10°

22°

Provincia-Emilia

Rifugiati, vittime di tortura

Ricevi gratis le news
0

COMUNICATO STAMPA

Richiedenti asilo e rifugiati:
Le vittime di tortura in Italia
Una nuova sfida per l’organizzazione sanitaria

Seminario di studi per operatori sanitari
accreditato ECM

Sabato 28 giugno – 9.00 / 18.30
“Casa I Prati” di Collecchio


Negli ultimi anni è notevolmente cresciuto il numero di cittadini stranieri che presentano in Italia domanda d’asilo politico. All’interno di questo universo si manifestano con sempre maggiore frequenza casi di vittime di tortura, come risulta dai dati delle prese in carico di Spazio Salute immigrati dell’Azienda Usl di Parma e dello Sportello Asilo della Provincia di Parma, attivo presso Ciac (Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione internazionale di Parma e provincia).
 
Le Vittime di tortura, persone portatrici di diritti e dello specifico bisogno di una adeguata assistenza socio-sanitaria, impongono agli operatori sanitari e all’organizzazione nel suo complesso una sfida inedita: come riconoscere, diagnosticare e curare gli esiti delle pratiche di tortura e violenza estrema.

Le competenze alla semeiotica, alla diagnosi e alle possibili terapie diventano così oggi compente necessaria per ogni operatore sanitario.

Un passo decisivo verso un’adeguata formazione si compie sabato 28 giugno, in occasione della Giornata internazionale contro la tortura. Dalle 9 alle 18,30, nella sala civica polifunzionale di “Casa I Prati”, in via San Prospero 13 a Collecchio, si tiene il seminario rivolto a operatori sanitari “Le vittime di tortura in Italia: una nuova sfida per l’organizzazione sanitaria”.

L’apertura dei lavori, dopo i saluti del direttore sanitario dell’Ausl di Parma Massimo Fabi, è dedicata alla definizione del problema, a cura del presidente di Ciac Emilio Rossi. La situazione giuridico legislativa in Italia è delineata da Gianfranco Schiavone e Livio Cancelliere di Asgi, Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione, mentre agli operatori di Ciac Michele Rossi e Paolo Merighi è affidata la presentazione dei modelli di presa in carico delle vittime: la rilevazione dei bisogni, il colloquio e l’orientamento. A seguire Pietro Benedetti di Sa.Mi.Fo. illustra il modello dell’equipe integrata.
La mattina di studio si chiude con una sessione clinica su semiotica e diagnosi degli esiti di tortura, a cura di Faissal Choroma, infettivologo dello Spazio Salute Immigrati dell’Ausl di Parma, Giancarlo Santone, dirigente della Psichiatria presso l’Ausl Roma A, e  Adele Tonini, ginecologa e responsabile del Programma salute immigrati dell’Ausl di Parma.
Nel pomeriggio Ettore Zerbino, psichiatra e psicanalista dell’Università Cattolica di Roma, nonché fondatore dell’associazione Medici contro la tortura, e Martino Volpatti di Sa.Mi.Fo. riconducono l’attenzione sul soggetto vittima, con un focus sulle modalità di accoglienza e cura. Conclude la terza sessione l’intervento di Carlo Bracci, presidente dell’associazione Medici contro la tortura, sulla certificazione medico legale degli esiti di tortura.

L’iniziativa formativa è organizzata da CIAC, Azienda Usl di Parma e Sa.Mi.Fo. (Salute Migranti Forzati dell’Azienda Usl di Roma A e JRS Centro Astalli).

La partecipazione al seminario accreditato ECM è gratuita, ma è necessaria l’iscrizione: contattare Ciac Onlus in viale Toscanini 2/a a Parma, tel. 0521.503440, oppure scrivere a convegno_ciac@yahoo.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

OPPORTUNITA'

55 nuove offerte di lavoro

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

1commento

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel