-2°

Provincia

Bassa Est furti e violenze. La gente: qui non si vive più

Ladri in pieno giorno, spaccate sempre più frequenti in bar e negozi. «Ci vogliono più controlli»

Bassa Est furti e violenze. La gente: qui  non si vive più
Ricevi gratis le news
2

«Scappo a casa, a controllare che i ladri non siano passati proprio mentre ero qui al supermercato». Dribbla le domande un signore con due grandi borse nel carrello, ma lancia un allarme carico di paura condiviso da tanti suoi compaesani che nella Bassa Est – da Sorbolo e Mezzani sino a Colorno, Sissa Trecasali e Torrile – sono ormai esasperati dal ripetersi dei furti.
Gli ultimi fatti di cronaca – con il furto del pulmino dell’Avis poi dato alle fiamme dopo essere stato utilizzato per due spaccate – riguardano Colorno, ma il problema microcriminalità è una costante in tutta l’area compresa tra l’Enza e il Taro così come in generale di tutto il Parmense.
«Non si vive più – commenta un signore di Mezzano Inferiore -. Quando esci di casa non sai mai come la potrai ritrovare al tuo ritorno. Ormai da noi nella Bassa è una situazione allucinante tra spaccate nei bar e furti nelle abitazioni. Spesso siamo di fronte a gesti di disperati che fanno tanti danni, come successo l’altra notte a Colorno, per poi rubare alla fine poche centinaia di euro». Il viaggio della paura dei furti inizia a Sorbolo, nell’area del centro commerciale La Sovrana nel giorno del mercato del paese, ma le testimonianze sono le stesse che si raccolgono in piazza a Colorno o tra le strade di Sissa Trecasali.
«Da noi a Coenzo sono venuti tempo fa di notte - racconta Manuela Corradini -. Eravamo a letto e probabilmente sono riusciti a spruzzare qualcosa per far sì che non ci svegliassimo. Hanno rovistato ovunque: perfino negli zaini a fianco dei letti dei miei figli». Anche Patrizia Manzoli non si sottrae ad un commento: «Ultimamente a Sorbolo stanno rubando un sacco di biciclette, anche all’interno dei cortili delle case». Non va meglio qualche chilometro più ad Ovest, nel comune di Mezzani. «Non ci si può più fidare di nessuno nel momento in cui si va fuori di casa» commenta l’artista mezzanese Gianni Samini.
«In campagna come da noi – racconta Maria Teresa Mantovani di Casalbaroncolo – paura ce n’è visto tutto quello che si sente in giro. Alla sera ci chiudiamo in casa. Ma credo che le stesse forze dell’ordine possano fare ben poco in più di quello che stanno già facendo. Quella di Casalbaroncolo poi è una zona molto delicata anche per l’attività di spaccio di droga».
Furti all’ordine del giorno anche a Frassinara e Casaltone: «si accaniscono persino sul gasolio dai macchinari agricoli» dichiara una signora, mentre Claudia Bernardi aggiunge: «ci sono case che sono state visitate anche due o tre volte in poco tempo. Abbiamo tanta paura». Sui rimedi da adottare le idee ben chiare le ha Giuseppe Giuffredi. «Purtroppo il problema dei furti è legato all’immigrazione e alla presenza degli extracomunitari che sono liberi di fare quello che vogliono – sostiene – e alla fine sono più considerati di chi, come noi, vive da sempre in questo territorio. Servirebbe un sistema più efficiente: chi lavora è giusto che resti qui, mentre chi non lavora è giusto torni a casa propria. Altro grande problema è quello della giustizia, non è per niente efficace per cui i delinquenti non vengono mai puniti a dovere». Il problema non è ovviamente solo della Bassa e del Parmense. Lo conferma anche un cittadino di Boretto, di passaggio a Sorbolo per fare la spesa. «Anche nella Bassa reggiana ci sono gli stessi problemi di criminalità dilagante – sostiene -. Sarebbe bene prevedere più controlli, più identificazioni dei tanti nullafacenti che popolano le piazze dei nostri paesi anziché fare continue multe con gli autovelox». «E’ un vero disastro – aggiunge Ida Assandri -. A casa mia a Brescello sono venuti addirittura alle 11 del mattino mentre io mi trovavo in cortile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marirhugo

    03 Agosto @ 19.03

    a me questa storia dei furti nelle aziende, per lo piu' di vecchi catorci scassati , fa venire in mente la storiella(cronaca) del leghista, sempre nei cortei a sbraitare contro i clandestini, che si teneva, in nero, nella sua fabbrichetta del nord est, qualche bel clandestino, a un quarto di paga si intende.

    Rispondi

  • corra

    03 Agosto @ 09.43

    una cosa è certa ,il governo è completamente assente a questa problematica,se ne frega altamente,quindi cari cittadini di questo "bel"paese se volete porre fine a queste infamie dovete arrangiarvi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande