19°

34°

Provincia-Emilia

Cresima negata, è pace fatta: il bimbo la farà presto

Cresima negata, è pace fatta: il bimbo la farà presto
Ricevi gratis le news
0

Mara Varoli

Tutto è bene quel che finisce bene e presto Luca, chiamiamolo così con un nome di fantasia, farà la cresima.
Don Ugo Zaccaria, il parroco ferrarese che sabato scorso ha «bocciato» il piccolo parmigiano, non ammettendolo al sacramento, ha sciolto il nodo della matassa. E ieri sera ha trovato la soluzione, promettendo che «a richiesta dei genitori e previa la necessaria preparazione, che in questo caso sarà personale, il piccolo riceverà il sacramento il prima possibile».
Una storia dai mille equivoci. A cominciare dal numero delle assenze del bambino a catechismo: questo il motivo della sua «bocciatura».  «Ma adesso - confessa il nonno del bambino Gian Valter Panziroli - siamo tutti molto contenti».
In un primo momento, don Ugo Zaccaria, parroco della chiesa di Tamara, in provincia di Ferrara, dove si è trasferita da pochi mesi la famiglia di Luca, sembrava irremovibile sulla sua decisione, ma poi il sole è tornato a splendere e «pace» è stata fatta, così come doveva essere.  «Non è vero, come sostiene la famiglia, che il bambino è mancato solo due volte dal catechismo - aveva dichiarato a caldo don Ugo -. E' dalla fine di aprile che non vedo né lui e nemmeno i genitori. Per cui sabato non mi aspettavo di incontrarli  alla cerimonia. E gli ho detto: Cosa intendete fare?».
«Non è vero - aveva risposto Panziroli -. Mio nipote è mancato poche volte. Basta chiederlo alla catechista».
E così sabato alle cinque del pomeriggio la festa è stata rimandata e i Panziroli sono tornati a casa, con gli occhi abbassati e l'umore a terra: «Ci sono rimasto molto male. E il bambino era molto triste», ammette il nonno.
Da un momento atteso e gioioso, quello della cresima era diventato il sacramento della discordia: e la mela si era improvvisamente spaccata a metà. Da una parte la famiglia del piccolo «sbalordita dalle affermazioni» del parroco, dall'altra lo stesso sacerdote che ribadiva l'importanza, peraltro lecita, della partecipazione al catechismo: «Nelle riunioni che la parrocchia organizza con i genitori - proseguiva don Ugo Zaccaria - spieghiamo a tutti che per i bambini la frequenza al catechismo è obbligatoria per capire il senso del sacramento. Lo stesso Codice di diritto canonico sottolinea che la partecipazione è indispensabile per qualsiasi sacramento. Così come avviene a scuola: il ragazzo che non frequenta, non viene promosso. E sabato non potevo ammetterlo, proprio perchè non aveva ricevuto la preparazione specifica».
Il piccolo parmigiano si è trasferito con mamma e papà da pochi mesi. Una famiglia che ha sempre partecipato alla vita della chiesa a Parma, nella parrocchia di don Mauro Pongolini a San Leonardo. «Il bambino aspettava un po' di carità cristiana - ricorda il nonno Panziroli - e di entrare in una comunità nuova. Si è trasferito da pochi mesi: ha 11 anni e i cuginetti sono a Parma, gli amici nella parrocchia di San Leonardo, che lui ha sempre frequentato. E il parroco gli ha fatto una lettera quando è partito per dimostrare che il bambino ha sempre partecipato al catechismo e alla vita della chiesa. Ora più che mai il bambino ha bisogno di essere accolto. E quindi la lieta notizia ci rende molto felici».
Sta di fatto che il caso di Tamara non è isolato. E' capitato altre volte che il parroco rimandi il sacramento per motivi di frequenza. E la cresima o la comunione saltano di un anno. C'è chi scrolla le spalle e chi invece ci rimane davvero male, proprio come la famiglia Panziroli, che a maggior ragione non aveva digerito la «bocciatura» per sole «due assenze». Anche se per il parroco ferrarese erano di più. Ma la storia ha avuto un giro di boa improvviso e il piccolo parmigiano presto avrà la possibilità di ricevere la pacca sulle spalle dal suo padrino.
«Non ci sono norme che indicano quanti incontri bisogna fare - spiega don Raffaele Mazzolini, vicario episcopale che tra le tante cose si occupa anche dell'ufficio catechistico di Parma -. Normalmente tutto dovrebbe nascere dal dialogo tra i genitori e coloro che accompagnano il cammino di fede del ragazzo. In pratica, il discorso si gioca su questa capacità. E' vero che la frequenza è importante, ma una valutazione numerica è parziale. La vera misura bisogna ritrovarla nel percorso di scoperta della fede». Eh sì, i tempi sono cambiati. Prima bastava un'ora di dottrina alla settimana e nessuno veniva rimandato. Oggi il problema è più complesso, in quanto non tutti i genitori partecipano insieme ai figli alla vita della comunità cristiana e quindi la diffidenza da parte di chi sta dietro l'altare ci sta tutta, anche se questa volta la «vittima» è un bambino che è cresciuto in una famiglia di praticanti e in una parrocchia molto attiva, come quella di San Leonardo. E quindi con tutte le carte in regola per essere «ammesso» alla cresima.
 «E adesso - chiude don Ugo - lo aiuteremo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biciclette e corsie per gli autobus: il «carosello» dei segnali stradali

la curiosità

Biciclette e corsie per gli autobus: il «carosello» dei segnali stradali

2commenti

Rinoceronte ancora in finale al Talent Show "Eccezionale veramente"

tg parma

Rino Ceronte ancora in finale al talent show "Eccezionale veramente" Video

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Arriva Guidolin ed è festa

SPECIALE PARMA

L'ultima B: arriva Guidolin ed è festa

di Alberto Dallatana

Lealtrenotizie

Picchia la fidanzata e la manda all'ospedale: operaio arrestato

colorno

Picchia (ancora) la fidanzata e la manda all'ospedale: operaio arrestato

2commenti

via Silvio Pellico

Autoerotismo davanti alla cassa di un supermercato: denunciato un 40enne

Via Pintor

La furia dei ladri dentro il bar. Per un bottino di salumi e caffè...

i nuovi arrivati

Di Gaudio: "La ricetta per la A? Ci vuole tanta umiltà" Video

parma calcio

Altro colpo del Parma: Gagliolo atteso a Pinzolo Video

Il jolly difensivo acquistato dal Carpi

Dopo il suicidio del padre

Alessio Turco guardato a vista

1commento

bilancio

Il Comune ha incassato 400 mila euro in meno di multe

Una ipovedente

Tombino rimosso: ferita una donna

1commento

via leopardi

"Suo figlio ha avuto un grave incidente": così truffano un'altra anziana

Gazzareporter

Contromano in bicicletta in tangenziale

provincia

Perdite sulla rete, nottata al lavoro: alle 4 è tornata l'acqua a Berceto

curiosità

Cittadella, quando lentamente il cantiere se ne va Foto

BAZZANO

71enne morì a Villa Matilde: infermiere rinviato a giudizio

FURTO

Gettano le monete e le rubano la borsa

La storia

Chiara, volontaria nell'orfanotrofio che la accolse

Basilicagoiano

Incendio vicino alla palestra: è doloso?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

Samuele Turco, la tragedia e la pietà Video-editoriale

di Michele Brambilla

4commenti

EDITORIALE

Vitalizi, no ai privilegi

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

montecitorio

Dopi il sì al decreto vaccini, deputati Pd aggrediti da manifestanti no-vax

incidente

Treno contro una banchina alla stazione di Barcellona: almeno 48 feriti

SPORT

calcio

Alta tensione al Barcellona, Neymar litiga con Semedo Video

nuovi acquisti

Dezi: "Per me è importante avere la fiducia del Parma" Video

SOCIETA'

Autostrade

Dal 1° agosto "pedaggio light" per le moto, il -30% in meno delle auto

3commenti

modena

Agenzia di pompe funebri offre servizio di ibernazione in Russia

MOTORI

anniversario

Pajero One/Hundred, Mitsubishi festeggia il secolo di vita

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video