Provincia-Emilia

Il sindaco di Traversetolo: "Stop agli immigrati". E si accende il dibattito

Il sindaco di Traversetolo: "Stop agli immigrati". E si accende il dibattito
Ricevi gratis le news
39

di Filippo Binini

Ferma presa di posizione del sindaco di Traversetolo Alberto Pazzoni in merito alla problematica dell'immigrazione nel territorio comunale di Traversetolo. Il primo cittadino ha espresso la propria opinione «scremando la tematica da buonismo e perbenismo, di cui forse si è abusato in passato», ammettendo l’impossibilità oggettiva di affrontare l’immigrazione come finora si è fatto e, allo stesso tempo, spiegando che ormai il paese non può più permettersi di accogliere altri extracomunitari.

«Oggi - ha spiegato il primo cittadino di Traversetolo - la sostenibilità di questa “invasione” di immigrati si è esaurita, sia a livello nazionale che di singole realtà locali. Non c'è soluzione alternativa: debbono essere fatte scelte che regolamentino in modo ferreo la presenza di persone non italiane sul suolo italiano. Noi tutti propendiamo per l’apertura, per l’accoglienza, ma è anche necessario dire le cose come stanno: oggi non abbiamo più possibilità dal punto di vista economico, scolastico, sanitario, lavorativo di accettare altri immigrati». I problemi evidenziati da Pazzoni sono diversi. In primo luogo, quello dell’integrazione: la necessità, cioè, di mettere ogni immigrato in condizione di recepire quali siano i principi su cui è fondato il nostro modo di vivere. «Principi che spesso, però - ha rilevato - contrastano con le loro radici e la loro cultura di provenienza, creando ostacoli che alcune volte è difficile aggirare». Un secondo problema, anch’esso di difficilissima soluzione, è quello relativo a casa e lavoro.

«L'11 per cento della popolazione traversetolese, oggi, è costituita da extracomunitari - ha ricordato il sindaco - da un punto di vista numerico, si tratta di circa 700 persone. Di queste, la gran parte lavora e contribuisce alla crescita della società, ma c'è però un 30 per cento che ha abbracciato la “professione” dell’essere poveri: questo vuol dire circa 200 persone senza lavoro e senza fissa dimora, che fondano la loro intera esistenza sulla beneficienza - dal cibo, ai vestiti, agli alloggi. “Poveri di professione” che presentano inevitabilmente diversi lati oscuri in termini di sicurezza e creano, di conseguenza, problemi di carattere sociale».

Pazzoni ha evidenziato la necessità di soluzioni anche drastiche a questo problema, che altrimenti finirebbe per aizzare ancor più le leggi «fai da te», la xenofobia e l’intolleranza, rendendo (come in molti casi già avviene) gli extracomunitari l’unico capro espiatorio per ogni disagio che oggi la popolazione vive. Nessun aiuto, finora, ha spiegato il sindaco, è giunto dal vertice, che anzi scarica ogni problema sulle amministrazioni locali, visto che sono queste a doversi fare davvero carico dei migranti. «E questo avviene senza che ci siano forniti gli strumenti legislativi o economici per limitare il fenomeno, o almeno per dare risposte positive alle necessità che si presentano. Paesi come Traversetolo, ormai, sono territori di frontiera».

«Il nostro paese - ha spiegato il sindaco - ha ormai raggiunto il suo limite fisiologico, un limite definito dal territorio, dal numero di appartamenti a disposizione, dai posti di lavoro reperibili e dalla volontà popolare. Oggi, non possiamo più permetterci questo regime di benefici».

Intervistato da Tv Parma, inoltre, Pazzoni puntualizza che dal punto di vista politico e legislativo "non possiamo scoraggiare nulla (il Comune, ndr) ma c'è la necessità di denunciare una situazione arrivata al limite. Non si può usare lo stesso sistema di accoglienza e sensibilità che abbiamo potuto usare fino ad oggi (verso gli stranieri, ndr)".

Voi come la pensate? Dite la vostra nello spazio commenti a fianco di questo articolo
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuseppe brancaccio

    30 Giugno @ 12.44

    Se essere poveri è una professione conveniente allora il problema non esiste, visto che questi "professionisti" vivrebbero bene e la popolazione - visto che li "paga" con l'elemosina - sarebbe favorevole alla loro presenza. l'elemosina non è obbligatoria quindi quelli che la pensano come il sindaco non avrebbero alcuna spesa. Oppure guarda un po' esiste la povertà nel mondo (consigliamo al sindaco una lettura più assidua dei giornali) e allora nel ricco parmense è anche normale che qualche povero ci finisca. E allora perché non cercare di trovare il modo di aiutare questi poveri a trovare un destino diverso? Magari spendendo qualche soldino di quelli incautamente affidati negli anni passati al mercato azionario? Ma si sa : è meglio farsi fregare i milioni in borsa pensando di essere furbi speculatori che farsi sottrarre le briciole dai poveri, pensando di essere fessi. Che tristezza, così il nord morirà di tristezza prima che di crisi economica

    Rispondi

  • giorgio

    29 Giugno @ 13.45

    Un bravo al sindaco,con la speranza che il suo grido di allarme venga raccolto da chi di dovere.....ben vengano le regole,ma necessario farle rispettare!!!!!!!

    Rispondi

  • Luca

    29 Giugno @ 10.44

    Consa non si fa per recuperare voti... Adesso c'è questa moda e tutti strepitano "dagli a quel cane". Che tristezza...

    Rispondi

  • Marco

    29 Giugno @ 10.30

    Quindi, Giuse, cosa proponi? Facciamo finta di niente, facciamo entrare tutti indiscriminatamente, ma non avendo risorse e lavoro per tutti li facciamo vivere di stenti fino a quando prima o dopo decidono di delinquere (quelli che già non sono entrati con questo scopo ben conoscendo il lassismo del nostro sistema giudiziario), oppure smettiamo di mangiare noi per darne a loro o cos'altro? Hai qualche proposta alternativa? E non confrontiamo l'Italia di oggi con un paese sterminato e con risorse quasi infinite come l'America di inizio secolo scorso per favore...

    Rispondi

  • daniele

    29 Giugno @ 10.20

    Sono di traversetolo e non se ne puo piu di questa gente che pretende pretende e pretende ancora piu del dovuto. conosco gente che non ha soldi per pagare le bollette (e si reca in comune per farsele pagare) pero quotidianamente compra cose superflue e gioca.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareprter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

8commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

CASSINO

Abusa della figlia 14enne: trovato impiccato davanti a una chiesa

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

FESTE PGN

Open Bar al castello di Felino Foto

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova