15°

28°

Provincia-Emilia

Il sindaco di Traversetolo: "Stop agli immigrati". E si accende il dibattito

Il sindaco di Traversetolo: "Stop agli immigrati". E si accende il dibattito
Ricevi gratis le news
39

di Filippo Binini

Ferma presa di posizione del sindaco di Traversetolo Alberto Pazzoni in merito alla problematica dell'immigrazione nel territorio comunale di Traversetolo. Il primo cittadino ha espresso la propria opinione «scremando la tematica da buonismo e perbenismo, di cui forse si è abusato in passato», ammettendo l’impossibilità oggettiva di affrontare l’immigrazione come finora si è fatto e, allo stesso tempo, spiegando che ormai il paese non può più permettersi di accogliere altri extracomunitari.

«Oggi - ha spiegato il primo cittadino di Traversetolo - la sostenibilità di questa “invasione” di immigrati si è esaurita, sia a livello nazionale che di singole realtà locali. Non c'è soluzione alternativa: debbono essere fatte scelte che regolamentino in modo ferreo la presenza di persone non italiane sul suolo italiano. Noi tutti propendiamo per l’apertura, per l’accoglienza, ma è anche necessario dire le cose come stanno: oggi non abbiamo più possibilità dal punto di vista economico, scolastico, sanitario, lavorativo di accettare altri immigrati». I problemi evidenziati da Pazzoni sono diversi. In primo luogo, quello dell’integrazione: la necessità, cioè, di mettere ogni immigrato in condizione di recepire quali siano i principi su cui è fondato il nostro modo di vivere. «Principi che spesso, però - ha rilevato - contrastano con le loro radici e la loro cultura di provenienza, creando ostacoli che alcune volte è difficile aggirare». Un secondo problema, anch’esso di difficilissima soluzione, è quello relativo a casa e lavoro.

«L'11 per cento della popolazione traversetolese, oggi, è costituita da extracomunitari - ha ricordato il sindaco - da un punto di vista numerico, si tratta di circa 700 persone. Di queste, la gran parte lavora e contribuisce alla crescita della società, ma c'è però un 30 per cento che ha abbracciato la “professione” dell’essere poveri: questo vuol dire circa 200 persone senza lavoro e senza fissa dimora, che fondano la loro intera esistenza sulla beneficienza - dal cibo, ai vestiti, agli alloggi. “Poveri di professione” che presentano inevitabilmente diversi lati oscuri in termini di sicurezza e creano, di conseguenza, problemi di carattere sociale».

Pazzoni ha evidenziato la necessità di soluzioni anche drastiche a questo problema, che altrimenti finirebbe per aizzare ancor più le leggi «fai da te», la xenofobia e l’intolleranza, rendendo (come in molti casi già avviene) gli extracomunitari l’unico capro espiatorio per ogni disagio che oggi la popolazione vive. Nessun aiuto, finora, ha spiegato il sindaco, è giunto dal vertice, che anzi scarica ogni problema sulle amministrazioni locali, visto che sono queste a doversi fare davvero carico dei migranti. «E questo avviene senza che ci siano forniti gli strumenti legislativi o economici per limitare il fenomeno, o almeno per dare risposte positive alle necessità che si presentano. Paesi come Traversetolo, ormai, sono territori di frontiera».

«Il nostro paese - ha spiegato il sindaco - ha ormai raggiunto il suo limite fisiologico, un limite definito dal territorio, dal numero di appartamenti a disposizione, dai posti di lavoro reperibili e dalla volontà popolare. Oggi, non possiamo più permetterci questo regime di benefici».

Intervistato da Tv Parma, inoltre, Pazzoni puntualizza che dal punto di vista politico e legislativo "non possiamo scoraggiare nulla (il Comune, ndr) ma c'è la necessità di denunciare una situazione arrivata al limite. Non si può usare lo stesso sistema di accoglienza e sensibilità che abbiamo potuto usare fino ad oggi (verso gli stranieri, ndr)".

Voi come la pensate? Dite la vostra nello spazio commenti a fianco di questo articolo
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuseppe brancaccio

    30 Giugno @ 12.44

    Se essere poveri è una professione conveniente allora il problema non esiste, visto che questi "professionisti" vivrebbero bene e la popolazione - visto che li "paga" con l'elemosina - sarebbe favorevole alla loro presenza. l'elemosina non è obbligatoria quindi quelli che la pensano come il sindaco non avrebbero alcuna spesa. Oppure guarda un po' esiste la povertà nel mondo (consigliamo al sindaco una lettura più assidua dei giornali) e allora nel ricco parmense è anche normale che qualche povero ci finisca. E allora perché non cercare di trovare il modo di aiutare questi poveri a trovare un destino diverso? Magari spendendo qualche soldino di quelli incautamente affidati negli anni passati al mercato azionario? Ma si sa : è meglio farsi fregare i milioni in borsa pensando di essere furbi speculatori che farsi sottrarre le briciole dai poveri, pensando di essere fessi. Che tristezza, così il nord morirà di tristezza prima che di crisi economica

    Rispondi

  • giorgio

    29 Giugno @ 13.45

    Un bravo al sindaco,con la speranza che il suo grido di allarme venga raccolto da chi di dovere.....ben vengano le regole,ma necessario farle rispettare!!!!!!!

    Rispondi

  • Luca

    29 Giugno @ 10.44

    Consa non si fa per recuperare voti... Adesso c'è questa moda e tutti strepitano "dagli a quel cane". Che tristezza...

    Rispondi

  • Marco

    29 Giugno @ 10.30

    Quindi, Giuse, cosa proponi? Facciamo finta di niente, facciamo entrare tutti indiscriminatamente, ma non avendo risorse e lavoro per tutti li facciamo vivere di stenti fino a quando prima o dopo decidono di delinquere (quelli che già non sono entrati con questo scopo ben conoscendo il lassismo del nostro sistema giudiziario), oppure smettiamo di mangiare noi per darne a loro o cos'altro? Hai qualche proposta alternativa? E non confrontiamo l'Italia di oggi con un paese sterminato e con risorse quasi infinite come l'America di inizio secolo scorso per favore...

    Rispondi

  • daniele

    29 Giugno @ 10.20

    Sono di traversetolo e non se ne puo piu di questa gente che pretende pretende e pretende ancora piu del dovuto. conosco gente che non ha soldi per pagare le bollette (e si reca in comune per farsele pagare) pero quotidianamente compra cose superflue e gioca.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

6commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

15commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

1commento

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

milano

Auto va fuori strada e finisce in un canale, un morto e 3 dispersi

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti