15°

Provincia-Emilia

Raccolta differenziata: siamo al 48,3%

Raccolta differenziata: siamo al 48,3%
0

Aumenta la raccolta differenziata nella provincia di Parma. L’aumento medio degli ultimi anni è doppio, infatti, rispetto alla media regionale e tra i più alti in Italia. Risultato: oggi questo territorio ha raggiunto la percentuale del 48,3% e, da ultimo che era in regione nel 2000, quando non sfiorava nemmeno il 20%, ha raggiunto la seconda posizione nel 2007 e per il 2008 è in corsa per la prima piazza.  La buona notizia arriva dall’analisi dei dati 2008 realizzata dall’Osservatorio provinciale dei rifiuti presentati questa mattina in Provincia dal presidente Vincenzo Bernazzoli, insieme all’assessore all’ambiente Giancarlo Castellani e all’ingegner Lorenzo Frattini del Servizio Ambiente dell’Ente di piazzale della Pace.

RIFIUTI CALATI DI 13MILA TONNELLATE IN UN ANNO - Al balzo della differenziata del 5,4% si aggiunge il calo complessivo della quota che va a  smaltimento: meno 13mila tonnellate tra il 2007 e il 2008. Anche il quantitativo dei rifiuti prodotti pro capite continua a contrarsi, scendendo in dodici mesi da 619 a 612 chilogrammi annui.  “Ci eravamo presi l’impegno di mettere a punto un piano provinciale sui rifiuti con obiettivi che ci consentissero di dare una direzione certa al percorso e soluzione ai problemi – ha detto Bernazzoli –  Sono tre i traguardi a cui abbiamo lavorato: aumentare la raccolta differenziata, diminuire il quantitativo di rifiuti e, in una provincia come la nostra che ad oggi non smaltisce nulla dei rifiuti che produce, prevedere un nuovo impianto. I risultati ci hanno premiato rendendo credibile il progetto che abbiamo costruito. Certo, abbiamo ancora un pezzo di strada davanti ma l’incremento ci permette di pensare che l’ obiettivo del 65% di differenziata non è velleitario”.

DIFFERENZIATA A + 5,4% - La raccolta differenziata è passata dal 42,9% al 48,3%: l’aumento in un anno, cioè dal 2007 al 2008, è stato pari al 5,4%. I quantitativi complessivi raccolti in maniera differenziata balzano da 266 kg/abitante a 296 kg/abitante. Motore di questi “buoni comportamenti” sono i Comuni e le comunità che hanno risposto in modo eccellente alla diffusione dei sistemi di raccolta porta a porta. Queste modalità domiciliari, partite dai centri della bassa pianura, si stanno estendendo via via a tutto il territorio ed in  particolare alla fascia pedemontana.  “ Se alla fine del 2008 erano 161mila gli abitanti coinvolti dalla modalità di raccolta domiciliare, oggi siamo a fine 2009 raggiungeranno quota 194mila, quasi la metà della popolazione del parmense – ha detto Frattini illustrando i dati dell’Osservatorio – Questo ci permette di pensare che il trend già positivo del nostro territorio continuerà anche per l’anno prossimo”. Una conferma questo venuta anche da Stefano Campri, di Enia che, anticipando i dati del primo trimestre raccolti dall’azienda che serve 31 comuni (cioè l’85% della popolazione provinciale), la quota di differenziata supera per la prima volta la quantità che va a smaltimento.  A questo si sono accompagnati comunque interventi di potenziamento delle stazioni ecologiche e di aumento del numero di cassonetti nelle zone montane.

SORAGNA E TRECASALI ALL'80% - A livello di risultati di dettaglio sono 19 i Comuni che superano il 50% di raccolta differenziata. Per la prima volta si registrano comuni – nove in tutto - con livelli di differenziata superiori al 70%. I due comuni con risultati più elevati sono Soragna e Trecasali, entrambi con percentuali addirittura sopra l’80%. “E’ un risultato straordinario che dimostra la volontà e la coerenza con la quale la Provincia ha lavorato per dare soluzione al problema. L’obiettivo del 65% di differenziata che intendiamo raggiungere nel 2012 sarà elevato al 75% grazie alla quota che viene recuperata con gli impianti di preselezione. Sappiamo anche, per esperienza,  che il problema nella raccolta domiciliare è quello del mantenimento di queste posizioni. – ha sottolineato Castellani  rispondendo sulla necessità del termovalorizzatore – Ne abbiamo dimensionato la capacità sulla base dei dati e cioè sulla quota che resta, insieme ai rifiuti speciali, tolta la quantità differenziata. La risposta che abbiamo dato è al passo con i tempi, avanzata e non improvvisata. Soprattutto in grado di dare una certezza che finora non c’era. Un impianto che sarà monitorato 24ore su 24 e con rilevamenti distribuiti nel territorio. Quando entrerà in funzione nel 2012 abbiamo ottenuto dall’ente gestore che le tariffe tornino ai livelli del 2008”.

612 KG DI RIFIUTI PRO CAPITE - In calo anche la produzione di rifiuti. Grazie alla sensibilizzazione dei cittadini e alle tante iniziative adottate per favorirne il contenimento, dai dispenser nei supermercati alle ecofeste -  nel 2008 è cresciuta solo dello 0,7%, raggiungendo le 265.000 tonnellate, a fronte di un aumento della popolazione pari all’1,7%. Due dati che, incrociandosi, hanno determinato – come accennato - un calo della produzione pro capite da 619 a 612 chilogrammi. I comuni i cui abitanti producono meno rifiuti urbani? Trecasali e Sorbolo, con meno di 150 kg/abitante. I quantitativi complessivi a smaltimento diminuiscono ancora in virtù dell’aumento della raccolta differenziata: nel 2008 sono 137mila tonnellate contro le 150mila del 2007, con una riduzione di 13mila tonnellate. Come negli anni passati rimane comunque la criticità legata alla destinazione dei rifiuti a smaltimento, che dopo essere transitati per gli impianti di selezione meccanica del territorio sono stati avviati a discariche o inceneritori fuori provincia. Un problema che investe, oltre alle 137mila tonnellate di rifiuti urbani, circa 600mila tonnellate di rifiuti speciali.

Castellani ha anche illustrato il complesso delle azioni che la Provincia promuove per ridurre la pressione ambientale della produzione di rifiuti. Oltre la diffusione della raccolta domiciliare porta a porta, ci sono azioni mirate contro l’abbandono dei rifiuti lungo la strada e negli spazi aperti e il potenziamento delle isole ecologiche. Ricordiamo anche il bando sulla prevenzione dei rifiuti con cui vengono finanziate buone prassi attivate dai Comuni. Da non dimenticare, in particolare, il progetto "Ecofeste" che premia le feste estive più virtuose sul versante della raccolta differenziata e nella prevenzione dei rifiuti e l’accordo con la grande distribuzione per la realizzazione di dispenser nei supermercati per distribuire (senza far proliferare gli imballaggi) dal detersivo all’acqua minerale. Altro versante su cui punta la Provincia è quello dell’educazione ambientale: decine  e decine di iniziative di scuole ed istituti di ogni ordine e grado sui temi dell’ambiente finanziate dalla Provincia sia con risorse professionali che economiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

Clooney "Avere figli? Sarà un'avventura"

cinema

Clooney "Avere figli? Sarà un'avventura"

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale su social network

denuncia

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale sui social network

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

IL VINO

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Falsi prosciutti Dop, 30 indagati in quattro regioni

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Fisco

Condomini, l'Agenzia delle Entrate proroga la scadenza al 7 marzo

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

il caso

Tep, la tempesta delle reazioni è politico-sindacale

Dalla Cgil o la Uil fino a Casapound, gli interventi sull'aggiudicazione del servizio di trasporto pubblico fa discutere

4commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

giudice

Parma a Salò senza Baraye. Parma multato per lancio di bottigliette

1commento

tg parma

Multe dei varchi: il Comune propone una risoluzione bonaria Video

6commenti

ente

Provincia, assegnate le deleghe. Bodria è vicepresidente

3commenti

IL CASO

Finto malato e assenteista, condannato ex infermiere del Maggiore

La corte dei conti: 24.824 euro di risarcimento

5commenti

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

8commenti

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis che fine ha fatto?

1commento

Sicurezza

Parma, blitz nelle cattedrali del degrado

5commenti

scuola

Marconi, il consiglio di istituto boccia il sorteggio

La Gilda: "La politica trovi una soluzione e nuove aule"

1commento

san polo d'enza

Magnete sul contatore per risparmiare: commerciante denunciato per furto

2commenti

alimentare

Barilla, nuovi contratti per il grano duro al Sud

Accordi triennali per l'acquisto di oltre 200mila tonnellate. In Campania crescono i volumi di grano Aureo: +30% nei prossimi 3 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

notte da incubo

Cagliari, banda di migranti espulsi semina il terrore su traghetto

2commenti

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

2commenti

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

storie di ex

Adriano, l'ultimo tabellino? Compleanno, festa da 91mila euro

SPORT

inghilterra

Mangia il panino in panchina? Il Sutton lo licenzia Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

anteprima

Arriva la Kia Rio. Eccola in azione Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv