-2°

Borgotaro

Conferenza sanitaria: l'importanza del Santa Maria nella rete ospedaliera

Rassicurazioni sul progetto di riorganizzazione: l'Ospedale è una struttura integrata con il territorio

Conferenza sanitaria: l'importanza del Santa Maria nella rete ospedaliera

Ospedale di Borgotaro

Ricevi gratis le news
1

 

COMUNICATO

Si è parlato del ruolo dell’Ospedale di Borgotaro e della sua riorganizzazione all’incontro dell’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria. Il tema, posto al primo punto dell’ordine del giorno, dopo il passaggio nel Consiglio del Comune di Borgo Val di Taro e in Comitato di Distretto è stato affrontato anche dall’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, l’organismo preposto alla programmazione sanitaria provinciale. Un ulteriore passaggio, oltre che istituzionalmente dovuto, assolutamente utile, perché il termine “riorganizzazione” associato all’Ospedale ha sollevato in tanti cittadini perplessità e timori.
Erano presenti, oltre al Presidente del Comitato di Distretto Valli Taro e Ceno Cristina Cardinali, componente ordinario dell’Ufficio di Presidenza, il Sindaco di Borgotaro Diego Rossi.
E’ stato quindi Massimo Fabi, direttore generale dell’AUSL, a presentare il progetto e a rassicurare tutti. Con il nuovo assetto, il “Santa Maria” è e rimane un Ospedale per acuti e post acuti, che vedrà crescere e potenziare le specificità che già lo contraddistinguono, aumentare i livelli di sicurezza e definire percorsi clinico assistenziali completi ed integrati con il territorio.
Il percorso di riordino, in realtà, è iniziato nel 2008, quando l’AUSL ha unificato nel Presidio Ospedaliero aziendale, i posti letto dei due Ospedali di Fidenza-San Secondo e Borgotaro, proseguito poi l’anno scorso con la riorganizzazione dei rispettivi dipartimenti per garantire servizi omogenei, con pari livelli di qualità ed accessibilità.
Più nel dettaglio, ecco quali sono le innovazioni previste al “Santa Maria”.
La chirurgia generale implementerà l'attività di chirurgia ambulatoriale e videolaparoscopica mentre ortopedia e traumatologia potenzieranno le innovative tecniche mininvasive, peraltro già ampiamente utilizzate dai professionisti della struttura. L'U.O. ostetrico-ginecologica e la funzione pediatrica costituiranno, con le omogenee U.O. di Fidenza, un’unica area funzionale materno infantile che vedrà nel punto nascita di Borgotaro il luogo in cui saranno presi in carico le gravidanze fisiologiche a termine. L'U.O. semplice di cardiologia clinica e riabilitativa garantirà la continuità al percorso diagnostico-terapeutico-riabilitativo del paziente cardiologico. L’Unità funzionale di lungodegenza post acuzie sarà riconfigurata quale “struttura di cure intermedie”, in grado di rispondere alle cosiddette “dimissioni difficili” e alle persone non assistibili al domicilio, ma che non presentano caratteristiche da giustificare il ricovero ospedaliero. I rimanenti posti di medicina interna saranno riorganizzati secondo i criteri dell’ “ospedale per intensità di cure”, cioè saranno organizzati per dare assistenza in modo differenziato a secondo della gravità dei malati e non della patologia, come avviene ora. Sono previsti quindi posti letto per acuti “a media, alta e bassa intensità di cura”, per l’osservazione breve internistica e posti letto riservati a pazienti con patologia di origine infettiva.
Già con l’attuale organizzazione, come è stato sottolineato nel corso dell’incontro, il “Santa Maria” è una struttura che si contraddistingue per una forte integrazione con i servizi sanitari territoriali: circa l'80% delle prestazioni specialistiche ambulatoriali è effettuato dai medici ospedalieri, così come l'attività di emergenza-urgenza, nell'alta valle, è garantita direttamente dal Punto di Primo intervento dell'Ospedale. In altre parole, ciò significa per gli utenti garanzia di continuità assistenziale.
Questa nuova organizzazione, finalizzata ad un miglioramento della qualità e dell'efficienza di tutta la rete ospedaliera e dei servizi territoriali della provincia è stata approvata all’unanimità dall’Ufficio di Presidenza.

L’OSPEDALE “SANTA MARIA” DI BORGOTARO

Con 121 posti letto, è una struttura di riferimento per la popolazione del Distretto Valli Taro e Ceno, ma che registra anche affluenza di cittadini provenienti da altre province e regioni. Negli anni, l’Ospedale si è contraddistinto per un percorso di crescita costante realizzato con importanti investimenti strutturali e di innovazione tecnologica. Attualmente è organizzato in due Dipartimenti: il Dipartimento Chirurgico (che comprende le Unità Operative di Ortopedia, Chirurgia Generale, Anestesia, Ostetricia e Ginecologia) e il Dipartimento Medico (che comprende le Unità Operative di Medicina Interna, Cardiologia Clinica e Riabilitativa, Radiologia, Patologia Clinica, Punto di Primo Intervento Ospedaliero, Day Hospital Oncologico e l'Unità Funzionale di Lungodegenza Post Acuzie). All'interno del “Santa Maria” è presente anche un Centro Residenziale per cure Palliative a gestione territoriale, con consulenza costante degli specialisti ospedalieri.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    22 Febbraio @ 19.46

    NON VI FATE INCANTARE ! STATE ATTENTI ! Una delle specialità di certi "managers" è di irretire gli ascoltatori con una profluvie di paroloni che ipnotizzano chi ascolta . A prima vista si darebbe loro incondizionato credito , poi , però , se si riconsiderano frasi e parole cercando di leggere tra le righe , sorgono i dubbi. Per esempio : " La chirurgia generale implementerà l'attività di chirurgia ambulatoriale e videolaparoscopica mentre ortopedia e traumatologia potenzieranno le innovative tecniche mininvasive ", Va bene , ma cosa significa esattamente ? Che la Chirurgia di Borgotaro farà interventi laparoscopici in Day Surgery , mentre le piu' complesse operazioni " a cielo aperto " dovranno andare a Fidenza ? In altre parole la colecistectomia laparoscopica per una calcolosi della cistifellea la faranno a Borgotaro , ma , per un' emicolectomia su un tumore del colon bisognerà andare a Fidenza ? L' Ortopedia "potenzierà le innovative tecniche mininvasive" . Bene , ma cosa vuol dire ? Che una meniscectomia si farà a Borgotaro con tecnica mininvasiva , ma, per un' osteosintesi su una frattura di femore , bisognerà andare a Fidenza ? " Un’ unica area funzionale materno infantile che vedrà nel punto nascita di Borgotaro il luogo in cui saranno presi in carico le gravidanze fisiologiche a termine. " Quindi una donna che arriva a Borgotaro con una minaccia di parto prematuro deve andare a Fidenza ? Una donna con una gravidanza a rischio deve andare a Fidenza ? Una donna in cui si prospetti la necessità di un "cesareo" deve andare a Fidenza ? STATE ATTENTI PRIMA DI "APPROVARE ALL' UNANIMITA' " . Non dico che dobbiate rifiutare sempre tutto , nei limiti del possibile collaborate , ma cercate di capire bene quel che vi dicono...........Non voglio neppure prendere in considerazione i casi in cui si dice una cosa e poi non la si fa , o se ne fa un' altra , perchè non credo che i nostri Direttori Generali e Sanitari siano a questo livello.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

La 2° D della scuola media di Sorbolo visita la redazione

QUOTIDIANO IN CLASSE

La 2° D della scuola media di Sorbolo visita la redazione

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

«Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

fidenza

Con una borsa modificata ruba vestiti per 6mila euro all'outlet: arrestato

1commento

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

19commenti

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

INTERVISTA

Pizzarotti e Guerra: «Ora siamo un modello»

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

6commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

OAXACA

Ancora terremoto in Messico: scossa di magnitudo 6.0 nel sud

SPORT

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa