11°

22°

Provincia-Emilia

Raccolta differenziata: siamo al 48,3%

Raccolta differenziata: siamo al 48,3%
Ricevi gratis le news
0

Aumenta la raccolta differenziata nella provincia di Parma. L’aumento medio degli ultimi anni è doppio, infatti, rispetto alla media regionale e tra i più alti in Italia. Risultato: oggi questo territorio ha raggiunto la percentuale del 48,3% e, da ultimo che era in regione nel 2000, quando non sfiorava nemmeno il 20%, ha raggiunto la seconda posizione nel 2007 e per il 2008 è in corsa per la prima piazza.  La buona notizia arriva dall’analisi dei dati 2008 realizzata dall’Osservatorio provinciale dei rifiuti presentati questa mattina in Provincia dal presidente Vincenzo Bernazzoli, insieme all’assessore all’ambiente Giancarlo Castellani e all’ingegner Lorenzo Frattini del Servizio Ambiente dell’Ente di piazzale della Pace.

RIFIUTI CALATI DI 13MILA TONNELLATE IN UN ANNO - Al balzo della differenziata del 5,4% si aggiunge il calo complessivo della quota che va a  smaltimento: meno 13mila tonnellate tra il 2007 e il 2008. Anche il quantitativo dei rifiuti prodotti pro capite continua a contrarsi, scendendo in dodici mesi da 619 a 612 chilogrammi annui.  “Ci eravamo presi l’impegno di mettere a punto un piano provinciale sui rifiuti con obiettivi che ci consentissero di dare una direzione certa al percorso e soluzione ai problemi – ha detto Bernazzoli –  Sono tre i traguardi a cui abbiamo lavorato: aumentare la raccolta differenziata, diminuire il quantitativo di rifiuti e, in una provincia come la nostra che ad oggi non smaltisce nulla dei rifiuti che produce, prevedere un nuovo impianto. I risultati ci hanno premiato rendendo credibile il progetto che abbiamo costruito. Certo, abbiamo ancora un pezzo di strada davanti ma l’incremento ci permette di pensare che l’ obiettivo del 65% di differenziata non è velleitario”.

DIFFERENZIATA A + 5,4% - La raccolta differenziata è passata dal 42,9% al 48,3%: l’aumento in un anno, cioè dal 2007 al 2008, è stato pari al 5,4%. I quantitativi complessivi raccolti in maniera differenziata balzano da 266 kg/abitante a 296 kg/abitante. Motore di questi “buoni comportamenti” sono i Comuni e le comunità che hanno risposto in modo eccellente alla diffusione dei sistemi di raccolta porta a porta. Queste modalità domiciliari, partite dai centri della bassa pianura, si stanno estendendo via via a tutto il territorio ed in  particolare alla fascia pedemontana.  “ Se alla fine del 2008 erano 161mila gli abitanti coinvolti dalla modalità di raccolta domiciliare, oggi siamo a fine 2009 raggiungeranno quota 194mila, quasi la metà della popolazione del parmense – ha detto Frattini illustrando i dati dell’Osservatorio – Questo ci permette di pensare che il trend già positivo del nostro territorio continuerà anche per l’anno prossimo”. Una conferma questo venuta anche da Stefano Campri, di Enia che, anticipando i dati del primo trimestre raccolti dall’azienda che serve 31 comuni (cioè l’85% della popolazione provinciale), la quota di differenziata supera per la prima volta la quantità che va a smaltimento.  A questo si sono accompagnati comunque interventi di potenziamento delle stazioni ecologiche e di aumento del numero di cassonetti nelle zone montane.

SORAGNA E TRECASALI ALL'80% - A livello di risultati di dettaglio sono 19 i Comuni che superano il 50% di raccolta differenziata. Per la prima volta si registrano comuni – nove in tutto - con livelli di differenziata superiori al 70%. I due comuni con risultati più elevati sono Soragna e Trecasali, entrambi con percentuali addirittura sopra l’80%. “E’ un risultato straordinario che dimostra la volontà e la coerenza con la quale la Provincia ha lavorato per dare soluzione al problema. L’obiettivo del 65% di differenziata che intendiamo raggiungere nel 2012 sarà elevato al 75% grazie alla quota che viene recuperata con gli impianti di preselezione. Sappiamo anche, per esperienza,  che il problema nella raccolta domiciliare è quello del mantenimento di queste posizioni. – ha sottolineato Castellani  rispondendo sulla necessità del termovalorizzatore – Ne abbiamo dimensionato la capacità sulla base dei dati e cioè sulla quota che resta, insieme ai rifiuti speciali, tolta la quantità differenziata. La risposta che abbiamo dato è al passo con i tempi, avanzata e non improvvisata. Soprattutto in grado di dare una certezza che finora non c’era. Un impianto che sarà monitorato 24ore su 24 e con rilevamenti distribuiti nel territorio. Quando entrerà in funzione nel 2012 abbiamo ottenuto dall’ente gestore che le tariffe tornino ai livelli del 2008”.

612 KG DI RIFIUTI PRO CAPITE - In calo anche la produzione di rifiuti. Grazie alla sensibilizzazione dei cittadini e alle tante iniziative adottate per favorirne il contenimento, dai dispenser nei supermercati alle ecofeste -  nel 2008 è cresciuta solo dello 0,7%, raggiungendo le 265.000 tonnellate, a fronte di un aumento della popolazione pari all’1,7%. Due dati che, incrociandosi, hanno determinato – come accennato - un calo della produzione pro capite da 619 a 612 chilogrammi. I comuni i cui abitanti producono meno rifiuti urbani? Trecasali e Sorbolo, con meno di 150 kg/abitante. I quantitativi complessivi a smaltimento diminuiscono ancora in virtù dell’aumento della raccolta differenziata: nel 2008 sono 137mila tonnellate contro le 150mila del 2007, con una riduzione di 13mila tonnellate. Come negli anni passati rimane comunque la criticità legata alla destinazione dei rifiuti a smaltimento, che dopo essere transitati per gli impianti di selezione meccanica del territorio sono stati avviati a discariche o inceneritori fuori provincia. Un problema che investe, oltre alle 137mila tonnellate di rifiuti urbani, circa 600mila tonnellate di rifiuti speciali.

Castellani ha anche illustrato il complesso delle azioni che la Provincia promuove per ridurre la pressione ambientale della produzione di rifiuti. Oltre la diffusione della raccolta domiciliare porta a porta, ci sono azioni mirate contro l’abbandono dei rifiuti lungo la strada e negli spazi aperti e il potenziamento delle isole ecologiche. Ricordiamo anche il bando sulla prevenzione dei rifiuti con cui vengono finanziate buone prassi attivate dai Comuni. Da non dimenticare, in particolare, il progetto "Ecofeste" che premia le feste estive più virtuose sul versante della raccolta differenziata e nella prevenzione dei rifiuti e l’accordo con la grande distribuzione per la realizzazione di dispenser nei supermercati per distribuire (senza far proliferare gli imballaggi) dal detersivo all’acqua minerale. Altro versante su cui punta la Provincia è quello dell’educazione ambientale: decine  e decine di iniziative di scuole ed istituti di ogni ordine e grado sui temi dell’ambiente finanziate dalla Provincia sia con risorse professionali che economiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Calcio

Parma, cambia il modulo?

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto