19°

29°

Provincia-Emilia

Acquedotto di Rigoso: una risorsa per la montagna

Acquedotto di Rigoso: una risorsa per la montagna
Ricevi gratis le news
0

Quando cent'anni fa gli abitanti di Rigoso, come quelli di tanti paesi dell’Appennino Parmense, costruirono il loro acquedotto avevano ben presente il valore dell’acqua. Lo avevano tanto presente che, per dare l’acqua alle loro case e alle loro stalle, lavorarono duramente per captare le acque e posare le tubazioni. 
In base al numero di persone e di mucche, ogni famiglia fornì il numero di giornate di lavoro e per acquistare i materiali si fece una colletta. Tutti costi vivi, cioè spese generali uguale zero. Un insegnamento per quanto avviene oggi, ove le risorse a disposizione di un’organizzazione vengono spesso indirizzate non al perseguimento degli obiettivi per i quali l’organizzazione è stata costituita, ma ai costi strutturali improduttivi (ad es. molti consigli d’amministrazione in società pubbliche).
Ma torniamo a questi pionieri di 100 anni fa. Essi passarono il testimone alle generazioni successive e, così come in molti altri paesi dell'Appennino, l’acquedotto di Rigoso, opera pubblica privatamente gestita, continua ad esistere. Sempre con spese generali uguale zero.  A Rigoso, vuoi per la stazione di Pratospilla presente nel suo territorio, vuoi per la pesca nei laghi che lo circondano, si è sviluppata e si sono costruite molte nuove case. Il vecchio acquedotto non era più sufficiente, tanto che nel mese di agosto poteva succedere che l’acqua venisse razionata.
Le famiglie si sono riunite e hanno deciso di costruire un nuovo acquedotto. Il direttivo si è mosso, ha preso contatti con i vari enti e la Comunità Montana si è detta disponibile a fornire, attraverso i propri tecnici, la progettazione. Ma le risorse necessarie erano ingenti, la cifra si aggirava intorno ai 100 mila euro e si pensava di poter accedere ad una qualche legge che fornisse contributi per realizzare un’opera di primario interesse pubblico, come quello di fornire acqua alle famiglie e alle attività produttive.  La sorpresa fu grande, come anche l’amaro in bocca, quando si scoprì che una legge regionale stabilisce che soltanto Enìa, per il territorio dell’Appennino Est, può accedere a questi contributi. Ma come, si chiesero le famiglie di Rigoso, ma Enìa non è società di diritto privato come l’acquedotto di Rigoso? Comunque fecero alcune riunioni, discussero e decisero: l’acquedotto si deve fare. E si fece. Grazie all’impegno ed alla capacità di Angelo Malmassari, alla Comunalia di Trefiumi che autorizzò la presa dell’acqua nel territorio di sua competenza, a tutte le 144 famiglie di Rigoso che si tassarono.
È stata captata un'acqua splendida, con durezza zero, alla Piana dei Giunchi, a 1330 metri, con una portata di 130 litri al minuto. È stata realizzata una tubazione di tre chilometri in doppio tubo con una sezione di 63 millimetri. La spesa totale ha sfiorato gli 80 mila euro e non è stato possibile, proprio per le risorse disponibili, realizzare anche una centralina per la produzione di energia elettrica «pulita».
La ditta Bacchieri Giuseppe, che ha realizzato l’opera, ha consentito una forte dilazione nei pagamenti per non gravare sulle famiglie di Rigoso. Ma Comune, Provincia e Regione, a causa delle leggi esistenti, non hanno potuto fornire alcun aiuto. Ci si augura che il Consorzio Bentivoglio Enza, visto che la posa delle tubazioni ha comportato il rifacimento delle cunette per un lungo tratto della strada Rigoso-Pratospilla, abbia la bontà di erogare un contributo. Visto che, tra l’altro, tutte le famiglie di Rigoso pagano a questo consorzio la tassa annuale per i consorzi di bonifica.
Ci si augura anche che Enìa possa assumere un atteggiamento di maggior disponibilità nei confronti dell’acquedotto di Rigoso. Enìa, infatti, dopo che il Comune di Monchio ha conferito ad Enìa la gestione delle acque e degli scarichi, è l’interlocutore di tutti gli acquedotti come quello di Rigoso ed è certamente un interlocutore diverso da come sarebbe il Comune con i suoi cittadini, che così caparbiamente, razionalmente ed economicamente provvedono all’approvvigionamento di questo bene essenziale come l’acqua.

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

SOCIETA'

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

curiosità

Squalo volpe di 200 chili pescato nel crotonese

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti