse edizioni di «Canestrando»

0

 

Miniatleti a canestro, domenica 26 gennaio, alla Palestra comunale di Fontevivo, dove farà tappa il tour di “Canestrando”, iniziativa di promozione del minibasket organizzata dalla Federazione italiana pallacanestro – Sezione minibasket con la collaborazione e il patrocinio della Provincia e con il contributo di Radio Bruno. Dopo i tour del 2011, 2012 e 2013, ecco dunque una nuova data per i piccoli cestisti del nostro territorio, che avranno la possibilità di cimentarsi in mini partite per tutto il pomeriggio. L’appuntamento di domenica è dalle 14,30 alle 18, e coinvolgerà i diversi centri di minibasket del territorio.
“Canestrando è un’iniziativa che fa giocare e divertire tanti bambini in giro per il nostro territorio, in linea con la mission che ci siamo dati fin dall’inizio: portare quanti più sport possibile nella nostra provincia per farli provare ai bambini, con l’attenzione di arrivare anche in quei territori dove certi sport non sono ancora stati provati. In questi anni sono stati coinvolti tantissimi ragazzi e anche molti paesi: dove c’è un impianto adeguato abbiamo fatto iniziative – ha detto nella presentazione di oggi in piazza della Pace il responsabile dell’Agenzia per lo Sport della Provincia Walter Antonini -. Ora l’obiettivo è cercare di capire se anche per il 2014, alla fine del percorso istituzionale della Provincia, si riuscirà a continuare, per andare avanti con iniziative valide come questa anche indipendentemente dalla nostra presenza”.
Si tratta di pallacanestro non competitiva, senza classifica e senza scontri tra società: si gioca non per competere ma per divertirsi, con uno sport che insegna tanto e che fa socializzare. Una vera e propria festa del basket, in totale divertimento, che permette a bimbi e ragazzi di avvicinarsi allo sport e di apprezzarne tutte le qualità, che insegna il modo di comportarsi in campo e trasmette valori sani. Quelli di “Canestrando” sono infatti appuntamenti ricchi di significati per i bimbi: dietro la “facciata tecnica” di partitelle, giochi, gare, corse e canestri, c’è infatti molto di più, a partire dal valore aggregativo e formativo dello sport. Le squadre sono eterogenee: i miniatleti arrivano da Centri minibasket diversi e sono “mescolati”.
“Per noi il minibasket è fondamentale: se non ci fosse il minibasket forse non esisterebbe la pallacanestro giocata. I bimbi partecipano in numeri spropositati. Cosa li attrae? La rete, un po’ come accade nel calcio: per loro è bellissimo fare canestro, vedere il pallone entrare nella rete”, ha commentato il delegato provinciale Fip Massimo Guarenghi, che guardando al futuro ha aggiunto: “Per noi la collaborazione con la Provincia è sempre stata molto importante, e mi spiace che ora ci si trovi in questa condizione di incertezza. Mi auguro che ci sia continuità”.
La giornata di domenica sarà dedicata alla categoria “aquilotti”. “Si giocherà e ci si divertirà tutti insieme”, ha spiegato Igor Goldoni, responsabile del nuovo centro minibasket di Fontevivo e Fontanellato. “Un centro nuovo, con tanta voglia di fare. Abbiamo 25 bambini che praticano minibasket più 16 che fanno un altro campionato. Abbiamo rapporti con le scuole, e in più c’è in programma un campo estivo, per coprire tutto l’arco dell’anno”.
Il progetto “Canestrando” è iniziato nel 2011, su idea del Settore Minibasket del Comitato provinciale di Parma della Fip. È stato strutturato in modo da favorire un approccio graduale alla disciplina, per conoscerla e iniziare a praticarla, nel rispetto dei tempi dei bambini e delle loro famiglie, cercando così di far nascere l’interesse verso il basket per poi cimentarsi nell’eventuale attività agonistica. Nei suoi tre anni di svolgimento, l’iniziativa ha coinvolto di tutte le categorie del minibasket, partendo dai piccoli “pulcini e paperine” (bimbi/e di 5/6 anni,) passando per “scoiattoli e libellule” (7/8 anni) e arrivando ad “aquilotti e gazzelle” (9/10 anni). Ogni giornata è stata organizzata sempre in luoghi diversi della nostra provincia, alternando di volta in volta località dove il basket era meno conosciuto e/o meno praticato ad altre dove invece era ben conosciuto: nel 2011 “Canestrando” ha toccato San Secondo, Langhirano, Fidenza e Salsomaggiore, nel 2012 Sorbolo, Basilicagoiano e Noceto, nel 2013 ancora San Secondo, Langhirano e Fidenza. Ora è la volta di Fontevivo, scelta tutt’altro che casuale: lì infatti è nato un nuovo centro minibasket, scaturito dalla collaborazione tra i genitori di Fontanellato e Fontevivo.
Tutti i centri minibasket della provincia (che attualmente sono 15) hanno partecipato con grande attenzione ed entusiasmo all'attività di “Canestrando”, cercando di portare il maggior numero possibile di bambini a ogni evento. Mediamente, in ogni giornata, è stata registrata la presenza di oltre un centinaio di bambini iscritti al settore minibasket. Durante le manifestazioni ognuno di loro si è potuto cimentare in piccole gare, staffette e mini partite, con la giusta dose di competizione ma sempre nello spirito del divertimento e del gioco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

7commenti

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

Terremoto

Nuova scossa in Appennino: magnitudo 2.2

Epicentro vicino a Solignano e Terenzo

Anteprima Gazzetta

Massimo Barbuti è il nuovo allenatore del Fidenza Video

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Unità di crisi

Legionella: la causa del contagio forse individuata entro fine dicembre

A gennaio la relazione finale sull'epidemia. Nuovi controlli sui malati

1commento

ANALISI

Le incognite del Pd parmigiano: referendum e resa dei conti

10commenti

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Matricole

Università, aumentano gli iscritti a Parma: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

5commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

36commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

9commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

ROBOTICA

Con il "guanto" hi-tech i quadriplegici mangiano da soli

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Formula Uno

Zanardi: "Il ritiro di Rosberg mi ha stupito moltissimo"

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

ECONOMIA

istat

Un italiano su 4 a rischio povertà: ecco a cosa si rinuncia

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà