-2°

Provincia-Emilia

Reggio: 15enne muore in piscina, gli altri non escono dall'acqua

14

Hanno visto una giovane vita spezzarsi, ma non hanno rinun­ciato a nuotare tranquillamente in piscina. E al dramma si ag­giunge la rabbia. Un quindicen­ne originario del Marocco è mor­to nel pomeriggio, probabilmen­te a causa di un malore, mentre si trovava in acqua in una piscina pubblica a Scandiano, nel com­prensorio ceramico reggiano.
  Il ragazzo, – Yassin Hammly, residente ad Arceto, una frazio­ne di Scandiano – si trovava nella piscina e verso le 16 ha fatto un tuffo, ma poco dopo si è sentito male. Un bagnino è immedia­tamente intervenuto e sono pre­sto arrivati gli uomini del 118, ma i soccorsi sono stati inutili. Se­condo le prime ipotesi il quin­dicenne potrebbe essere stato vittima di una congestione.
  Gli accertamenti sono con­dotti dai carabinieri; la salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria. Ma c'è anche un altro aspetto del dram­ma: il ragazzo, frequentava la terza media e si era recato alla piscina «L'Azzurra» assieme ad alcuni amici. Diversi frequenta­tori della piscina, per lo più ra­gazzi, non hanno lasciato la va­sca nemmeno dopo quello che è successo, continuando a restare immersi durante le operazioni di soccorso a bordo piscina, sem­bra incuranti anche degli inviti fatti dai responsabili della strut­tura a uscire dall’acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberta

    25 Maggio @ 14.55

    Se io mi trovo dentro la piscina e il bagnino e il personale mi dicono di uscire, io esco. Non sto a chiedermi perché e per come. Non c'entra se uno sta morendo. Anche se uno semplicemente vomita in piscina bisogna uscire. Ma quale falso moralismo?

    Rispondi

  • Matteo

    25 Maggio @ 11.38

    Antonio, hai provato a raddrizzare il tiro ma per gente come te è fisiologicamente impossibile. Hai preso a pretesto un dramma per fare della finta politica, faziosa ma talmente inutile da risultare comica. Almeno fossi stato in grado di contestualizzare. Mah. Sei solo da disprezzare. Se non ti piace l'Italia che sta guarendo, facci un favore dai, le frontiere non sono poi così lontane.

    Rispondi

  • Roberta

    25 Maggio @ 09.00

    La verità è che oggi i ragazzi sono acivili totali. Ecco qul è la verità. Non per colpa loro ma per colpa di famiglie completamente assenti che non gli insegnano neanche le minime regole dell'educazione e del vivere civile.

    Rispondi

  • piru

    25 Maggio @ 08.46

    Forse non avete letto bene la notizia, o forse propriamente la notizia... non c'è. Il ragazzo si è sentito male in acqua ed è stato "prontamente soccorso dal bagnino" e iniziate le manovre rianimatorie a bordo vasca. Quindi i bagnanti non hanno nuotato col cadvere in acqua. Cosa dovevano fare? Uscire dall'acqua e circondare il bagnino che faceva la respirazione artificiale magari commentando con scosse del capo o imprecazioni? Gli inviti ad uscire dall' acqua "pare" siano stati fatti da qualcuno. Da chi? Perchè? A cosa serviva uscire? Per rispetto? Per i bagnanti era solo un ragazzo che si è sentito male in acqua, come tante volte succede, malore che si risolve di solito senza grossi problemi. In questo caso purtroppo ci è scappato il morto (ancora non si sa bene il perché) ma nessuno lo poteva immaginare. Penso che se fossi stato in quella piscina anch'io sarei rimasto in acqua. La notizia vera è che nel pubblico queste notizie suscitano sempre reazioni di falso moralismo (agevolate dai giornali che ti porgono la notizia in un certo modo) che non hanno nulla a che vedere con la realtà.

    Rispondi

  • Marco

    25 Maggio @ 06.41

    Non è questione di razzismo - semplicemente i ragazzi non capivano cosa stava succedendo - l'istinto stesso ti porta a non stare in acqua con un morto... Per quanto riguarda l'educazione, è un discorso che sto iniziando ad affrontare (sono neopapa) - percui insegnero a lavorare e studiare - ma se incontrerà uno dei tanti laureati con contratto di lavoro per 15 giorni a 400 euro netti sara 'dura' fargli capire che è giusto studiare - gli insegnero a essere onesto, ma quando vedra che gente che ruba e non ha i problemi del fine mese, che rimane impunita, sara 'dura' fargli capire che è giusto essere onesti. L'educazione è trasmettere valori, ma se ci sono le contraddizioni (tante), quanto vale l'educazione nella vita di tutti i giorni? io vedo che i ragazzi oggi sono molto meglio di quello che ero io. Un esempio ? ho dato l'esame patente A insieme ad altri ragazzini (patente B) - un ragazzo problematico è stato bocciato ed è andato in escandescenza, i suoi 'compagni' gli hanno fatto circolo, lo hanno isolato e tranquillizzato e penso tra di loro non si conoscessero e nessuno li aveva invitati a fare questo - ai miei tempi non sarebbe successo...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017