22°

fondovalle

Fornovo, a Osteriazza il Taro ha cambiato rotta

Gli abitanti preoccupati per l'erosione del fiume. I residenti: «Bisogna rinforzare l'argine per evitare possibili piene»

Fornovo, a Osteriazza il Taro ha cambiato rotta
Ricevi gratis le news
0

Meglio prevenire che curare. Di questo sono convinti i residenti di località Osteriazza di Citerna, lungo la Fondovalle.
Il problema che segnalano è ancora una volta quello relativo all’erosione del Taro. Da tempo il corso del fiume è in parte dirottato, a causa di una grande isola ghiaiosa al centro del letto, verso la sponda del loro abitato. Le piene che si susseguono erodono in modo costante l’argine che separa il fiume dal terreno pianeggiante che fronteggia le case.
La minaccia costante è quella di una piena importante, a seguito di piogge abbondanti e persistenti come quelle che si sono verificate nel periodo autunnale e invernale, che causi un allagamento al gruppo di case dove risiedono diverse famiglie.
Ora la minaccia si è spostata in direzione Fornovo. Con le piogge torrenziali delle settimane passate la piena del Taro ha colpito in modo particolare l’argine che si estende frontalmente al sottopasso che dalla fondovalle permette di accedere all’Osteriazza: una delle opere costruite di recente nell’ambito del progetto di raddoppio della Pontremolese.
«Siamo in piena estate - spiegano i residenti - ma durante l’ultima piena il fiume si è avvicinato parecchio, erodendo circa venti metri di terreno. Il nostro timore è che in autunno, quando è prevedibile che si verifichino periodi di intense piogge, il Taro possa esondare e raggiungere il sottopassaggio, che è il nostro unico accesso. Inoltre, se il fiume dovesse raggiungere il terreno pianeggiante arriverebbe alle gallerie filtranti dell’acquedotto. A nostro parere occorrerebbe che gli enti competenti, come il Servizio tecnico di bacino intervenisse ora, con opere preventive senza attendere eventuali situazioni di emergenza. Abbiamo segnalato il problema al Comune, che si sta attivando in questa direzione. A nostro parere - proseguono - occorrerebbe rinforzare l’argine con una barriera di massi e togliere parte della montagna di ghiaia che si trova al centro del fiume». Tra gli interventi che i residenti suggeriscono c’è anche la pulizia di un fosso che attraversa campi coltivati, a poche centinaia di metri dal sottopasso. «Nelle scorse settimane - continuano gli abitanti di Osteriazza - è stato fatto un intervento in prossimità del fiume, con la costruzione di un canale di scolo, in modo che in caso di pioggia abbondante, l’acqua che viene raccolta da questo piccolo ruscello riesca a defluire nel Taro senza trovare ostruzione, cosa che causerebbe l’allagamento dei campi. Ora servirebbe ripulirlo e fare uno scavo più profondo per tutta la sua lunghezza». Tra i possibili interventi i residenti segnalano anche il ripristino della strada interpoderale che collega la località alla Salita: un strada di servizio che rischia di essere piano piano cancellata dall’avanzamento del Taro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Marino Perani

Marino Perani

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

1commento

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

18commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

ALIMENTARE

Torna il "World Pasta Day", San Paolo è la "capitale". E il 25 ottobre, pastifici aperti anche a Parma

Aidepi presenta la Giornata mondiale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»