21°

32°

Provincia-Emilia

Felino- Ex stalla sociale: al via i lavori. Sorgerà un quartiere residenziale

Felino- Ex stalla sociale: al via i lavori. Sorgerà un quartiere residenziale
0

di Massimo Morelli
Hanno preso il via i lavori di demolizione delle strutture che facevano parte dell’ex stalla sociale. Quelle che venivano utilizzate come stalle, come ricovero attrezzi e come abitazione di chi vi lavorava verranno presto demolite e, al loro posto, sorgerà un quartiere nuovo con villette e case a schiera, secondo il progetto già approvato da tempo in consiglio comunale.
Con la demolizione dell’ex stalla sociale un pezzo di storia di Felino sparirà per sempre, ma dal punto di vista architettonico la perdita sarà davvero minima. La stalla sociale venne realizzata all’inizio degli anni settanta nella zona di rispetto del castello di Felino. Ci fu qualche velata protesta, ma i lavori andarono avanti. Altri tempi, oggi sarebbe irrealizzabile un’opera del genere in un’area protetta o comunque non distante da un edificio o da un palazzo di pregio. L’idea era quella di costruire una grande stalla nella quale gli allevatori avrebbero fatto confluire i capi di bestiame. All’epoca si parlava di 400/450 mucche da latte, un numero davvero elevato per quei tempi. Le cose andarono bene all’inizio poi con il passare del tempo sorsero i primi problemi, qualche allevatore decise di riportare il bestiame nella propria fattoria tanto che a metà degli anni ottanta la stalla sociale fallì. Si parlò all’epoca di 2 miliardi e 500 milioni delle vecchie lire.

Le banche, creditrici nei confronti della stalla sociale, misero all’asta la struttura, con le prime due sedute che andarono deserte. Alla terza seduta l’area della stalla sociale andò all’unica azienda - un'azienda alimentare - che presentò un’offerta in busta chiusa e naturalmente quell'azienda, per una cifra di poco inferiore al miliardo di lire, divenne la nuova proprietaria dell’area che a Felino ha fatto tanto discutere dalla sua nascita ai tempi nostri. L’azienda alimentare, nelle intenzioni dei proprietari, avrebbe voluto insediare al posto della stalla uno stabilimento inerente la trasformazione del prodotto agricolo e non ci sarebbero stati problemi di sorta visto che si trattava di trasformazione del prodotto agricolo, la stessa attività che veniva svolta nella stalla sociale. La giunta comunale di Felino, con l’allora sindaco Gianni Damenti, sembrava ben predisposta verso questa operazione, ma per vari motivi non se ne fece nulla. Nel corso degli anni erano spuntate altre idee e progetti, proposti dalle amministrazioni che si sono succedute a Felino, come ad esempio quello inerente la realizzazione di una università. Le idee degli amministratori però non combaciavano con quelle dei proprietari che non avendo alcuna fretta decisero di lasciare le cose così com'erano, attendendo l’idea buona o il progetto convincente. Passano gli anni ed arriviamo al secondo mandato di Maurizio Tanzi, sul finire degli anni novanta.

Tanzi ha il merito di aver intavolato un discorso serio ed interessante con i proprietari, prospettando loro di dare il via libera alla costruzione di case a schiera e villette in cambio di un cospicuo contributo che sarebbe stato utilizzato nel campo della scuola. L’accordo viene raggiunto, il contributo viene versato, e dopo la stesura del progetto, che è stato approvato a tutti i livelli, si è potuto dare il via ai lavori. Prima di tutto c'era da bonificare l’area con i 4.500 mq di pericolosissimo amianto, che è stato trasportato via da un’azienda specializzata del settore, ed i 1.200 metri di lana di roccia, che hanno subito trattamento analogo.
 Ultimata la bonifica verranno demoliti gli edifici esistenti e poi verranno realizzate le opere di urbanizzazione, compresa una pista ciclabile che collegherà il quartiere con il paese. Nel volgere di pochi anni (ce ne sono voluti venti dal momento dell’acquisto ai giorni nostri) la zona cambierà volto ed una delle brutture architettoniche del paese per i felinesi resterà solo un ricordo del quale discutere in piazza.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

botta e risposta pizzarotti / scarpa

ELEZIONI 2017

Pizzarotti-Scarpa, la sfida finale Video-intervista doppia

di Chiara Cacciani

15commenti

Lealtrenotizie

Affluenza a Parma: 30,94% alle 19

elezioni 2017

Affluenza a Parma: 30,94% alle 19  Video

Calo in tutti i Comuni dell'Emilia-Romagna che vanno al ballottaggio

1commento

Felino

Tenta una strage in famiglia: la figlia è gravemente ustionata. Arrestato

Nella notte a Poggio di Sant'Ilario Baganza

sanità

Caso di chikungunya: disinfestazione in due vie Video - I consigli

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

4commenti

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

3commenti

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

7commenti

gazzareporter

San Pancrazio, il degrado continua Gallery

CHIESA

Montecchio, cambia il parroco: arriva don Orlandini da Reggio

Don Romano Vescovi, originario di Neviano, lascia Bibbiano per l'eremo di Salvano (Quattro Castella)

tg parma

Al Regio l'assemblea dell'Upi con il ministro Graziano Delrio Video

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

2commenti

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

1commento

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Frane, smottamenti e vento forte: danni al Nord-Est Foto

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

SOCIETA'

Elezioni 2017

Votare turandosi il naso? A Piacenza qualcuno lo ha fatto davvero... Video

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

Moto

Valentino Rossi da leggenda ad Assen, battuto Petrucci

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse