-6°

fondovalle

Fornovo, a Osteriazza il Taro ha cambiato rotta

Gli abitanti preoccupati per l'erosione del fiume. I residenti: «Bisogna rinforzare l'argine per evitare possibili piene»

Fornovo, a Osteriazza il Taro ha cambiato rotta
0

Meglio prevenire che curare. Di questo sono convinti i residenti di località Osteriazza di Citerna, lungo la Fondovalle.
Il problema che segnalano è ancora una volta quello relativo all’erosione del Taro. Da tempo il corso del fiume è in parte dirottato, a causa di una grande isola ghiaiosa al centro del letto, verso la sponda del loro abitato. Le piene che si susseguono erodono in modo costante l’argine che separa il fiume dal terreno pianeggiante che fronteggia le case.
La minaccia costante è quella di una piena importante, a seguito di piogge abbondanti e persistenti come quelle che si sono verificate nel periodo autunnale e invernale, che causi un allagamento al gruppo di case dove risiedono diverse famiglie.
Ora la minaccia si è spostata in direzione Fornovo. Con le piogge torrenziali delle settimane passate la piena del Taro ha colpito in modo particolare l’argine che si estende frontalmente al sottopasso che dalla fondovalle permette di accedere all’Osteriazza: una delle opere costruite di recente nell’ambito del progetto di raddoppio della Pontremolese.
«Siamo in piena estate - spiegano i residenti - ma durante l’ultima piena il fiume si è avvicinato parecchio, erodendo circa venti metri di terreno. Il nostro timore è che in autunno, quando è prevedibile che si verifichino periodi di intense piogge, il Taro possa esondare e raggiungere il sottopassaggio, che è il nostro unico accesso. Inoltre, se il fiume dovesse raggiungere il terreno pianeggiante arriverebbe alle gallerie filtranti dell’acquedotto. A nostro parere occorrerebbe che gli enti competenti, come il Servizio tecnico di bacino intervenisse ora, con opere preventive senza attendere eventuali situazioni di emergenza. Abbiamo segnalato il problema al Comune, che si sta attivando in questa direzione. A nostro parere - proseguono - occorrerebbe rinforzare l’argine con una barriera di massi e togliere parte della montagna di ghiaia che si trova al centro del fiume». Tra gli interventi che i residenti suggeriscono c’è anche la pulizia di un fosso che attraversa campi coltivati, a poche centinaia di metri dal sottopasso. «Nelle scorse settimane - continuano gli abitanti di Osteriazza - è stato fatto un intervento in prossimità del fiume, con la costruzione di un canale di scolo, in modo che in caso di pioggia abbondante, l’acqua che viene raccolta da questo piccolo ruscello riesca a defluire nel Taro senza trovare ostruzione, cosa che causerebbe l’allagamento dei campi. Ora servirebbe ripulirlo e fare uno scavo più profondo per tutta la sua lunghezza». Tra i possibili interventi i residenti segnalano anche il ripristino della strada interpoderale che collega la località alla Salita: un strada di servizio che rischia di essere piano piano cancellata dall’avanzamento del Taro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

2commenti

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

"buona scuola"

La docente materana vince la causa: iIlegittimo trasferimento a Parma

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

15commenti

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

gazzareporter

Piazzale Borri, quelle dichiarazioni di (zero) amore...

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

1commento

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

SANT'ILARIO D'ENZA

Soldi e gioielli in freezer per "salvarli" dal mercurio: anziana truffata

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

tg parma

Lotta al doping, il Ris di Parma indagherà sul caso Schwazer

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video