22°

Provincia-Emilia

Acquedotto di Rigoso: una risorsa per la montagna

Acquedotto di Rigoso: una risorsa per la montagna
0

Quando cent'anni fa gli abitanti di Rigoso, come quelli di tanti paesi dell’Appennino Parmense, costruirono il loro acquedotto avevano ben presente il valore dell’acqua. Lo avevano tanto presente che, per dare l’acqua alle loro case e alle loro stalle, lavorarono duramente per captare le acque e posare le tubazioni. 
In base al numero di persone e di mucche, ogni famiglia fornì il numero di giornate di lavoro e per acquistare i materiali si fece una colletta. Tutti costi vivi, cioè spese generali uguale zero. Un insegnamento per quanto avviene oggi, ove le risorse a disposizione di un’organizzazione vengono spesso indirizzate non al perseguimento degli obiettivi per i quali l’organizzazione è stata costituita, ma ai costi strutturali improduttivi (ad es. molti consigli d’amministrazione in società pubbliche).
Ma torniamo a questi pionieri di 100 anni fa. Essi passarono il testimone alle generazioni successive e, così come in molti altri paesi dell'Appennino, l’acquedotto di Rigoso, opera pubblica privatamente gestita, continua ad esistere. Sempre con spese generali uguale zero.  A Rigoso, vuoi per la stazione di Pratospilla presente nel suo territorio, vuoi per la pesca nei laghi che lo circondano, si è sviluppata e si sono costruite molte nuove case. Il vecchio acquedotto non era più sufficiente, tanto che nel mese di agosto poteva succedere che l’acqua venisse razionata.
Le famiglie si sono riunite e hanno deciso di costruire un nuovo acquedotto. Il direttivo si è mosso, ha preso contatti con i vari enti e la Comunità Montana si è detta disponibile a fornire, attraverso i propri tecnici, la progettazione. Ma le risorse necessarie erano ingenti, la cifra si aggirava intorno ai 100 mila euro e si pensava di poter accedere ad una qualche legge che fornisse contributi per realizzare un’opera di primario interesse pubblico, come quello di fornire acqua alle famiglie e alle attività produttive.  La sorpresa fu grande, come anche l’amaro in bocca, quando si scoprì che una legge regionale stabilisce che soltanto Enìa, per il territorio dell’Appennino Est, può accedere a questi contributi. Ma come, si chiesero le famiglie di Rigoso, ma Enìa non è società di diritto privato come l’acquedotto di Rigoso? Comunque fecero alcune riunioni, discussero e decisero: l’acquedotto si deve fare. E si fece. Grazie all’impegno ed alla capacità di Angelo Malmassari, alla Comunalia di Trefiumi che autorizzò la presa dell’acqua nel territorio di sua competenza, a tutte le 144 famiglie di Rigoso che si tassarono.
È stata captata un'acqua splendida, con durezza zero, alla Piana dei Giunchi, a 1330 metri, con una portata di 130 litri al minuto. È stata realizzata una tubazione di tre chilometri in doppio tubo con una sezione di 63 millimetri. La spesa totale ha sfiorato gli 80 mila euro e non è stato possibile, proprio per le risorse disponibili, realizzare anche una centralina per la produzione di energia elettrica «pulita».
La ditta Bacchieri Giuseppe, che ha realizzato l’opera, ha consentito una forte dilazione nei pagamenti per non gravare sulle famiglie di Rigoso. Ma Comune, Provincia e Regione, a causa delle leggi esistenti, non hanno potuto fornire alcun aiuto. Ci si augura che il Consorzio Bentivoglio Enza, visto che la posa delle tubazioni ha comportato il rifacimento delle cunette per un lungo tratto della strada Rigoso-Pratospilla, abbia la bontà di erogare un contributo. Visto che, tra l’altro, tutte le famiglie di Rigoso pagano a questo consorzio la tassa annuale per i consorzi di bonifica.
Ci si augura anche che Enìa possa assumere un atteggiamento di maggior disponibilità nei confronti dell’acquedotto di Rigoso. Enìa, infatti, dopo che il Comune di Monchio ha conferito ad Enìa la gestione delle acque e degli scarichi, è l’interlocutore di tutti gli acquedotti come quello di Rigoso ed è certamente un interlocutore diverso da come sarebbe il Comune con i suoi cittadini, che così caparbiamente, razionalmente ed economicamente provvedono all’approvvigionamento di questo bene essenziale come l’acqua.

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

7commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon