Provincia-Emilia

Giuseppe, una faccia da «lattina»

Giuseppe, una faccia da «lattina»
Ricevi gratis le news
1

di Paolo Panni

Ci sarà anche il volto del giovane di Roncole Verdi Giuseppe Lodi Rizzini sulle lattine di Pepsi classica e Pepsi light di quest’anno. 23 anni, studente di ingegneria informatica all’Università di Parma, è un appassionato di concorsi e, nei mesi scorsi, ha deciso di partecipare a quello intitolato «Be the face» lanciato da Pepsi, per scegliere, i volti di 32 consumatori da piazzare su oltre 60 milioni di lattine. Partecipare era semplice: bastava inviare la propria foto al sito www.pepsi.it e ottenere il maggior numero possibile di voti, entrando così fra i primi 32. All’organizzazione sono giunte più di 2.100 foto; oltre 430 mila sono stati i voti per determinare i vincitori e più di 9 mila i messaggi e gli appelli al voto che gli utenti si sono scambiati sul sito Pepsi.

Giuseppe Lodi Rizzini, dalla piccola Roncole Verdi, ha scatenato una «campagna elettorale» da fare invidia a politici «di grido» ed ha ottenuto più di 8 mila voti in un paio di mesi. Una quota che gli ha consentito di classificarsi intorno alla 20ª posizione entrando fra i migliori 32 che finiranno, col loro volto, su più di 60 milioni di lattine Pepsi. Lattine che sono già presenti su molti scaffali e presto saranno reperibili ovunque, anche nella Bassa. Spiegando il «segreto» del suo successo, Giuseppe Lodi Rizzini ha puntualizzato: «Ho fatto iscrivere al sito della Pepsi amici, parenti e chiunque avesse un computer con la connessione ad internet. Ho avvisato tutti quelli che potevo e quotidianamente ricordavo a tutti di votare. Ho utilizzato anche strumenti come Facebook, Messenger, forum e blog per farmi pubblicità». Una «campagna elettorale» in grande stile, assolutamente tecnologica, che ha premiato i suoi sforzi. «E mi ha fatto piacere - ha commentato - anche perché era una bella iniziativa. C'era in palio anche un’auto, ma sapevo che era quasi impossibile arrivarci. Mi bastava il risultato che ho ottenuto, è una bella soddisfazione». Lodi Rizzini non è nuovo a vittorie in concorsi su internet; in passato si è già affermato in iniziative simili. «Ma questa - ha detto - è stata l’affermazione più importante e anche quella che mi ha tenuto maggiormente occupato. Del resto navigo su internet e quando qualche concorso mi interessa partecipo volentieri».

Dopo questo exploit, che porterà il suo volto su tantissime lattine, non ha dimenticato i ringraziamenti. «Un ringraziamento particolare - ha dichiarato - va a Matteo Mainardi di Sissa che ha lavorato molto per sostenermi. Ma voglio dire grazie anche a tutti gli altri amici, di Roncole, Busseto e dintorni che mi hanno aiutato». Il suo sogno è quello di arrivare alla laurea in ingegneria informatica e di trovare un lavoro nel settore. Nel frattempo si gode questa notorietà. Ed ora, naturalmente, anche nella Bassa inizierà la corsa per accaparrarsi le lattine Pepsi «firmate» anche dal volto di Lodi Rizzini. Infine soddisfazione per il grande successo ottenuto dal concorso «Be the face» è stata espressa da Rafael Narvaez, marketing director Pepsi Co. Beverages Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    13 Maggio @ 11.07

    Grande Beppe

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Allerta meteo livello giallo

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

5commenti

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

TRAFFICO

Tamponamento nel pomeriggio sulla tangenziale nord

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

Differenze di genere, Torti: «Diamo la libertà di scegliere qualsiasi strada»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

Genova

Mamma salva il figlio di un mese e mezzo seguendo le istruzioni telefoniche del 118

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

SPORT

CHAMPIONS

Roma battuta di misura: 2-1 per lo Shakhtar

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra