Provincia-Emilia

Raccolta differenziata: siamo al 48,3%

Raccolta differenziata: siamo al 48,3%
Ricevi gratis le news
0

Aumenta la raccolta differenziata nella provincia di Parma. L’aumento medio degli ultimi anni è doppio, infatti, rispetto alla media regionale e tra i più alti in Italia. Risultato: oggi questo territorio ha raggiunto la percentuale del 48,3% e, da ultimo che era in regione nel 2000, quando non sfiorava nemmeno il 20%, ha raggiunto la seconda posizione nel 2007 e per il 2008 è in corsa per la prima piazza.  La buona notizia arriva dall’analisi dei dati 2008 realizzata dall’Osservatorio provinciale dei rifiuti presentati questa mattina in Provincia dal presidente Vincenzo Bernazzoli, insieme all’assessore all’ambiente Giancarlo Castellani e all’ingegner Lorenzo Frattini del Servizio Ambiente dell’Ente di piazzale della Pace.

RIFIUTI CALATI DI 13MILA TONNELLATE IN UN ANNO - Al balzo della differenziata del 5,4% si aggiunge il calo complessivo della quota che va a  smaltimento: meno 13mila tonnellate tra il 2007 e il 2008. Anche il quantitativo dei rifiuti prodotti pro capite continua a contrarsi, scendendo in dodici mesi da 619 a 612 chilogrammi annui.  “Ci eravamo presi l’impegno di mettere a punto un piano provinciale sui rifiuti con obiettivi che ci consentissero di dare una direzione certa al percorso e soluzione ai problemi – ha detto Bernazzoli –  Sono tre i traguardi a cui abbiamo lavorato: aumentare la raccolta differenziata, diminuire il quantitativo di rifiuti e, in una provincia come la nostra che ad oggi non smaltisce nulla dei rifiuti che produce, prevedere un nuovo impianto. I risultati ci hanno premiato rendendo credibile il progetto che abbiamo costruito. Certo, abbiamo ancora un pezzo di strada davanti ma l’incremento ci permette di pensare che l’ obiettivo del 65% di differenziata non è velleitario”.

DIFFERENZIATA A + 5,4% - La raccolta differenziata è passata dal 42,9% al 48,3%: l’aumento in un anno, cioè dal 2007 al 2008, è stato pari al 5,4%. I quantitativi complessivi raccolti in maniera differenziata balzano da 266 kg/abitante a 296 kg/abitante. Motore di questi “buoni comportamenti” sono i Comuni e le comunità che hanno risposto in modo eccellente alla diffusione dei sistemi di raccolta porta a porta. Queste modalità domiciliari, partite dai centri della bassa pianura, si stanno estendendo via via a tutto il territorio ed in  particolare alla fascia pedemontana.  “ Se alla fine del 2008 erano 161mila gli abitanti coinvolti dalla modalità di raccolta domiciliare, oggi siamo a fine 2009 raggiungeranno quota 194mila, quasi la metà della popolazione del parmense – ha detto Frattini illustrando i dati dell’Osservatorio – Questo ci permette di pensare che il trend già positivo del nostro territorio continuerà anche per l’anno prossimo”. Una conferma questo venuta anche da Stefano Campri, di Enia che, anticipando i dati del primo trimestre raccolti dall’azienda che serve 31 comuni (cioè l’85% della popolazione provinciale), la quota di differenziata supera per la prima volta la quantità che va a smaltimento.  A questo si sono accompagnati comunque interventi di potenziamento delle stazioni ecologiche e di aumento del numero di cassonetti nelle zone montane.

SORAGNA E TRECASALI ALL'80% - A livello di risultati di dettaglio sono 19 i Comuni che superano il 50% di raccolta differenziata. Per la prima volta si registrano comuni – nove in tutto - con livelli di differenziata superiori al 70%. I due comuni con risultati più elevati sono Soragna e Trecasali, entrambi con percentuali addirittura sopra l’80%. “E’ un risultato straordinario che dimostra la volontà e la coerenza con la quale la Provincia ha lavorato per dare soluzione al problema. L’obiettivo del 65% di differenziata che intendiamo raggiungere nel 2012 sarà elevato al 75% grazie alla quota che viene recuperata con gli impianti di preselezione. Sappiamo anche, per esperienza,  che il problema nella raccolta domiciliare è quello del mantenimento di queste posizioni. – ha sottolineato Castellani  rispondendo sulla necessità del termovalorizzatore – Ne abbiamo dimensionato la capacità sulla base dei dati e cioè sulla quota che resta, insieme ai rifiuti speciali, tolta la quantità differenziata. La risposta che abbiamo dato è al passo con i tempi, avanzata e non improvvisata. Soprattutto in grado di dare una certezza che finora non c’era. Un impianto che sarà monitorato 24ore su 24 e con rilevamenti distribuiti nel territorio. Quando entrerà in funzione nel 2012 abbiamo ottenuto dall’ente gestore che le tariffe tornino ai livelli del 2008”.

612 KG DI RIFIUTI PRO CAPITE - In calo anche la produzione di rifiuti. Grazie alla sensibilizzazione dei cittadini e alle tante iniziative adottate per favorirne il contenimento, dai dispenser nei supermercati alle ecofeste -  nel 2008 è cresciuta solo dello 0,7%, raggiungendo le 265.000 tonnellate, a fronte di un aumento della popolazione pari all’1,7%. Due dati che, incrociandosi, hanno determinato – come accennato - un calo della produzione pro capite da 619 a 612 chilogrammi. I comuni i cui abitanti producono meno rifiuti urbani? Trecasali e Sorbolo, con meno di 150 kg/abitante. I quantitativi complessivi a smaltimento diminuiscono ancora in virtù dell’aumento della raccolta differenziata: nel 2008 sono 137mila tonnellate contro le 150mila del 2007, con una riduzione di 13mila tonnellate. Come negli anni passati rimane comunque la criticità legata alla destinazione dei rifiuti a smaltimento, che dopo essere transitati per gli impianti di selezione meccanica del territorio sono stati avviati a discariche o inceneritori fuori provincia. Un problema che investe, oltre alle 137mila tonnellate di rifiuti urbani, circa 600mila tonnellate di rifiuti speciali.

Castellani ha anche illustrato il complesso delle azioni che la Provincia promuove per ridurre la pressione ambientale della produzione di rifiuti. Oltre la diffusione della raccolta domiciliare porta a porta, ci sono azioni mirate contro l’abbandono dei rifiuti lungo la strada e negli spazi aperti e il potenziamento delle isole ecologiche. Ricordiamo anche il bando sulla prevenzione dei rifiuti con cui vengono finanziate buone prassi attivate dai Comuni. Da non dimenticare, in particolare, il progetto "Ecofeste" che premia le feste estive più virtuose sul versante della raccolta differenziata e nella prevenzione dei rifiuti e l’accordo con la grande distribuzione per la realizzazione di dispenser nei supermercati per distribuire (senza far proliferare gli imballaggi) dal detersivo all’acqua minerale. Altro versante su cui punta la Provincia è quello dell’educazione ambientale: decine  e decine di iniziative di scuole ed istituti di ogni ordine e grado sui temi dell’ambiente finanziate dalla Provincia sia con risorse professionali che economiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS