-5°

Provincia-Emilia

Neviano, sparita la maestà di villa Sassi

Neviano, sparita la maestà di villa Sassi
0

di Elio Grossi
Nella notte fra il 30 aprile e il 1° maggio, a Neviano capoluogo, è stata prelevata dalla sua nicchia, una delle più belle maestà del Nevianese.
Non era una semplice statuetta di madonnina, ma un vero busto di Madonna non coronata ma solo con il velo. Era stata scolpita ben 50 anni fa, su ordinazione, dallo scalpellino Daniele Comelli di Vezzano.
  Il busto della Madonna,  di centimetri 40 per 40, era stato collocato dentro una nicchia che misura 52 per 52 centimetri, profonda 20 centimetri, ricavata a lato di un apposito muretto prospiciente la via principale e ricoperto di un tetto a forma di capanna.
   Questa immagine mariana, proprio perché in sezione, era poi stato fissato al fondo della nicchia, costituito da un legno di noce massiccio di colore chiaro e con grosse venature. E adesso su questo legno, è rimasta solo l’impronta del busto, evidenziata da una parte molto chiara perchè non annerita dal tempo come nel contorno.
  L'aveva commissionata il dottor Bruno Sassi, allora veterinario comunale, in occasione della costruzione della sua villa che si trova nell’angolo fra la via provinciale per Scurano e la salita che porta alla chiesa del capoluogo, quindi nella parte sud-est del paese.  
La figlia del defunto dottor Sassi, la professoressa Raffaella Sassi, in un primo tempo aveva pensato, e molto sperato, che si trattasse di uno «smaggio», data la coincidenza con la tradizionale notte di questi  furti simulati da parte di giovani burloni.   
«Si sarebbe trattato di uno scherzo di cattivo gusto - ha detto Raffaella Sassi - e molto offensivo, tuttavia oramai sono passati alcuni giorni e non c'è nessun segnale in zona del ritrovamento del busto della Madonna, per cui mi sono decisa a farne la denuncia ai carabinieri della stazione di Neviano, come perdita di un prezioso valore storico e culturale».
   Il busto della Madonna porta la firma di Daniele Comelli, come tante altre  opere nel nevianese.   La maestà di villa Sassi, dato il posto in cui si trova, salutava tutti i passanti per la strada provinciale, ed ha una sua storia particolare.
Il noto scalpellino di Vezzano l’aveva ricavata da un unico pezzo di pietra arenaria, di colore bianco-giallognolo, la cui cava si trova solo nei pressi proprio della frazione di Vezzano, sotto il monte Fuso.  
L'artistica porticina è in ferro battuto ed era stata disegnata e costruita dal fabbro Franco Magnani di Antreola. La parte muraria era stata opera dell’impresa Ugo Ferrari di Mozzano.
E la recinzione-protezione, alla base della stele, che a un lato porta la maestà, era stata affidata a un altro scalpellino Azelio Ubaldi che abita tuttora ad Antreola e che ci ha raccontato tutti questi particolari.
La protezione in ferro battuto era chiusa con un lucchetto che l’altra notte è stato rotto.   La professoressa  Sassi, sposata con il dottor Stefano Daolio, e la mamma Anna Malegari, sperano ancora che si sia trattato di un brutto scherzo, e chiedono che se mai qualcuno avesse visto e trovato il busto della Madonna di mettersi in contatto con la famiglia.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

1commento

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

2commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

1commento

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

2commenti

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto