Volontariato

Donazioni di sangue in calo: campanello d'allarme

Flessione per l'Avis, stabile l'Adas. Sempre garantita l'autosufficienza provinciale. Seletti: "Fabbisogno crescente". Campanini: "Fondamentale la regolarità"

Donazioni di sangue in calo: campanello d'allarme

Sangue

7

A livello provinciale l’autosufficienza è stata mantenuta, seppur a fatica. Ma, a differenza degli ultimi anni, Parma non è riuscita stavolta a garantire una dotazione adeguata di sangue al Centro regionale di Bologna. E non è un buon segno, tanto più che la stagione estiva, periodo sempre particolarmente critico per la raccolta, è ormai alle porte.
Una circostanza che può essere spiegata con il calo del numero di donazioni effettuate e di nuovi donatori. L’Avis (21.267 iscritti a fine 2013), ad esempio, accusa in provincia una preoccupante flessione: 8.129 i prelievi (di sangue intero, plasma e piastrine) eseguiti nei primi cinque mesi del 2014, ben 931 in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-10,3%). Nel 2014 sono stati 512 invece i nuovi donatori, a fronte dei 593 registrati a maggio 2013 (-13,6%). Un rallentamento che si riflette pure in ambito comunale dove, se da un lato, tiene il numero di donazioni complessive (3.290 in tutto, +0,4%), dall’altro si segnala un -13,4% di nuovi ingressi, appena 37 dall’inizio dell’anno.
«Un dato sorprendente se consideriamo che Parma, in rapporto alla sua popolazione, ha sempre avuto un elevato numero di donatori», rileva Doriano Campanini, vice presidente dell'Avis provinciale. «I motivi di questo calo? Tanti. Dalla crisi economica al calo demografico degli anni ‘80, che comincia a farsi sentire - spiega -. Certo è che l’equilibrio dell’autosufficienza è delicato e potrebbe sfociare in una situazione di criticità. Per questo è indispensabile donare con regolarità, magari in maniera razionalizzata, ovvero quando serve e ciò che effettivamente serve».
Situazione pressoché stabile, invece, per quanto riguarda l’Adas: 2.877 iscritti distribuiti in 17 gruppi, tra cui i nuovi della Scuola per l’Europa e dell’Albertelli-Newton, cui va aggiunto pure quello della Chiesi, resosi nuovamente autonomo dopo essere confluito per un periodo in «Adas per la Vita». Tra gennaio e maggio 2014, l’Adas provinciale ha registrato 1.308 donazioni, pareggiando perfettamente i conti con lo stesso periodo del 2013. A maggio sono stati 325 i prelievi effettuati (+32 rispetto all’anno scorso, quando erano stati 293). In leggero aumento pure le prime donazioni: 69 dall’inizio dell’anno (di cui 16 nell’ultimo mese), a fronte delle 55 dell’anno precedente. «Dati che ci confortano, ma che vanno incrementati alla luce di un fabbisogno sempre crescente - spiega Ines Seletti, presidente provinciale di Adas -; negli ultimi mesi, il Centro trasfusionale di Parma ha segnalato più volte la necessità di sangue e lo ha fatto in un periodo che, storicamente, è sempre stato tranquillo per una realtà come la nostra. L’arrivo dell’estate potrebbe acuire le difficoltà e non dobbiamo farci cogliere impreparati. Per questo chiediamo uno sforzo ulteriore a tutti i donatori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • laurag

    20 Giugno @ 10.02

    Possibili cause?? I tatuaggi!! Avete mai pensato che oramai tutti i ragazzi (quasi il 65% se non di più) ciclicamente si fa un tatuaggio e devono passare 6 mesi prima di potere donare il sangue?? Peccato però che magari prima di questi 6 mesi ne hanno già fatto un altro....

    Rispondi

  • Francesca

    20 Giugno @ 09.26

    Peccato che nell'articolo non venga menzionata la campagna di chiusura che sta effettuando l'Avis nelle sezioni della Provinciali, alcune sezioni sono già state chiuse! A mio avviso il vero motivo del calo di donazioni è questo, e non la crisi o il calo demografico....

    Rispondi

  • coscienza

    20 Giugno @ 09.23

    Perchè il vice presidente non parla della chiusura di tante sezioni avis, forse non lo ritiene un possibile motivo di questo calo? Credo che la gestione dell'avis provinciale stia raccogliendo quello che ha seminato.

    Rispondi

  • Manuel

    20 Giugno @ 09.15

    Sicuramente chiudere le sedi, autosufficenti, comunali non aiuta l'avis, ma mentre per i donatori è volontariato magari per qualcuno è diventato solo business.....

    Rispondi

  • davide

    20 Giugno @ 07.09

    non è che il calo è dovuto alla riorganizzazione provinciale dei centri prelievi!!?? avete chiuso in modo oscieno tanti punti prelievo in tante sezioni, sopratutto in montagna e i donatori ti stanno facendo capire che cosi non funziona!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Palazzo Chigi: Renzi parlerà a mezzanotte

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città successo dei Si

55 sezioni su 470: 52.50 il No. In città Si al 50.33%

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

7commenti

Amatori Rugby Parma

Beppe Carra: "Non ci basta: vogliamo altre vittorie" Intervista

II capitano commenta l'importante successo, il primo casalingo, contro Livorno - Esplode la festa in campo e negli spogliatoi (guarda le foto)

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

13commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)