16°

NOCETO

Due fratelli muoiono a poche ore di distanza

Carlo Gandolfi, 87 anni, è spirato venerdì sera. Michele, di 89, ieri pomeriggio. L'altro fratello Anselmo è morto un mese fa

Michele e Carlo Gandolfi

Michele e Carlo Gandolfi

1

 

Sempre uniti, per una vita intera. A coltivare i campi e ad accudire le bestie, immersi in quella campagna che ti cresce e ti forgia, dandoti la consapevolezza della precarietà e, allo stesso tempo, la forza di affrontare la vita come viene, con grande serenità. E poi uniti anche nella morte, avvenuta a poche ore di distanza. Entrambi su un letto d'ospedale.
Carlo Gandolfi aveva 87 anni, ed era ammalato da tempo. Suo fratello Michele, 90 anni ad aprile, invalido (aveva subito l'amputazione di entrambe le gambe) ma sempre lucido - capostipite di una famiglia di agricoltori molto conosciuta a Noceto e Fidenza - era anche lui ricoverato in ospedale per un peggioramento delle condizioni di salute.
Sono morti a poche ore di distanza a Vaio, il primo nella tarda serata di venerdì, l'altro alle tre di ieri pomeriggio. Poco più di un mese fa se ne era andato l'altro fratello, Anselmo, di 92 anni, che viveva con loro. I famigliari, dopo aver concordato il primo necrologio da pubblicare sulla «Gazzetta», quello di Carlo, hanno dovuto richiamare il giornale e aggiungere il nome del fratello Michele.
I funerali saranno celebrati insieme, domani mattina nella chiesa della loro Borghetto.
La loro è una storia di sacrifici, di passione per i campi, la soddisfazione di vedere il risultato di un raccolto andato bene, di un animale sano che produce latte buono. Una famiglia molto unita, la loro, legata da un affetto sincero, mai scalfito dalle intemperie della vita. Solo Michele, dei tre fratelli che vivevano insieme, si era sposato e ha avuto figli. E proprio i suoi « ragazzi» Ivana e Paolo hanno accudito in questi ultimi anni il padre e i due anziani fratelli.
L'altra anziana sorella, Ave, che oggi ha 96 anni ed è l'unica rimasta in vita, non viveva con loro.
In paese erano molto conosciuti e ben voluti. Gente onesta, i gandolfi, che viveva di semplicità e di lavoro, ma non per questo aveva rinunciato a stare con gli altri, a coltivare amicizie sincere. Che, insomma, nonostante una vita da contadini e quindi senza aver studiato, aveva saputo sviluppare una grande vivacità intellettuale, creando anche relazioni sociali negli ambienti più disparati. Spesso da Fidenza venivano a trovarli anche persone importanti - raccontano i figli - e per loro c'erano solo torta fritta e salame.
«Quando mio padre era costretto alla carrozzina, la sera usciva a guadare i campi coltivati, con una grande serenità e con quella forza che gli scaturiva dalla fede e da valori semplici quanto solidi», racconta la figlia di Michele.
La storia della famiglia Gandolfi comincia negli anni venti del secolo scorso a Santa Margherita di Fidenza. All'inizio otto fratelli e un podere agricolo, tutti uniti dal lavoro quotidiano e dalle difficoltà di quegli anni. Poi la guerra e, negli anni Sessanta, il trasferimento a Borghetto di Noceto, dove - guidati da Michele, un po' il «patriarca» della famiglia - insieme continuano il lavoro nel nuovo podere.Le difficoltà delle vicende quotidiane sono sempre sconfitte dai valori che hanno sempre unito i fratelli.
Carlo, è anche conosciuto per esser stato impegnato con l'Avo, l'Associazione volontari ospedalieri di Fidenza, portando conforto a e aiuto agli ammalati e partecipando anche a pellegrinaggi a Lourdes. Anche Michele era un uomo di grande fede ed entrambi erano molto legati alla parrocchia della frazione nocetana.
Stasera alle 20,30, a Borghetto., il parroco don Luca Romani reciterà il rosario in memoria dei due fratelli. I funerali si svolgeranno domani mattina, con partenza alle 10,15 dall'ospedale di Vaio per la chiesa di Borghetto. L.Soz.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    10 Febbraio @ 01.22

    vignolipierluigi@alice.it

    la fotografia di Michele non è 'uguale' a quella sul giornale. I suoi occhi, in quella del giornale esprimono tutta la sua bontà! Non potevano sbagliare quegli occhi. Purtroppo lo ho frequentato poco, ma il suo sguardo mi ha sempre colpito. In senso buono naturalmente. Ho parlato di Lui, ma tutta la famiglia è come descritto dal giornale!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

gazzareporter

Rottura a un tombino: cortile della Pilotta allagato Video

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

gazzareporter

Quando il buongiorno è uno spettacolo: l'arcobaleno "in posa" Foto

Inviate anche le vostre foto

LEGA PRO

Parma, pronto a cambiare

Noceto

L'appello: «Salviamo l'oratorio di San Lazzaro»

INTERVISTA

L'8 maggio Nucci al Regio per l'Hospice

PARMA

Bocconi avvelenati: caccia ai killer dei cani

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

Alimentare

Parmacotto, previsti 60 milioni di ricavi

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

1commento

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

nepal

Intrappolato in un burrone nell' Himalaya, trovato vivo dopo 47 giorni

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

2commenti

SOCIETA'

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling