22°

Provincia-Emilia

Traversetolo, spara all'ex cognato

Traversetolo, spara all'ex cognato
Ricevi gratis le news
0

Roberto Longoni
E' iniziata con una lite, è finita con un colpo di pistola e una tragedia sfiorata. Pochi centimetri più in basso, e il proiettile che ha ferito un giovane albanese alla spalla sinistra avrebbe ucciso. Lui, sulla trentina, è ricoverato in ospedale. Altri tre sono stati medicati, hanno la testa bendata da vistose fasciature ed ematomi in varie parti del corpo. Lo scontro si è scatenato in due fasi e ha visto contrapposte - tra Traversetolo e Piazza - due famiglie che un tempo erano unite e ora divise per  l'affidamento di un ragazzo. Famiglie immigrate da anni e che mai avevano avuto a che fare con la legge. «Gente onesta, lavoratori» mormoravano ieri sotto choc gli abitanti in via Trieste a Traversetolo, dove tutto è iniziato.
  Erano da poco trascorse le 19,30, quando un uomo di 43 anni ha cominciato a discutere (per l'ennesima volta, da quando si era separato) con l'anziano ex suocero sotto la casa nella quale ora vive la ex moglie. Un confronto animato, che ha visto i contendenti passare dalle parole ai fatti. Non si sa chi abbia alzato le mani per primo. Fatto sta che ad avere la peggio è stato l'anziano, che avrebbe rimediato una serie di pugni e calci. E con lui la moglie che - secondo una prima ricostruzione tutta ancora da verificare da parte dei carabinieri che stanno conducendo le indagini - era corsa in suo aiuto. Il pensionato alla fine è rimasto steso al suolo, esanime, mentre l'altro lo sfiorava sgommando via con la Peugeot stationwagon.
  Intanto, qualcuno aveva chiamato il 112. Ma altri (forse la stessa anziana coppia albanese) avevano telefonato ai due figli dell'uomo riverso a terra. I due - entrambi sulla trentina - sono accorsi a bordo di diverse auto. Uno, artigiano, è sceso in via Trieste da un Fiat Doblò. Si è fermato accanto al padre. Vedendolo ricoperto di sangue, con una gamba malconcia, è  montato su tutte le furie. C'è chi dice che sia corso in casa uscendone con qualcosa avvolto in uno straccio: potrebbe essere stato un coltello o una spranga. Ma la circostanza è tutta da verificare. Poco dopo, il giovane è partito a bordo del suo Doblò: un  attimo prima che arrivasse il fratello al volante di una Honda Civic rossa. I due sapevano dove andare, per chiedere ragione di ciò che era successo in via Trieste, e ci sono arrivati in pochi minuti.
E' a Piazza di Basilicanova, sotto la casa dell'ex cognato che è finita la loro corsa. Qui, l'uomo coinvolto nella violenta discussione con il loro padre era con un fratello. A questo punto non è ben chiaro come siano andati i fatti. Resta da stabilire - ed è quanto  hanno cercato di fare per tutta la notte i carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo della Compagnia di Parma, del Nucleo operativo e radiomobile di via delle Fonderie e delle stazioni di Traversetolo e di Monticelli - se ci sia subito stata una nuova aggressione. I figli dell'anziano malmenato avrebbero raccontato di essere andati a chiedere un chiarimento.
 L'altro, a sua volta affiancato da un fratello di 37 anni, avrebbe detto di aver avuto paura, trovandosi di fronte due uomini armati di spranghe (o bastoni) e coltelli. Armi che non sono state trovate dai carabinieri. Mentre è stata trovata la pistola, una calibro 22 dalla matricola abrasa  che ha ferito uno dei due figli dell'anziano. Pare che sia stato esploso un colpo solo (ma dopo che erano volati calci e pugni, perché tutti e quattro i protagonisti della seconda parte della vicenda hanno vistose ecchimosi) e che a sparare sia stato l'uomo che aveva avuto la violenta discussione in via Trieste. A questo punto, i fratelli della sua ex moglie sono corsi via, a bordo dell'Honda Civic, verso Traversetolo.
 Poco dopo, sono arrivati i carabinieri, che hanno fermato il presunto sparatore e hanno raccolto le prime testimonianze sia a Piazza che in via Trieste. Sono intervenute anche le ambulanze e le automediche di Parmasoccorso e della Croce Azzurra. Il giovane ferito alla spalla è stato portato in ospedale. Le sue condizioni non destano preoccupazione. Per il 43enne è scattato il fermo (anche per la detenzione illegale dell'arma). L'uomo dovrebbe essere sottoposto al più presto alla prova dello Stub, per avere conferma del fatto che sia stato davvero lui a sparare. Gli interrogatori dei carabinieri, che conducono le indagini dirette dal pm Giorgio Grandinetti, sono proseguiti fino a tarda notte, per stabilire tutte le responsabilità e le posizioni dei quattro coinvolti nello scontro. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Marino Perani

Marino Perani

Lutto

Morto Marino Perani, allenò il Parma

In panchina negli anni Ottanta

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo

Bottino da quantificare

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

13commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»